Germania, risarciti 249 uomini condannati perché omosessuali ai tempi del Paragrafo 175

68.300 omosessuali sono stati condannati (in quanto gay) in tutta la Germania dal 1945 al 1969.

Germania, risarciti 249 uomini condannati perché omosessuali ai tempi del Paragrafo 175 - olocausto - Gay.it
2 min. di lettura

La Germania ha risarcito quasi 250 persone dopo averle indagate o perseguitate in base al tristemente celebre Paragrafo 175 che criminalizzava l’omosessualità, creato nel 1871 e abrogato solo nel 1994. L’Ufficio federale di giustizia tedesco ha dichiarato che su 317 richieste di risarcimento, 249 sono state accolto. In totale sono stati pagati 860.000 euro (732.000 sterline).

Il paragrafo 175 fu rigorosamente applicato dai nazisti e mantenuto attivo nella Germania occidentale e orientale anche dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Come riportato dall’Independent, l’ufficio tedesco ha precisato che 14 domande sono ancora in fase di elaborazione, 18 sono state respinte e 36 ritirate. Decine di migliaia di uomini gay furono spediti nei campi dai nazisti tra il 1933 e il 1945. Il leader delle SS Heinrich Himmler descrisse gli uomini gay come una piaga che doveva essere sterminata. Fino a 50.000 omosessuali sono stati condannati in Germania Ovest tra il 1949 e il 1969, con condanne annullate solo nel 2002. Gli omosessuali condannati dopo la guerra hanno visto le loro condanne annullate solo nel 2017. 68.300 omosessuali sono stati condannati in tutta la Germania dopo il 1945. L’omosessualità è stata depenalizzata solo nel 1969.

Il risarcimento è pari a € 3.000 per condanna e a € 1.500 per ogni anno trascorso in carcere. Per chi è stato indagato ma non condannato, € 500 a persona, € 1.500 per ogni anno in custodia cautelare e € 1.500 per altri effetti diretti. Nel 2018 Frank-Walter Steinmeier aveva chiesto perdono alla comunità LGBTQ tedesca per i decenni di persecuzione. È stata fissata una scadenza per le domande di risarcimento al 22 luglio 2022.

Anche se l’omosessualità era illegale ai sensi del Paragrafo 175 del codice penale tedesco, prima del Terzo Reich raramente fu applicato, tanto che i deputati del Reichstag furono più volte sul punto di fissarne l’abrogazione. Un’era di libertà sembrava davvero possibile. Appena un mese dopo la sua elezione, Hitler stesso mise fuori legge le organizzazioni omosessuali e chiuse bar e associazioni gay. Furono bruciati persino molti volumi della vasta biblioteca di Scienze Sessuali, in quanto reputati letteratura degenerata, e alla fine del 1933 i primi condannati furono deportati nei campi di concentramento. Un documentario di pochi anni fa, dal titolo Paragraph 175, raccoglie alcune delle (pochissime) storie giunte fino a noi riguardo i perseguitati per motivi sessuali. La condizione di queste persone non fu facile neppure dopo la caduta del Reich: in quanto omosessuali subirono discriminazioni (nella migliore delle circostanze) o vere e proprie persecuzioni anche con gli Alleati. Alcuni uscirono dai campi di concentramento per essere nuovamente portati in prigione o processati. Un dramma senza fine che ha reso molto complicato reperire dati e storie sulle migliaia di uomini e donne coinvolti.

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24

Leggere fa bene

pro-vita-manifesti-como-brescia

Pro Vita e Famiglia, nuovi manifesti “anti-gender” a Como e Brescia: la risposta di Arcigay

News - Francesca Di Feo 6.1.24
elly schlein partio democratico

Elly Schlein: “Meloni ha giù fallito, l’alternativa è l’eguaglianza”

News - Redazione Milano 11.11.23
Maurizio Landini

CGIL, diritti LGBTIQ+ non menzionati nella manifestazione di Sabato 7 ottobre a Roma

News - Redazione Milano 5.10.23
cover-meloni-africa

Vertice Italia-Africa e Piano Mattei: il Governo Meloni stringe accordi con 23 paesi che criminalizzano l’omosessualità

News - Francesca Di Feo 29.1.24
Elezioni USA 2024, Donald Trump vs. Ron DeSantis. È incubo omobitransfobia con il candidato repubblicano - donald trump vs. ron desantis - Gay.it

Elezioni USA 2024, Donald Trump vs. Ron DeSantis. È incubo omobitransfobia con il candidato repubblicano

News - Federico Boni 2.11.23
luca trapanese alba giorgia meloni

Luca Trapanese: “Non voglio lottare con questo governo ma dialogare. Con Meloni siamo lontani ma c’è un rapporto sereno”

Cinema - Federico Boni 21.9.23
reintegrato-coordinatore-cittadino-fdi-omofobo

Dentro Fratelli d’Italia se sei omofobo fai carriera: la storia di Alessio Butti

News - Francesca Di Feo 1.12.23
La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un'associazione LGBTQIA+ - Simone Pillon - Gay.it

La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un’associazione LGBTQIA+

News - Redazione 23.11.23