DELUDENTI LESBOSISTERS

Torna sul grande schermo il tema dell'incesto femminile. Ma Giada Colagrande con "Aprimi il cuore" non riesce ad approfondire la storia delle due sorelle che si amano carnalmente. Risultato: noia.

DELUDENTI LESBOSISTERS - aprimi il cuore10 - Gay.it
2 min. di lettura

Ci mancavano le lesbosisters. Il tema dell’incesto femminile al cinema non ha mai trovato terreno molto fertile e tra i grandi solo Bernardo Bertolucci tentò di parlarne ne ‘La luna‘, facendo innamorare di insana passione una madre del proprio figlio quindicenne. Il radicale Michael Haneke osava ancora di più ne ‘La pianista‘, unendo di morbose attrazioni la nevrotica Erika Kohut, interpretata da una magistrale Isabelle Huppert, alla mamma Annie Girardot facendole gridare: “Ho visto i peli del tuo sesso!”.
L’esordiente italiana Giada Colagrande, classe 1975, pescarese, torna sull’argomento senza approfondire molto la questione col suo ‘Aprimi il cuore‘ (distribuzione Lucky Red), di cui è soggettista, sceneggiatrice, regista e anche protagonista. Due sorelle vivono in un’abitazione semispoglia amandosi carnalmente ma senza gran trasporto. Una si prostituisce accogliendo i clienti in casa, con l’altra che studia silenziosa mentre il vecchio letto non smette di cigolare. Le fa anche da mamma, lavandola e cucinando per lei. L’unica occasione di svago sono le lezioni di danza dove conosce un custode e se lo porta a casa. La sorella la spoglia, la offre in silenzio all’uomo che la possiede con forza. Però poi lei si ingelosisce e decide di avvelenare lui e tutti i clienti a colpi di vino rosso mentre la moglie del custode, alla ricerca del marito, finisce proprio a casa delle due sorelle killer.

DELUDENTI LESBOSISTERS - aprimiilcuore - Gay.it

Tipico esempio di cinema sperimental-pauperistico non riuscito in cui un’idea abbastanza originale non viene sviluppata in una sceneggiatura sensata (la Colagrande ha chiesto 20 milioni alla nonna per fare il film che ne è costato 70), ha tra i pochi motivi di interesse un paio di scene di sesso (ma di lesbico ce n’è solo una e molto casta) che sono semplici piani fissi fotografati in penombra alternati a immagini sacre di angeli e Madonne. Se bisogna riconoscere che l’autrice evita alcune trappole adottando uno stile asciutto e lavorando di sottrazione nei momenti di intimità tra i personaggi, l’idea di ambientare un film interamente in un appartamento e nel cortile della scuola di danza ha troppo poco respiro per una storia così esile e inconsistente, facendo precipitare nel tedio gli smaliziati (e pochissimi) spettatori. Cameo del regista torinese Tonino De Bernardi nel ruolo di uno dei clienti in età.
Alla Colagrande consigliamo di rivedersi ‘Le lacrime amare di Petra Von Kant‘ di Fassbinder e cercare un montatore del suono migliore (la qualità è tremenda). Pollice su invece per la coprotagonista Natalie Cristiani, azzeccata grazie al suo volto puro e michelangiolesco, anche se storciamo il naso quando si mette a citare inopinatamente Dante e Keplero rivelando al custode che lei a scuola non è mai stata e ha sempre studiato a casa.
E viene anche il sospetto che l’operazione sia un po’ studiata a tavolino, col proposito di attirare l’attenzione su una storia di incesto lesbico che si limita a tratteggiare due personaggi quietamente chiusi nella loro quotidianità senza sfumature né giustificazioni. Deludente.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Ghostbusters: Minaccia Glaciale, un primo amore queer nel nuovo capitolo degli Acchiappafantasmi? - Ghostbusters Minaccia Glaciale - Gay.it

Ghostbusters: Minaccia Glaciale, un primo amore queer nel nuovo capitolo degli Acchiappafantasmi?

Cinema - Federico Boni 28.3.24
Povere Creature di Lanthimos, capolavoro di libertà sessuale e autodeterminazione femminista. Recensione - 030 PT Atsushi Nishijima 20211110 00201 1 - Gay.it

Povere Creature di Lanthimos, capolavoro di libertà sessuale e autodeterminazione femminista. Recensione

Cinema - Federico Boni 18.1.24
Barbie 2? Margot Robbie frena i rumor: “Non riesco ad immaginare un sequel” - Ken di Barbie e gay 2 - Gay.it

Barbie 2? Margot Robbie frena i rumor: “Non riesco ad immaginare un sequel”

Cinema - Redazione 27.11.23
Trace Lysette (ELLE)

Con o senza Oscar, Trace Lysette ha già vinto per la comunità trans*

Cinema - Redazione Milano 5.1.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024 - Teddy Award 2024 film - Gay.it

Berlino 2024, tutti i film queer in corsa per il Teddy Award 2024

Cinema - Federico Boni 22.2.24
David 2024, i vincitori. Trionfa Io Capitano, boom Paola Cortellesi con C'è Ancora Domani - Paola Cortellesi - Gay.it

David 2024, i vincitori. Trionfa Io Capitano, boom Paola Cortellesi con C’è Ancora Domani

Cinema - Federico Boni 4.5.24
"Duino" inaugura il Lovers 2024, recensione. L'indimenticato e irripetibile primo amore - OFF Duino 06 - Gay.it

“Duino” inaugura il Lovers 2024, recensione. L’indimenticato e irripetibile primo amore

Cinema - Federico Boni 17.4.24