Bolle, eterosessuale e completamente nudo.

Nudo integrale per l’étoile della danza questa sera al San Carlo di Napoli. «Sarò imbarazzato» ha detto Roberto Bolle, che ha anche parlato d’amore e di quanto sia difficile trovare una compagna.

Roberto Bolle ballerà la Giselle questa sera al teatro San Carlo di Napoli. E non è tutto, l’étoile andrà in scena completamente nudo come previsto dal coreografo Mats Ek. Un’esperienza nuova per Bolle, che in passato aveva già posato in costume adamitico per l’obiettivo di Bruce Weber, ma mai frontalmente. «Un pò di imbarazzo c’è, – ha raccontato Bolle al settimanale Chi – Sara’ un momento molto particolare, forte, ma non fine a se stesso». In molti accorreranno per vedere il corpo perfetto del 35enne, ma Bolle vorrebbe che il pubblico giungesse numeroso per apprezzare più l’interpretazione che il suo fisico.

Nell’intervista, il ballerino ha parlato anche della sua vita sentimentale, nonostante poco tempo si fosse dichiarato contrario alle esternazioni sulla vita privata dei personaggi famosi.  Ancora una volta Bolle ha negato il coming out pubblicato dalla rivista francese Numéro Homme e successivamente ritrattato: «Ora non sono innamorato. Ma non è facile che mi innamori né farmi amare, sono terribilmente egocentrico e troppo concentrato sul mio lavoro. Chi mi vuole stare vicino deve adattarsi ai miei schemi. Sicuramente mi sto perdendo qualcosa, ma fa parte del gioco. Se non avessi realizzato i miei sogni, ne soffrirei».

Roberto Bolle ha ripercorso, poi, la sua storia con la collega Beatrice Carbone, l’unica nota alla stampa, condividendo con il settimanale la sua esperienza sessuale: «La prima volta? Con una ballerina. Si inizia così, poi si allargano gli orizzonti fuori dal mondo del teatro». Le confidenze sono proseguite e Roberto ha parlato, al femminile, di una partner: «Con una fan mai – ha sentenziato il bellissimo ballerino -. Non per snobismo, ma perché è difficile credere in un interesse sincero per la mia persona». Ancora una volta, dunque, Bolle ha deluso chi si aspettava una dichiarazione alla "Ricky Martin".

Storie

Giovanna Vivinetto, l’insegnante trans licenziata denuncia la scuola

Parte la denuncia ai danni della scuola Kennedy di Roma, dove Giovanna era insegnante.

di Alessandro Bovo