Europarlamento, sì alla risoluzione: “Tutti gli Stati Ue riconoscano le unioni LGBT”

Chieste ufficialmente agli Stati Membri maggiori tutele dei diritti della comunità LGBTQI+ e iniziative conseguenti, come il nostro Ddl Zan.

Europarlamento, sì alla risoluzione: "Tutti gli Stati Ue riconoscano le unioni LGBT" - eulgbtgayit - Gay.it
Unione Europea - LGBTIQ+ flag
2 min. di lettura

L’Unione europea deve rimuovere tutti gli ostacoli che le persone LGBT sono ancora oggi costrette ad affrontare nell’esercitare i propri diritti fondamentali. Con 387 voti favorevoli, 161 contrari e 123 astensioni, l’Europarlamento ha votato una risoluzione che pone spalle al muro i Paesi più omotransfobici, o molto semplicemente ciechi e sordi dinanzi alle discriminazioni e ai diritti negati ad un’intera comunità.

La risoluzione afferma che “i matrimoni o le unioni registrate formalizzate in uno Stato membro dovrebbero essere riconosciute in tutti i Paesi Ue in maniera uniforme e che i coniugi e i partner dello stesso sesso dovrebbero essere trattati allo stesso modo delle loro controparti di sesso opposto“. Nella risoluzione si esortano tutti i Paesi dell’UE a riconoscere come genitori effettivi, legali, gli adulti presenti nel certificato di nascita del bambino. “Le famiglie composte da genitori dello stesso sesso devono disporre dello stesso diritto al ricongiungimento familiare delle coppie di sesso opposto e delle loro famiglie. E, per garantire che i bambini non diventino apolidi quando le loro famiglie si spostano tra Stati membri, le famiglie dovrebbero essere trattate allo stesso modo in tutta l’UE“. L’Europarlamento ha inoltre chiesto dure sanzioni nei confronti di Ungheria e Polonia, come ad esempio procedure di infrazione, misure giudiziarie e strumenti di bilancio.

La risoluzione arriva a 3 anni dalla sentenza “Coman & Hamilton” della Corte di giustizia europea, che sottolineò come il matrimonio tra persone dello stesso sesso contratto in uno Stato UE debba essere riconosciuto in tutti gli altri Stati membri, al fine di garantire la libera circolazione e soggiorno del cittadino dell’Unione. Dinanzi alla risoluzione oggi votata, e alla battaglia tutta italiana sul DDL Zan, l’Eurodeputato Pd Brando Benifei ha commentato: “È il momento di schierarsi dalla parte giusta della Storia“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
kev0 14.9.21 - 18:27

Votate Calenda a Roma

Avatar
Franzc Dereck 14.9.21 - 17:21

Purtroppo è " solo" una Risoluzione non impegnativa e con troppi condizionali . Risultati , forse , dopo il Referendum Magiaro. Si stanno raccogliendo , in Italia , le firme per i referendum sull'eutanasia (per brevità) e sulla " liberazione" della Cannabis. Perché nessuna iniziativa similare per il Matrimonio Paritario?

Avatar
Anonimo 14.9.21 - 15:02

Ovviamente, com'era prevedibile, gli eurodeputati di Lega e Fratelli d'Italia hanno votato contro la risoluzione.

Trending

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron - La bellissima storia di Kenny e Aaron - Gay.it

Si conoscono da bambini ad una festa, 26 anni dopo si sono fidanzati. La bellissima storia di Kenny e Aaron

Culture - Redazione 29.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24

Leggere fa bene

Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d'Appello: "Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica" - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Famiglie Arcobaleno dopo la sentenza della Corte d’Appello: “Ci vuole una legge, è palese discriminazione omofobica”

News - Federico Boni 6.2.24
Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d'ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+ - roma - Gay.it

Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d’ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+

News - Redazione 19.12.23
Credit: Steve Russell

Affermazione di genere, il Governo manda gli ispettori al Careggi di Firenze. Zan: “Crociata ideologica e politica”

News - Redazione 24.1.24
Xavier Espot Zamora, il premier di Andorra fa coming out: “Se può servire, sono felice di farlo” - Xavier Espot Zamora - Gay.it

Xavier Espot Zamora, il premier di Andorra fa coming out: “Se può servire, sono felice di farlo”

News - Redazione 13.9.23
Musk ospite di Giorgia Meloni ad Atreju, Crocini: “Lui padre con la GPA ospite di un partito che vuole abolirla” - Giorgia Meloni a Montecitorio con Elon Musk - Gay.it

Musk ospite di Giorgia Meloni ad Atreju, Crocini: “Lui padre con la GPA ospite di un partito che vuole abolirla”

News - Federico Boni 13.12.23
elon-musk-gina-carano

Licenziata da Disney per le sue battute omobitransfobiche, Elon Musk pagherà la battaglia legale di Gina Carano

News - Francesca Di Feo 15.2.24
elezioni-argentina-reazioni-comunita-lgbtqia

“L’Argentina rischia la regressione come l’Italia, ma non passeranno”: la comunità LGBTQIA+ Argentina e l’elezione di Javier Milei – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 27.11.23
Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: "Basta confondere l'identità sessuale dei bambini" - Pro Vita nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma - Gay.it

Pro Vita, nuovi aberranti manifesti contro la carriera alias a Roma: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Redazione 22.11.23