E se Gesù fosse transgender?

L'Università di Cambridge è stata accusata di eresia dopo che un giovane ricercatore ha ipotizzato che Gesù potrebbe essere trans.

ascolta:
0:00
-
0:00
Gesù transgender
foto di luca la bona
2 min. di lettura

Ci aveva già pensato Emma Dante, la regista che con il suo I dialoghi delle carmelitane ha portato al teatro un Cristo né uomo né donna, esprimendo una forma d’arte che ‘non dovrebbe conoscere censure’.

Adesso anche all’Università di Cambridge si ricomincia a riflettere sulla presunta transessualità di Gesù (e la gente non la sta prendendo bene).

Ad accendere la mina è stato il dottor Michael Banner, decano del Trinity College, dopo aver definito ‘legittima’ la teoria di Joshua Heath, giovane studente di ricerca che prendendo come punto di riferimento le varie iconografie storiche, nel suo sermone parla di un Gesù dal ‘corpo non conforme’.

Heath parla di raffigurazioni dove Gesù ha un corpo simultaneamente sia maschile che femminile, affermando che “se il corpo di Cristo in queste opere è il corpo di tutti, dunque questo corpo è anche trans“.

Nello specifico Heath fa riferimento a due opere: una risalente al 14esimo secolo nel Libro delle Preghiere di Lussemburgo, dove i genitali di Gesù assumono sempre di più la forma di una vagina, e nella Pietà di Jean Malouel risalente al 13esimo secolo.

Neanche a dirlo, più di qualcuno è andato in cortocircuito: da un anonimo membro della congrega anglicana che ha definito il pubblico all’ascolto ‘visibilmente a disagio, bambini inclusi’ e scritto una lettera di richiamo a Banner con l’accusa di eresia.

Ma per Banner la tesi di Heath è il punto di partenza per cominciare a riconsiderare l’immaginario con cui siamo cresciuti e riapplicarlo alle problematiche e questioni transgender nel nostro presente. “Per quanto mi riguarda, penso che quella speculazione fosse legittima” dichiara il decano al Daily Telegraph “Che vi troviate d’accordo o meno con questa interpretazione, dice qualcosa su quella tradizione artistica o su come fatichiamo ad applicarla alle questioni attuali riguardo la transessualità“.

Gesù transgender
Pietà di Jean Malouel (CREDIT: Peter Horree / Alamy/Alamy)

L’ipotesi ha generato una reazione a catena di indignazione, scomodando per l’occasione tutta la transfobia del caso, ma lo stesso Trinity College ha specificato che né Michael Banner né Joshua Heath ritengono che Gesù fosse davvero transgender, ma che la speculazione avesse l’obiettivo di stimolare un dibattito aperto all’interno del contesto universitario , per esplorare e riflettere sulla ‘natura dell’arte religiosa” attraverso ‘un pensiero provocatorio’.

Tuttavia, non è la prima volta: nel 2016, Suzanne DeWitt del Washington Post, scrisse che ad offendersi sono sempre “quei cristiani che prendono la Bibbia alla lettera” dichiarando che i credenti impongono il proprio filtro personale su frasi e storie pur di giustificare delle specifiche ideologie. “Se facessero davvero quelo che proclamano, stando alle loro regole esegetiche, vedrebbero subito che Gesù è il primo uomo transgender“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24

Continua a leggere

flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico - Lia Thomas - Gay.it

Lia Thomas trascina in tribunale World Aquatics. È una donna trans e vuole nuotare a livello agonistico

Corpi - Federico Boni 26.1.24
Susanna Tamaro: "Sognavo di diventare un uomo, un crimine chi impone cambiamenti di sesso ai bambinə" - Susanna Tamaro - Gay.it

Susanna Tamaro: “Sognavo di diventare un uomo, un crimine chi impone cambiamenti di sesso ai bambinə”

News - Redazione 13.2.24
tu sei la bellezza

Tu sei la bellezza: tra amore queer e salute mentale

Culture - Riccardo Conte 29.4.24
Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD". E a Vannacci dice che... - Monica J. Romano - Gay.it

Europee 2024, intervista a Monica Romano: “Femminismo, diritti e lavoro al centro, perplessa su Tarquinio candidato PD”. E a Vannacci dice che…

News - Federico Boni 8.5.24
The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer - The Darkness Outside Us - Gay.it

The Darkness Outside Us, Elliot Page porta al cinema il romanzo queer sci-fi di Eliot Schrefer

Cinema - Redazione 22.4.24
stati-uniti-ban-terapie-affermative

Stati Uniti, continuano i ban alle terapie affermative per i minori: 100.000 lǝ adolescenti abbandonatǝ a loro stessǝ

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
Il regista Ary Zara potrebbe fare la storia agli Oscar 2024 con il corto An Avocado Pit - Il regista trans Ary Zara potrebbe fare la storia agli Oscar 2024 con il corto An Avocado Pit - Gay.it

Il regista Ary Zara potrebbe fare la storia agli Oscar 2024 con il corto An Avocado Pit

Cinema - Redazione 10.1.24