Eutanasia Legale. Via al referendum, da agosto anche online: come e dove si firma

Tutte le informazioni per partecipare al referendum sull’Eutanasia Legale

eutanasia legale referendum, come e dove firmare
3 min. di lettura

La pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale e l’ok da parte delle commissioni hanno fatto sì che la firma per il referendum sull’eutanasia legale, promossa dall’associazione Luca Coscioni, sia diventata finalmente realtà.

Dal 17 giugno è possibile firmare in varie città italiane, ad esempio presso comuni, studi legali o presso gazebo e tavoli appositi adibiti in piazze, ristoranti ed altri luoghi accessibili al pubblico. Una mappa, aggiornata quotidianamente, mostra i luoghi dove è possibile firmare di presenza.

Ma la decisione, che ha segnato una svolta “storica” per l’Italia, è la possibilità di firmare digitalmente tramite Spid o Cie (carta d’identità elettronica), come è già possibile fare “in quasi tutta Europa e in alcuni Paesi, come la Germania”, afferma in una nota l’associazione Luca Coscioni.

Per il presidente dell’associazione Marco Gentili, “con il digitale si supera il meccanismo discriminatorio dell’autentica, oltre che gli ostacoli previsti da una legge di oltre 50 anni fa, come la vidimazione dei moduli e le procedure vessatorie per la certificazione delle firme, e si evita, qualora dovesse peggiorare la situazione sanitaria, di dover uscire di casa per fare politica”.

Questo è stato possibile a partire dalla campagna referendaria EutanasiaLegale, che è attualmente in corso, ma, in particolare, grazie alla pressione politica degli ultimi anni, come quella da parte delle Nazioni Unite che hanno condannato la Repubblica italiana per violazioni del Patto internazionale sui diritti civili e politici, in seguito al caso Staderini-De Lucia del 2019.

Eutanasia Legale. L’obiettivo della raccolta firme

Entro il 30 settembre il referendum dovrà raggiungere 500 mila firme. Grazie al coinvolgimento popolare, soprattutto sui social network, ci si sta avvicinando alle 400 mila adesioni. Da mercoledì 11 agosto le firme possono essere inviate attraverso la piattaforma https://raccoltafirme.cloud/app/.

Come firmare digitalmente

Dopo aver inserito sul sito che abbiamo menzionato nel precedente paragrafo la mail e la città di residenza, giunge sulla propria casella di posta elettronica un messaggio con un link da seguire. Dopo aver cliccato sul link, si apre la pagina nella quale sono disponibili tre opzioni: “Firmo con SPID”, un’opzione che ha il costo maggiore per i promotori; “Firmo con il mio dispositivo” (smart card, chiavetta USB o firma remota), che ha il costo minore per i promotori; “Non ho SPID o una firma digitale” (il servizio TrustPro consente di per firmare subito ad un costo di tre euro). Una volta scelta l’opzione migliore, è possibile procedere alla firma.

Sul sito dell’associazione Luca Coscioni é possibile anche sostenere il referendum per l’Eutanasia Legale, a partire da un importo di 10 euro aiutando così l’associazione Luca Coscioni a coprire le spese di gestione della piattaforma di raccolta firme e a curare l’informazione ai cittadini su questo nuovo diritto.

Al momento la raccolta fondi ha raggiunto circa 47 mila euro su 100 mila euro di obiettivo.

Cos’è l’eutanasia attiva

L’eutanasia è attiva diretta quando il decesso di una persona è provocato tramite la somministrazione di farmaci che inducono la morte, oppure dallo stop alle cure necessarie per mantenere in vita il malato.

Le ragioni a favore dell’eutanasia attiva si fanno coincidere principalmente sulla libera scelta di ogni cittadino che dovrebbe potersi esprimere anche nella vita privata, e non solo nel diritto di voto. Nelle ragioni a favore dell’eutanasia attiva rientrano anche la qualità della vita (per alcuni il dolore e la sofferenza durante una malattia possono risultare insostenibili) e la dignità, la convinzione radicata di non avere alcuna possibilità di recuperare ciò che aveva reso la vita degna di essere vissuta e anche quella, importante allo stesso modo, di essere destinati a pesare sempre di più e per i tempi indefiniti sui propri cari, rendendo anche a loro impossibile condurre la vita come prima.

Al momento in Italia, dal punto di vista giuridico, morale e religioso, c’è chi considera l’eutanasia attiva una fattispecie assimilabile all’omicidio. Anche dal punto di vista della deontologia medica qualche complicazione sorge dalla non semplice riconducibilità dell’eutanasia attiva ai concetti fondanti della medicina, diagnosi e terapia.

La denuncia dei radicali Staderini e de Lucia

I radicali Mario Staderini e Michele de Lucia, già dal 2015 hanno denunciato il silenzio generale dell’Italia a riguardo di un diritto tutelato a livello internazionale, ovvero l’attivazione di referendum popolari, quelli che possono essere attivati con la raccolta di 500mila firme.

È stato esplicitamente chiesto che venissero rimossi gli ‘irragionevoli ostacoli’, come quelli alla raccolta firme (e, quindi, sugli strumenti di democrazia diretta) previsti da una legge del 1970, che impediscono, in particolare, la realizzazione dell’eutanasia attiva.

La sentenza di condanna per l’Italia è arrivata a novembre 2019: il governo aveva 180 giorni per adeguarsi, ma nulla è cambiato. Fino ad oggi.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 17.8.21 - 8:23

Il fatto che , per motivi pseudoetici , ma soprattutto economici ( terapie costosissime ma redditizie per le case farmaceutiche ), questa legge di civiltà e di autodeterminazione non sia stata ancora approvata è la riprova dei legami tra politica e lobbies.

Trending

Parigi 2024, Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi (VIDEO) - Parigi 2024 Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi - Gay.it

Parigi 2024, Campbell Harrison bacia il fidanzato dopo essersi qualificato per le Olimpiadi (VIDEO)

News - Redazione 24.4.24
Enzo Miccio e il potente monologo contro l'omofobia: "Siate fieri, sempre, perché siete unici e autentici" (VIDEO) - Enzo Miccio - Gay.it

Enzo Miccio e il potente monologo contro l’omofobia: “Siate fieri, sempre, perché siete unici e autentici” (VIDEO)

Culture - Redazione 24.4.24
Mahmood 17 Maggio Omobitransfobia

Cosa dirà Mahmood il 17 Maggio nella giornata contro l’omobitransfobia?

Musica - Mandalina Di Biase 22.4.24
Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24
chat gay grindr

Grindr sotto accusa: avrebbe condiviso con terze parti lo status HIV di migliaia di utenti

News - Francesca Di Feo 22.4.24
BigMama a Domenica In

BigMama: “Prima di Lodovica nascondevo la mia sessualità, non pensavo di meritare amore”

Musica - Emanuele Corbo 22.4.24

Leggere fa bene

Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d'ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+ - roma - Gay.it

Roma, via libera del Comune a finanziamenti per sportelli d’ascolto e centri antidiscriminazione LGBTQIA+

News - Redazione 19.12.23
uganda-carceri-torture-detenut-lgbtqia

Uganda, torture aberranti verso lǝ detenutǝ LGBTQIA+: sanzioni dagli USA

News - Francesca Di Feo 11.12.23
Copyright @Danimale_sciolto

Cosa significa decriminalizzare il sex work: oltre lo stigma e la violenza istituzionale

Corpi - Redazione Milano 21.12.23
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23
"La violenza ha tante forme i diritti sono l'unica cura", la campagna Arcigay con i 52 Centri Antidiscriminazione d'Italia - arcigay - Gay.it

“La violenza ha tante forme i diritti sono l’unica cura”, la campagna Arcigay con i 52 Centri Antidiscriminazione d’Italia

News - Redazione 26.10.23
Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23
rishi sunak transfobico

Regno Unito, il premier Rishi Sunak torna alla carica contro la comunità trans

News - Francesca Di Feo 6.12.23
cgil-tesseramento-alias

Anche CGIL apre al tesseramento alias: “L’accoglienza delle tante diversità non è un qualcosa di facoltativo, ma necessario”

News - Francesca Di Feo 21.1.24