Ungheria, mostra del World Press Photo vietata ai minori perché ci sono scatti raffiguranti drag queen

Non era mai accaduto prima che una delle mostre World Press Photo subisse censura in Europa.

ascolta:
0:00
-
0:00
Ungheria, mostra del World Press Photo vietata ai minori perché ci sono scatti raffiguranti drag queen - Home for the Golden Gays - Gay.it
4 min. di lettura

 

Ungheria, mostra del World Press Photo vietata ai minori perché ci sono scatti raffiguranti drag queen - Home for the Golden Gays 1 - Gay.it
Home for the Golden Gays di Hannah Reyes Morales, World Press Photo

L’Ungheria di Viktor Orban che tanto piace al governo Meloni vira sempre più verso la censura totale di stampo omobitransfobico. Ai minori di 18 anni è stato infatti impedito di poter vedere la prestigiosa mostra World Press Photo di quest’anno, a Budapest, perché alcune foto violerebbero la contestatissima legge censorea a difesa dei minori dalla propaganda LGBTQIA+.

La suddetta mostra, esposta al Museo Nazionale ungherese di Budapest, riceve ogni anno più di quattro milioni di visitatori in tutto il mondo. Mettendo in mostra un fotogiornalismo a dir poco eccezionale, dà copertura visiva ad una serie di eventi fondamentali ad un pubblico globale. Ebbene una serie di foto della fotoreporter filippina Hannah Reyes Morales hanno indotto una parlamentare ungherese di estrema destra, Dora Duro, a presentare una denuncia al ministero della Cultura, che ha certificato come queste foto violassero la legge ungherese contro i contenuti LGBTQ+. Le fotografie – che documentano una comunità di anziani LGBTQ+ nelle Filippine che hanno condiviso una casa per decenni e si sono presi cura l’uno dell’altro man mano che invecchiavano – raffigurano alcuni membri della comunità truccati e in abiti drag. Tanto è bastato per far scattare la tagliola della censura.

Ungheria, mostra del World Press Photo vietata ai minori perché ci sono scatti raffiguranti drag queen - Home for the Golden Gays 3 - Gay.it
Home for the Golden Gays di Hannah Reyes Morales, World Press Photo

 

Anche dinanzi all’eventuale consenso dei propri genitori, infatti, i minori di 18 anni non possono visitare la mostra. Joumana El Zein Khoury, direttrice esecutiva di World Press Photo, ha definito preoccupante il fatto che una serie fotografica “così positiva, così inclusiva” sia stata presa di mira dal governo ungherese. Non era mai accaduto prima che una delle mostre World Press Photo subisse censura in Europa.

“Il fatto che sia stato deciso un accesso limitato per un certo tipo di pubblico è davvero qualcosa che ci ha scioccato terribilmente”, ha detto Khoury. “È sbalorditivo che si tratti di questa immagine specifica, di questa storia specifica, ed è sbalorditivo che stia accadendo in Europa”.

Tamas Revesz, ex membro della giuria del World Press Photo e organizzatore di mostre in Ungheria da oltre tre decenni, ha sottolineato come molte delle fotografie presenti all’interno della mostra – come la copertura della guerra in Ucraina – siano “mille volte più serie e scioccanti ”rispetto alla serie di immagini di Morales. Dato che circa la metà delle 50.000 persone che ogni anno visitano la mostra in Ungheria sono studenti, migliaia di giovani ungheresi non potranno più vederla. Reyes Morales, la fotografa della serie censurata, ha precisato come i soggetti da lei fotografati servano come “icone e modelli di ruolo” per le persone LGBTQ+ nelle Filippine, rimarcando come “non sono pericolosi o dannosi”.

Ungheria, mostra del World Press Photo vietata ai minori perché ci sono scatti raffiguranti drag queen - Home for the Golden Gays 2 - Gay.it
Home for the Golden Gays di Hannah Reyes Morales, World Press Photo

I protagonisti della serie fotografica sono conosciuti come “The Golden Gays”, comunità fondata negli anni ’70 dall’avvocato e attivista Justo Justo, che aprì la propria casa per ospitare le “lolas” – parola locale che significa “nonne”. Quando Justo è morto nel 2012, la comunità è stata sfrattata e alcuni sono rimasti senza casa fino al 2018, quando hanno affittato un’abitazione a Manila. Da decenni questi uomini si prendono cura l’uno dell’altro, organizzando spettacoli e concorsi per sbarcare il lunario. La giuria del World Press Photo ha voluto celebrare questa serie fotografica per il suo “approccio intersezionale” con cui rappresenta “le molteplici esperienze delle persone LGBTQI+ delle Filippine. La fotografa tiene tutti in grande considerazione e li fa brillare al massimo delle loro capacità. Le immagini sono splendide cornici di amore, gioia e celebrazione della comunità di cui le persone si circondano. Il progetto è ben eseguito, splendidamente fotografato e centra con successo le dimostrazioni di fiducia e resilienza della comunità, invece di abbandonarsi alla disperazione”.

La decisione di escludere i giovani dalla mostra è solo l’ultima mossa del governo ungherese guidato dal primo ministro nazionalista Viktor Orbán, per limitare la disponibilità di materiali che a loro dire promuoverebbero o descriverebbero l’omosessualità ai minori, tra televisione, film, editoria, pubblicità e letteratura. La contestatissima legge, che ha preso a piene mani dalla simile legge russa, è stata fortemente condannata dall’UE, con la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen che l’ha definita “ una vergogna”. Nei mesi scorsi il governo ungherese ha multato le librerie che hanno esposto Heartstopper, perché “raffigura l’omosessualità”, mentre Elle Ungheria ha sfidato la censura mostrando una famiglia omogenitoriale in copertina.

“Italia come Ungheria”: Rai, la destra italiana vuole vietare contenuti LGBTIQ+?

Ungheria, Viktor Orbán accusa l’Unione Europea di essere alla guida di un’”offensiva LGBTQIA+”

“Retorica anti-LGBTI+”, Italia, Polonia e Ungheria condannate dal Parlamento Europeo

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Louisa Jacobson, figlia di Meryl Streep, fa coming out: "Felice di entrare in questa gioiosa nuova era" - coming out Louisa Jacobson - Gay.it

Louisa Jacobson, figlia di Meryl Streep, fa coming out: “Felice di entrare in questa gioiosa nuova era”

Culture - Redazione 25.6.24
Luca Guadagnino parla di Queer: "È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso" - luca guadagnino pesarofilmfest 60 22giu2024 ph luigi angelucci 010 - Gay.it

Luca Guadagnino parla di Queer: “È il mio film più personale, ci sono scandalose scene di sesso”

Cinema - Redazione 24.6.24
Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 giugno tra tv generalista e streaming - film queer 2 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 24/30 giugno tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 24.6.24
Tony D’Elia aka Silvana Della Magliana di Drag Race si è unito civilmente all'amato Federico. Chiara Francini officiante (VIDEO) - Silvana Della Magliana di Drag Race Italia si e unita civilmente allamato Federico - Gay.it

Tony D’Elia aka Silvana Della Magliana di Drag Race si è unito civilmente all’amato Federico. Chiara Francini officiante (VIDEO)

Culture - Redazione 24.6.24
Alessandra Valeri Manera Cartoni animati queer

Addio ad Alessandra Valeri Manera, la resistente che ha combattuto per noi bambinə diversə

Culture - Giuliano Federico 24.6.24

Continua a leggere

Jacopo Coghe sbanda con il drag di Gottmik e la risposta di Lina Galore è perfetta (VIDEO) - Gottmik - Gay.it

Jacopo Coghe sbanda con il drag di Gottmik e la risposta di Lina Galore è perfetta (VIDEO)

Culture - Redazione 30.5.24
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24
Ungheria Orban Péter Magyar Tisza

Europee, Ungheria: batosta peggiore di sempre per Orbán, cresce Tisza, partito che vuole ricostruire i rapporti con l’UE

News - Francesca Di Feo 10.6.24
RuPaul non crede nella monogamia tra uomini. E attacca Madonna: "Mi diede dell'eunuco, per lei ero inutile" - RuPaul - Gay.it

RuPaul non crede nella monogamia tra uomini. E attacca Madonna: “Mi diede dell’eunuco, per lei ero inutile”

Culture - Federico Boni 5.3.24
Priscilla

Priscilla, 30 anni dopo arriva il sequel della Regina del Deserto

Cinema - Redazione 22.4.24
Alexandra Drag Queen

La Drag Queen Alexandra a Gay.it: “Voglio vivere una vita dove a casa ho solo giorni belli” – Intervista

Culture - Luca Diana 14.6.24
Intervista a Lina Galore, vincitrice di Drag Race Italia - Sessp 13 - Gay.it

Intervista a Lina Galore, vincitrice di Drag Race Italia

News - Federico Colombo 29.12.23
krystilia hepporn drag queen

Insegnante di giorno, drag queen di sera: intervista a Krystilia Hepporn

Culture - Gio Arcuri 9.5.24