Iran: arrivano dall’Italia le cartucce dei fucili utilizzate per reprimere i manifestanti

L'Italia è la prima fornitrice di cartucce per la Turchia. Cartucce che poi, in qualche modo, arrivano in Iran.

ascolta:
0:00
-
0:00
iran-proteste-cartucce-cheddite
2 min. di lettura

Dalla morte di Mahsa Amini a settembre, le vittime delle proteste in Iran si sono moltiplicate. A causa della censura, è quasi impossibile arrivare a un numero esatto di manifestanti caduti sotto le violenze della polizia.

Violenze che implicano l’utilizzo di lacrimogeni, proiettili e – nel dettaglio – cartucce di fucili. Che, secondo le ultime notizie, proverrebbero proprio dal nostro paese. L’azienda produttrice è infatti la Cheddite, franco-italiana.

La sede di Cheddite si trova proprio a Livorno, ed è nota per produrre cartucce vuote – che verranno riempite poi dal consumatore finale con esplosivo o pallini. Ma la sostanza non cambia: la natura stessa del prodotto ne fa di per sé un armamento bellico.

La notizia è arrivata nelle scorse ore da France 24 Observer, dopo un’attenta indagine in merito alle proteste in Iran e ai fornitori di armamenti per l’esercito iraniano. Cheddite avrebbe venduto le stesse cartucce utilizzate per reprimere le proteste.

France24 Observer avrebbe fornito come prova una serie di 13 foto di cartucce recuperate in otto città iraniane negli scorsi tre mesi, recanti il marchio Cheddite – o in alternativa, l’inconfondibile logo 12*12*12*12*, che viene utilizzato unicamente dall’azienda.

Una notizia sconvolgente: il comportamento di Cheddite viola il regolamento europeo 359/2011, secondo il quale l’esportazione diretta o indiretta di attrezzatura militare utile a fini repressivi in Iran è vietata in tutti gli stati. E, le cartucce per i fucili rientrano nella lista di prodotti vietati.

E Cheddite pareva fosse a conoscenza del regolamento, tanto che in molti speculano su un possibile dirottamento in Turchia per evitare l’esportazione diretta e aggirare i controlli sui materiali – trattandosi si esplosivi. Al di là delle ipotesi, tuttavia, la colpa è inequivocabile.

Un rapporto dell’ONU ha evidenziato che l’Italia avrebbe, solo dal 2011, esportato oltre 85 milioni di euro di cartucce verso la Turchia – e che quest’ultima ne avrebbe venduto oltre l’85% all’Iran.

Ad oggi, l’Unione Europea di prepara quindi a sanzionare la Cheddite indipendentemente dal fatto che essa non abbia direttamente esportato le cartucce in Iran. Un’azienda che produce prodotti così delicati deve effettuare controlli più stringenti sui propri acquirenti, e assicurarsi che quest’ultimi non rivendano gli stessi prodotti ad organizzazioni terroristiche o – appunto – in violazione dei regolamenti.

I prodotti di Cheddite sono inequivocabilmente progettati per uccidere – o al più ferire – e ogni operazione di vendita dev’essere monitorata con molta più attenzione.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri

Corpi - Redazione 14.6.24
"C'è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+", intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno - Torino Pride 2023 - Gay.it

“C’è un attacco spietato e frontale alla comunità LGBTIAQ+”, intervista al Torino Pride che scende in strada il 15 Giugno

News - Francesca Di Feo 13.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
L'Amante dell'Astronauta, l'amore queer "spudoratamente felice" che abbatte limiti ed etichette - Lamante dellastronauta 05 - Gay.it

L’Amante dell’Astronauta, l’amore queer “spudoratamente felice” che abbatte limiti ed etichette

Cinema - Federico Boni 14.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

metoogarcons-violenza-sugli-uomini

#MeTooGarçons e le violenze subite dagli uomini: “Un tema molto nascosto nella comunità LGBTIQ+”

Corpi - Francesca Di Feo 26.3.24
Yemen, 13 persone condannate ad esecuzione pubblica per "omosessualità" - Indonesia fustigazione gay - Gay.it

Yemen, 13 persone condannate ad esecuzione pubblica per “omosessualità”

News - Redazione 9.2.24
orban ungheria

Come l’Ungheria è diventata illiberale, Orban e l’attacco alla democrazia

News - Lorenzo Ottanelli 1.2.24
Elly Schlein

Donne LGBTI+ e politica: pregiudizi, molestie, violenze, così la resistenza patriarcale tenta di dissuaderle

News - Francesca Di Feo 29.3.24
Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un'aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO) - Da Se Zna Serbia - Gay.it

Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un’aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO)

News - Redazione 8.3.24
Lotto Marzo: cinque scrittrici femministe da (ri)scoprire - Sessp 40 - Gay.it

Lotto Marzo: cinque scrittrici femministe da (ri)scoprire

Culture - Federico Colombo 7.3.24
L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo - indonesia gay protest - Gay.it

L’Indonesia vuole vietare i media LGBTQIA+ e il giornalismo investigativo

News - Redazione 29.5.24
Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso - carcere amnistia - Gay.it

Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso

News - Redazione 29.5.24