Heartstopper 2, la recensione. Bentornati nell’imperfetto e dolcissimo mondo di Nick e Charlie

Heartstopper è una sorta di miracolo seriale, perché in grado di mostrare sentimenti che molti di noi hanno vissuto almeno una volta nella propria vita, senza mai renderli volgari, lasciandoli lì, a galleggiare in questa sorta di limbo di assoluta purezza adolescenziale.

ascolta:
0:00
-
0:00
Heartstopper 2, la recensione. Bentornati nell'imperfetto e dolcissimo mondo di Nick e Charlie - Heartstopper S02 Teaser21 - Gay.it
4 min. di lettura
Heartstopper 2, la recensione. Bentornati nell'imperfetto e dolcissimo mondo di Nick e Charlie - Heartstopper S02 Image7 1 - Gay.it
Joe Locke and Kit Connor

Il 15 aprile del 2022 vi raccomandavamo in anteprima l’imminente arrivo di una serie di prossima uscita, con giovani attori sconosciuti. Heartstopper, presto letteralmente esplosa, diventando cult Netflix tanto da meritarsi un duplice rinnovo con stagioni 2 e 3 confermate con uno schiocco di dita.

Il 3 agosto è finalmente in arrivo su Netflix la stagione 2 della creatura firmata Alice Oseman, autrice della graphic novel nonché produttrice e sceneggiatrice di un adattamento che si fa sempre più corale e impegnato, nel raccontare le fragilità, la bellezza, le difficoltà dell’adolescenza. A fine stagione 1 avevamo lasciato Nick e Charlie, ovvero Kit Connor e Joe Locke, felicemente fidanzati. In questa seconda stagione Nick e Charlie vivono la loro nuova relazione con sempre più trasporto e dolcezza, con la consapevolezza assoluta di un sentimento che straborda, di un primo amore che li vede illuminarsi, accendersi, quando sono l’uno al fianco dell’altro. Si cercano, si abbracciano, si baciano continuamente, si sfiorano, si pensano, si messaggiano e si guardano con occhi sognanti, ma non senza problematiche da dover gestire e superare.

Heartstopper 2, la recensione. Bentornati nell'imperfetto e dolcissimo mondo di Nick e Charlie - Heartstopper 2 1 - Gay.it

La sopraffina di Oseman si incunea nelle difficoltà quotidiane di un adolescente queer medio. Nick vuole fare coming out come ragazzo bisessuale, sia con gli amici che in famiglia, con il padre assente e il fratello bullo, ma non ci riesce. Ha paura, timore delle reazioni. Charlie, che l’omofobia l’ha vissuta in prima persona quando a scuola scoprirono della sua omosessualità, non vuole mettergli fretta, anzi, si sente in dovere di supportarlo e difenderlo da eventuali ripercussioni. Nel pensare quasi esclusivamente al benessere emotivo dell’amato, Charlie perde contatto con il proprio, cedendo a disturbi alimentari dovuti proprio a quel bullismo che ha lasciato tracce indelebili sulla sua persona.

Kit Connor e Joe Locke sono ancora una volta splendidi nell’esplicitare le mille emozioni vissute dai due protagonisti, l’abbagliante dolcezza che esplode sul piccolo schermo ogni qualvolta i due si guardano, si stringono, si cercano. A differenza di Sex Education, nel mondo di Heartstopper il sesso non è ancora arrivato. Aleggia su tutti i giovani protagonisti ma è ancora qualcosa che li spaventa, tanto da limitarli ad una fisicità d’altri tempi, con i primi baci a certificare i primi amori.

Heartstopper 2, la recensione. Bentornati nell'imperfetto e dolcissimo mondo di Nick e Charlie - Heartstopper Season2 Image2 - Gay.it
Will Gao and Yasmin Finney

A differenza della prima stagione, Heartstopper 2 si fa più corale, allargando il proprio sguardo anche agli amici dei due mattatori. Pubblicamente lesbiche dichiarate, Tara (Corinna Brown) e Darcy (Kizzy Edgell) incontrano difficoltà inattese, perché quando colpisce in famiglia, tra le mura di casa, l’omofobia fa danni spesso irreparabili. Ci sono poi Tao (William Gao) ed Elle (Yasmin Finney), amici da una vita che improvvisamente si rendono conto di volere altro, perché quell’amicizia si è trasformata. Il silente Isaac (Tobie Donovan), perennemente con un libro in mano, è alla ricerca del proprio io, del proprio orientamento, mentre Imogen (Rhea Norwood) continua ad incontrare delusioni d’amore e Ben (Sebastian Croft) affronta i propri errori del passato. Più spazio anche per i due prof. Mr Farouk e Mr Ajayi.

Heartstopper 2, la recensione. Bentornati nell'imperfetto e dolcissimo mondo di Nick e Charlie - Heartstopper Season2 Image4 - Gay.it
Corrina Brown and Kizzy Edgell

Non più regista, perché gli otto episodi di questa stagione 2 sono tutti diretti da Euros Lyn, Alice Oseman ha attinto dalla propria creatura editoriale per parlare di amicizia, amore, lealtà, fluidità sessuale e salute mentale in età adolescenziale. Con una profondità e una amabilità che sbalordiscono. Il mondo di questi studenti, solitamente tutto casa e scuola, per la prima volta si allarga, grazie ad una gita che li vede salutare la provincia inglese per approdare a Parigi. Per 3 puntate Heartstopper cede così ad una trasferta in una grande capitale europea, che aiuterà ragazzi e ragazze a vedere con occhi diversi, più maturi e consapevoli, il proprio imperfetto quotidiano, le sfide della vita che bussano alla porta anche quando sei ancora minorenne e solo apparentemente senza particolari responsabilità.

Heartstopper 2, la recensione. Bentornati nell'imperfetto e dolcissimo mondo di Nick e Charlie - Heartstopper Season2 Image5 - Gay.it
Joe Locke and Kit Connor

Dichiaratamente e orgogliosamente LGBTQIA+,  nonché fieramente sdolcinato, Heartstopper amplia il proprio sguardo in questa stagione 2, con nuove relazioni, nuove infatuazioni, nuove scoperte di sè, abbracciando anche l’aromanticismo e l’asessualità, aggiungendo lettere ad un acronimo sempre più sviluppato. Un coming-of-age nei fatti, anche nella scrittura, che cresce insieme ai suoi protagonisti, racchiusi in un microcosmo arcobaleno costantemente bombardato da insicurezze e paure, odio altrui e incapacità all’ascolto.

Heartstopper è una sorta di miracolo seriale, perché in grado di mostrare sentimenti che molti di noi hanno vissuto almeno una volta nella propria vita, senza mai renderli volgari, lasciandoli lì, a galleggiare in questa sorta di limbo di assoluta purezza adolescenziale che si accende improvvisamente come una scintilla, tra farfalle animate che animano lo stomaco e fiamme che esplicitano un sentimento, rimarcando continuamente l’insensatezza dell’odio omobitransfobico, il male assoluto che può causare, le sue devastanti conseguenze. È questo che differenzia Heartstopper da tutto quello che abbiamo visto fino ad oggi sul piccolo schermo. È difficile, se non impossibile, non empatizzare con Nick e Charlie, è difficile, se non impossibile, non emozionarsi insieme a loro, commuoversi a causa loro, ai due splendidi attori che li hanno resi reali. Sarà difficile, probabilmente tra un paio d’anni, dovergli dire addio. Nel mentre godiamoceli, perché storie così fanno bene al cuore e alla mente.

Heartstopper 2, la recensione. Bentornati nell'imperfetto e dolcissimo mondo di Nick e Charlie - Heartstopper S02 Image4 1 - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

La convention repubblicana di Milwaukee è diventata il "Super Bowl di Grindr" (VIDEO) - grindr repubblicani - Gay.it

La convention repubblicana di Milwaukee è diventata il “Super Bowl di Grindr” (VIDEO)

News - Federico Boni 19.7.24
Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti - Palinsesti Rai - Gay.it

Palinsesti Rai 2024/2025, slitta Sanremo, fuori Serena Bortone. Promossi Insegno, Sechi, Barbareschi e Giletti

Culture - Federico Boni 19.7.24
Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: "Quanto sei gay? Sono gay" (VIDEO) - Giancarlo Commare ha fatto coming out - Gay.it

Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: “Quanto sei gay? Sono gay” (VIDEO)

Culture - Redazione 22.7.24
Eurovision 2025 in Svizzera, è corsa a due tra Ginevra e Basilea per ospitare l’evento musicale - Nemo Eurovision - Gay.it

Eurovision 2025 in Svizzera, è corsa a due tra Ginevra e Basilea per ospitare l’evento musicale

Culture - Redazione 22.7.24
Jordan Bardella Gay.it Roberto Vannacci

Ai Patrioti piace così, Vannacci è troppo anti-gay,: l’omosessualità e le voci manipolatorie su Bardella gay

News - Mandalina Di Biase 21.7.24
Emma, Paola e Chiara e Annalisa contro l'omofobia: "Sta diventando una piaga dilagante, basta!" (VIDEO) - Emma Annalisa Paola e Chiara - Gay.it

Emma, Paola e Chiara e Annalisa contro l’omofobia: “Sta diventando una piaga dilagante, basta!” (VIDEO)

News - Redazione 22.7.24

Hai già letto
queste storie?

Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Lovers 2024, ospiti Paolo Camilli, Annagaia Marchioro e Guglielmo Scilla. In anteprima Lil Nas X: Long Live Montero - Lil Nas X - Gay.it

Lovers 2024, ospiti Paolo Camilli, Annagaia Marchioro e Guglielmo Scilla. In anteprima Lil Nas X: Long Live Montero

Cinema - Redazione 19.3.24
Alan Cumming a sorpresa: "X-Men 2 è il film più gay che abbia mai fatto" - alan cumming x men 2 - Gay.it

Alan Cumming a sorpresa: “X-Men 2 è il film più gay che abbia mai fatto”

Cinema - Redazione 18.6.24
Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell'ultimo capitolo: "Almeno 18 mesi per disegnarlo" - Heartstopper - Gay.it

Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell’ultimo capitolo: “Almeno 18 mesi per disegnarlo”

Serie Tv - Redazione 28.5.24
Young Royals 3, il trailer italiano dell'ultima stagione - Young Royals 3 - Gay.it

Young Royals 3, il trailer italiano dell’ultima stagione

Serie Tv - Redazione 8.2.24
Eric, la miniserie crime con Benedict Cumberbatch nella New York queer degli anni '80 - Eric LimitedSeries Image141 - Gay.it

Eric, la miniserie crime con Benedict Cumberbatch nella New York queer degli anni ’80

Serie Tv - Federico Boni 31.5.24
Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un'icona sconfitta dall'amore - BackToBlack2024 - Gay.it

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un’icona sconfitta dall’amore

Cinema - Federico Boni 11.4.24
Chris Colfer di Glee: "Mi dissero di non fare coming out, che mi avrebbe rovinato la carriera" - Chris Colfer glee - Gay.it

Chris Colfer di Glee: “Mi dissero di non fare coming out, che mi avrebbe rovinato la carriera”

Culture - Redazione 5.6.24