Idaho Pride, cancellato Drag Show per bambini: Repubblicani all’attacco e sponsor in fuga

Un momento di celebrazione rovinato da chi ha voluto sessualizzare l’arte del drag per bambini-

ascolta:
0:00
-
0:00
drag kids
drag kids
3 min. di lettura

Domenica 11 settembre doveva essere l’ultima delle tre giornate di una celebrazione Pride in Idaho, nella città di Boise. Tra i tanti eventi programmati per portare le celebrazioni tra le strade della città, era previsto anche un Drag Show con l’intenzione di portare l’arte del drag anche alle generazioni più giovani. Sul palco, infatti, si sarebbero visti adolescenti a partire dagli 11 anni di età.

«Avete visto le Regine e i Re e ora è il momento di vedere i Bambini. Uno spettacolo drag come nessun altro, i Drag Kids vanno dagli 11 ai 18 anni e sono pronti a dare tutto sul palco del Boise Pride Festival!»

L’annuncio degli organizzatori era chiaro: coinvolgere nelle celebrazioni anche le nuove generazioni, proponendo uno spettacolo innovativo che abbattesse qualsiasi barriera di età nell’arte del drag. L’iniziativa, lodevole, è stata però costretta ad essere posticipata a data da destinarsi, causa le rimostranze della parte politica conservatrice che ha spinto diversi sponsor a ritirare il proprio sostegno.

Boise Pride Festival Drag Show Gay.it
Il Boise Pride Festival è una tre giorni di celebrazioni LGBTQ+

L’Idaho è uno dei cosiddetti Stati viola, in cui le istituzioni sono presiedute sia da politici democratici che repubblicani. In generale, però, la retorica anti-LGBT negli ultimi mesi si è inasprita, come in molti altri Stati americani. A giugno, in occasione del Pride a Coeur d’Alene, sono stati arrestati quindici membri di un gruppo estremista che minacciava di far partire una rivolta durante la marcia del Pride. Anche in questo caso, a de Boise, sono arrivate minacce di persone che dichiaravano di volersi presentare al Drag Show armati.

Il Boise Pride Festival ha dichiarato che la scelta di posticipare lo show è stata spinta da preoccupazioni per la sicurezza di genitori e bambini, ma durante i tre giorni della manifestazione le polemiche sono volate a destra e a manca.

Intanto, le dichiarazioni ufficiali degli sponsor che hanno improvvisamente cambiato idea seguono tutte una linea abbastanza unita: non sapevano che nello show sarebbero stati coinvolti dei minori. Le aziende che hanno deciso di non sostenere più l’evento sono Idaho Central Credit Union, Zions Bank, Idaho CapEd Credit Union, Idaho Power e il Dipartimento della salute e del benessere dell’Idaho.

«Quando ci siamo impegnati a sponsorizzare il Boise Pride Festival di quest’anno, non eravamo a conoscenza degli eventi e delle attività che coinvolgono bambini/minori. Dopo un’attenta considerazione, abbiamo deciso di ritirare la nostra sponsorizzazione del Boise Pride Festival di quest’anno e l’abbiamo comunicato agli organizzatori dell’evento»

L’attenta considerazione si è invece trasformata in un vero e proprio attacco da parte del Partito Repubblicano dell’Idaho, che ha rilasciato su Twitter una lettera ufficiale in cui esortava i cittadini a protestare contro l’evento. La presidente, Dorothy Moon, ha criticato l’evento per «la sessualizzazione dei nostri bambini e l’idea perversa che i bambini dovrebbero impegnarsi in spettacoli sessuali con intrattenitori adulti». Nella lettera, invece, si legge quanto segue:

«La sinistra radicale, i donatori aziendali fuori dallo stato e i loro difensori nei Legacy Media, stanno utilizzando risorse finanziate dai contribuenti per promuovere la sessualizzazione dei bambini dell’Idaho da parte di intrattenitori per adulti – in un parco pubblico»

Boise Pride Festival Drag Show Gay.it
Il Boise Pride Festival ha dovuto cancellare il Drag Show per bambini

Ovviamente, il Drag Show per bambini non aveva niente di sessuale o perverso in partenza. Piuttosto, nel tentativo di affondarlo, i repubblicani l’hanno trasformato in qualcosa di completamente diverso, descrivendolo come uno sfruttamento minorile che non potrebbe essere più lontano dalla realtà.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
CameraModaUnarAFG photo da IG: Tamu McPherson

Milano Fashion Week e lotta alla discriminazione, siglato accordo tra Unar e Camera della Moda

Lifestyle - Mandalina Di Biase 20.2.24
Heartstopper 3, parla Joe Locke: "Sarà più cupa e sexy, parleremo anche di salute mentale" - Joe Locke - Gay.it

Heartstopper 3, parla Joe Locke: “Sarà più cupa e sexy, parleremo anche di salute mentale”

Serie Tv - Redazione 20.2.24
Grecia, l'Alessandro Magno bisessuale di Netflix finisce in parlamento: "Deplorevole, inaccettabile e antistorico" - Alessandro Magno - Gay.it

Grecia, l’Alessandro Magno bisessuale di Netflix finisce in parlamento: “Deplorevole, inaccettabile e antistorico”

Serie Tv - Redazione 21.2.24
thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
transgender allattamento seno

Le mamme transgender e i genitori AMAB possono allattare: lo dice la scienza

Corpi - Francesca Di Feo 22.2.24

Continua a leggere

Stella, il libro per bambini censurato perché la sua autrice si chiama Marie-Louise Gay - stella - Gay.it

Stella, il libro per bambini censurato perché la sua autrice si chiama Marie-Louise Gay

Culture - Redazione 10.10.23
Modifica legge federale Stati Uniti Gay.it

2023, l’anno nero per i diritti LGBTQIA+ negli Stati Uniti d’America

News - Redazione 27.12.23
Le Karma B sono MaschiE e ci raccontano quello che gli uomini non dicono - intervista - Sessp 20 - Gay.it

Le Karma B sono MaschiE e ci raccontano quello che gli uomini non dicono – intervista

Culture - Federico Colombo 16.1.24
(In copertina Matthew a Roma nel 1993: Shepard amava l'Italia e la cultura italiana. Courtesy of Smithsonian, donazione di Judy e Dennis Shepard)

Matthew Shepard, gli amici lo ricordano 25 anni dopo il brutale omicidio omofobo che sconvolse il mondo

News - Redazione 13.10.23
casa arcobaleno

Dipinge la casa arcobaleno per le sue figlie e per rispondere al vicino omofobo

News - Redazione Milano 27.11.23
The House of Hidden Meanings, arriva l’autobiografia definitiva di RuPaul - The House of Hidden Meanings arriva lautobiografia definitiva di RuPaul - Gay.it

The House of Hidden Meanings, arriva l’autobiografia definitiva di RuPaul

Culture - Redazione 5.10.23
posta svagata

Posta Svagata: “Come inizio a fare drag?”

Guide - Riccardo Conte 7.10.23
furry gay SiegedSec

Si firmano “furry gay” e vogliono “ragazze gatto”: hacker attaccano il più grande laboratorio nucleare al mondo

News - Redazione Milano 24.11.23