Referendum, la Corte boccia i quesiti sulla cannabis e sull’eutanasia

Furenti le polemiche.

Legge sull'Eutanasia a rischio, tra rinvii e discordanze
"È fondamentale che la spinta per il referendum sia arrivata proprio da parte di chi vive in prima persona la realtà della malattia e della disabilità, insieme a grandi personalità del mondo della scienza e della cultura" (Filomena Gallo e Marco Cappato dell'Associazione Luca Coscioni)
2 min. di lettura

5 referendum abrogativi promossi su 8. La Corte costituzionale ha dato il via libera al referendum per cancellare la legge Severino sulla incandidabilità e decadenza di parlamentari e uomini di governo condannati a 2 anni, quello sui limiti alla custodia cautelare, sulla raccolta firme per il Csm, sulla separazione delle funzioni dei magistrati e sul diritto di voto degli avvocati nei consigli giudiziari. Bocciato in questi ultimi minuti il referendum sulla depenalizzazione della coltivazione della cannabis non a scopo di spaccio.  Inammissibile perché a detta dei giudici avrebbe incluso anche la depenalizzazione nei confronti di droghe pesanti, come il papavero o le foglie di coca. Durissima la replica di Marco Cappato, arrivata via social: “assestato un ulteriore micidiale colpo alle istituzioni e alla democrazia“.

Cestinato ieri, tra furenti polemiche, anche il referendum sull’eutanasia, ritenuto “inammissibile perché a seguito dell’abrogazione, ancorché parziale, della norma sull’omicidio del consenziente, cui il quesito mira, non sarebbe preservata la tutela minima costituzionalmente necessaria della vita umana, in generale, e con particolare riferimento alle persone deboli e vulnerabili“.

In attesa del deposito della sentenza, è divampata la polemica. Furente Marco Cappato, che da anni lotta in prima linea per una legge che autorizzi l’eutanasia: “La Corte costituzionale ritiene che il referendum non preserverebbe la tutela minima della vita “in particolare delle persone deboli e vulnerabili”. Per me, imponendo sofferenza le si preserva ancora meno. Andremo avanti, a costo di rischiare nuovi processi. Percorriamo altre strade: disobbedienza civile, ricorsi. Mi dispiace per chi dovrà sopportare ancora una condizione di sofferenza, e per la democrazia italiana. Ma otterremo l’obiettivo”. “Il giudice Amato è una personalità molto politica, e questa è una decisione politica“.

“Questa Corte il suicidio assistito, a determinate condizioni, l’ha già depenalizzato”, ha replicato oggi il presidente della corte Amato. “Leggere e sentire che chi ha preso queste decisioni non sappia cosa sia la sofferenza mi ha ferito, ha ferito tutti noi, ingiustamente”. La parola ‘eutanasia’ ha portato a tutto questo. Il referendum era sull’omicidio del consenziente, che sarebbe stato lecito in casi ben più numerosi e diversi dall’eutanasia”.

A favore del referendum sull’eutanasia erano state raccolte 1.240.000 firme. Altre 630mila le firme raccolte per il referendum sulla cannabis. Ha così vinto la Chiesa cattolica, che alle urne avrebbe probabilmente subito una sconfitta eclatante, per non dire epocale, dinanzi al suicidio assistito.

Pd e 5 Stelle hanno subito chiesto al Parlamento di portare avanti il testo sul “Fine Vita”, ma anche qui Cappato ha rimarcato come sia un “passo indietro rispetto a ciò che è già legale in Italia”. Un testo, a suo dire, “che restringe i diritti perché il suicidio assistito a determinate condizioni è già legale in Italia”.

Il terzo referendum bocciato dalla Corte è quello sulla responsabilità civile dei giudici. Gli italiani saranno chiamati al voto tra il 15 aprile e il 15 giugno. Per essere considerati validi dovrà votare la maggioranza degli aventi diritto.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bledar Dedja sarebbe stato ucciso dopo aver incontrato un 17enne via Grindr

Perché il 17enne ha ucciso il 39enne Bledar Dedja adescato su Grindr e qual è il movente?

News - Redazione Milano 29.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

Suella Braverman elton john

Rifugiati LGBTIQ+ non sono da proteggere? Elton John risponde così alla ministra britannica

News - Francesca Di Feo 29.9.23
alessia-crocini-mennuni

Alessia Crocini risponde alla senatrice Mennuni sulla maternità: “Le parole di una privilegiata”

News - Francesca Di Feo 28.12.23
meloni orban

Ungheria, Orban sfida l’UE: “Inammissibile l’ingresso dei propagandisti LGBTIA+ nelle nostre scuole” – VIDEO

News - Redazione 22.1.24
Libri omocausto Gay.it

Storie dall’omocausto: cinque libri per saperne di più

Culture - Federico Colombo 24.1.24
Vannacci, papabile capolista Lega alle europee: “L’omosessualità dipende dal condizionamento sociale” - VIDEO - Roberto Vannacci - Gay.it

Vannacci, papabile capolista Lega alle europee: “L’omosessualità dipende dal condizionamento sociale” – VIDEO

News - Redazione 16.1.24
nichi-vendola-gestazione-per-altri

Nichi Vendola eletto Presidente di Sinistra Italiana, Paolo Mieli: “Ora dovrà dire quanto è costato suo figlio” (AUDIO)

News - Federico Boni 27.11.23
sondrio-manifesti-pro-vita-risposta-lgbtqia

“Manifesti Pro Vita disumani” la risposta LGBTQIA+ a Sondrio è esemplare

News - Francesca Di Feo 12.12.23
Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: "La transfobia ha invaso l'America, è vergognoso e doloroso" - annette bening figlio trans Stephen Ira - Gay.it

Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: “La transfobia ha invaso l’America, è vergognoso e doloroso”

Cinema - Redazione 2.11.23