Le drag queen “ribelli” del Libano conservatore: quando essere sè stessə è un atto politico

Nella penombra di un camerino a Beirut, sotto strati di trucco e abiti sfavillanti, c'è una storia di speranza, resistenza e di lotta.

ascolta:
0:00
-
0:00
drag-queen-libano
2 min. di lettura

Nel cuore di Beirut, tra le anguste vie e gli edifici imponenti, un’ombra di resistenza cresce e si fa strada attraverso il trucco, i vestiti e la passione della ballroom culture libanese.

Con la sua storia millenaria e i suoi profondi contrasti culturali, Beirut potrebbe sembrare un luogo insolito per una tale espressione artistica e personale, considerando che in Libano Barbie è stato bandito con l’accusa di promuovere l’omosessualità. 

Tuttavia, in un’epoca di crescente tensione e polarizzazione, la presenza delle drag queen rappresenta non solo una forma d’arte, ma anche un atto politico, un grido di ribellione contro un sistema che le marginalizza e le demonizza.

Emma Gration, con il suo carisma e la sua audacia, è diventata una sorta di portavoce non ufficiale per la scena drag libanese. La sua storia personale, con i suoi alti e bassi, rispecchia le complesse sfide affrontate dalla comunità LGBTQ+ in Libano.

Siamo sempre a rischio di essere molestati, picchiati, abusati… E quando ci rivolgiamo alle autorità? Le nostre denunce vengono dimenticate“.

 

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Emma Gration (@emma__gration)

Sebbene la Costituzione libanese garantisca teoricamente la tutela dei diritti umani e l’uguaglianza di tutti i cittadini, la realtà è ben diversa per la comunità LGBTQ+. L’articolo 534 del codice penale criminalizza le relazioni omosessuali, definendole “comportamenti contro natura”.

Una legislazione obsoleta volta a giustificare violenze, discriminazioni e abusi a livello sistematico, e che costringe la comunità LGBTQIA+ libanese a vivere nell’ombra e nella clandestinità.

Ma oltre alle sfide legali, ci sono profonde divisioni sociali e culturali che rendono la vita di Emma e delle sue consorelle particolarmente difficile. A livello di società, le opinioni sui diritti LGBTQ+ sono profondamente polarizzate: non ci sono vie di mezzo.

Nel 2022, una circolare del ministero degli interni ha sottolineato questo divario, chiedendo un divieto completo di qualsiasi manifestazione a tema LGBTQ+. Una mossa percepita come un attacco diretto alla comunità, che ha rivelato l’influenza degli ambienti conservatori e religiosi sia musulmani che cristiani nel Paese.

Eppure, in mezzo alle avversità, emerge la resistenza. Molte drag queen, nonostante il pericolo, scelgono di esibirsi in luoghi semi-clandestini, creando spazi sicuri per l’espressione e la celebrazione della loro identità.

Ma il pericolo persiste anche al di fuori dei luoghi di esibizione. Tornare a casa dopo uno spettacolo può trasformarsi in un’odissea pericolosa.

“Esporsi in pubblico significa superare la paura per la propria incolumità“, racconta Emma.

Molte drag queen vengono spesso accompagnate da amici e sostenitori mentre si avventurano fuori, cercando sicurezza nel numero e nella solidarietà.

La telecamera del giornalista libanese Mohamad Chreyteh, che ha documentato le sfide affrontate da Emma e altre drag queen, fornisce una testimonianza in prima persona di questa realtà. Un’opera riconosciuta a livello internazionale, che mette in luce la resilienza della comunità LGBTQIA nello sfidare norme sociali e legali, a costo della propria incolumità.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Il documento del Vaticano che mette l’intera comunità LGBTI ai margini: teoria gender, surrogata, bambini e altre mistificazioni reazionarie

Culture - Giuliano Federico 8.4.24
Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: "Caro Salvini le facciamo questa domanda...." - Karma B Ciao Maschio 4 - Gay.it

Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: “Caro Salvini le facciamo questa domanda….”

Culture - Federico Boni 12.4.24
GialappaShow, Gigi è Mahmood con i ballerini cileni (VIDEO) - Gigi e Mahmood - Gay.it

GialappaShow, Gigi è Mahmood con i ballerini cileni (VIDEO)

Culture - Redazione 11.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
Marco Mengoni per un noto brand di gioielli

Marco Mengoni è un gioiello, ma la verità è che tutti guardano un’altra cosa

Musica - Emanuele Corbo 10.4.24

Leggere fa bene

Torino, in 20 aggrediscono la drag La Myss: "È stato di sicuro un attacco a sfondo omofobo" - la myss - Gay.it

Torino, in 20 aggrediscono la drag La Myss: “È stato di sicuro un attacco a sfondo omofobo”

News - Redazione 9.1.24
RuPaul’s Drag Race 16, Charlize Theron in difesa dell'arte drag: "L'odio distrugge, l'amore costruisce". VIDEO - Charlize Theron - Gay.it

RuPaul’s Drag Race 16, Charlize Theron in difesa dell’arte drag: “L’odio distrugge, l’amore costruisce”. VIDEO

Culture - Redazione 8.1.24
Martano, omofobia ai danni della drag queen Tekemaya: "Mi veniva da piangere e mi son sentita male" - Tekemaya - Gay.it

Martano, omofobia ai danni della drag queen Tekemaya: “Mi veniva da piangere e mi son sentita male”

News - Redazione 6.12.23
Le Karma B sono MaschiE e ci raccontano quello che gli uomini non dicono - intervista - Sessp 20 - Gay.it

Le Karma B sono MaschiE e ci raccontano quello che gli uomini non dicono – intervista

Culture - Federico Colombo 16.1.24
Ungheria, mostra del World Press Photo vietata ai minori perché ci sono scatti raffiguranti drag queen - Home for the Golden Gays - Gay.it

Ungheria, mostra del World Press Photo vietata ai minori perché ci sono scatti raffiguranti drag queen

News - Federico Boni 3.11.23
Drag Race Italia 3, Chiara Iezzi ospite della 3a puntata tutta dedicata alle hit di Paola e Chiara. Il trailer - Drag Race Italia - Gay.it

Drag Race Italia 3, Chiara Iezzi ospite della 3a puntata tutta dedicata alle hit di Paola e Chiara. Il trailer

Culture - Redazione 26.10.23
foto:Cosimo Buccolieri

Paolo Camilli: “Quando prendevo un lenzuolo e diventavo la principessa Serenity di Sailor Moon” – Intervista

Culture - Riccardo Conte 9.11.23
Ron DeSantis vuole portare la sua incostituzionale legge contro le drag alla Corte Suprema degli Stati Uniti - Ron DeSantis 2 - Gay.it

Ron DeSantis vuole portare la sua incostituzionale legge contro le drag alla Corte Suprema degli Stati Uniti

News - Federico Boni 26.10.23