Kenya, nuova legge omofoba contro i rifugiati LGBTQIA+

Se approvata, la legge renderà effettiva "l'espulsione di rifugiati e richiedenti asilo" e imporrebbe "la psicoterapia e la riabilitazione", aumentando la prospettiva di campi di terapia di conversione forzata.

ascolta:
0:00
-
0:00
zambia
2 min. di lettura

Se in Uganda la terrificante luova legge omofoba è stata rispedita in Parlamento dal presidente Museveni, che ha chiesto modifiche dopo le pressioni internazionali, in Kenya è stato appena presentato un altro disegno di legge che andrebbe a minacciare i rifugiati omosessuali in arrivo proprio dal vicino Uganda.

La proposta di legge, l’ultima di un’infinita serie di leggi anti-LGBTQ+ presentate in tutta l’Africa, espellerebbe i rifugiati e i richiedenti asilo che si identificano come gay, oltre a punire per un lungo elenco di altri reati considerati “immorali”.

Se approvata, la legge renderà effettiva “l’espulsione di rifugiati e richiedenti asilo LGBTQIA+” e imporrebbe “la psicoterapia e la riabilitazione dei delinquenti”, aumentando la prospettiva di campi di rieducazione e terapia di conversione forzata.

Il Kenya è la meta preferita delle persone LGBTQ+ in fuga dall’Uganda, dopo l’approvazione della legge Kill the Gays 2.0 che il presidente Yoweri Museveni ha recentemente rinviato al Parlamento.

A inizio aprile il parlamentare kenyota Peter Kaluma ha presentato un disegno di legge a protezione della famiglia, modellato proprio sulla legge omofoba ugandese. “Gli atti e le unioni sessuali tra persone dello stesso sesso sono sterili per natura”, ha detto Kaluma. “Se tollerati o sostenuti e propagati, porterebbero all’estinzione della razza umana”.

Ad oggi il Kenya è l’unica nazione dell’Africa orientale ad accettare rifugiati e richiedenti asilo LGBTQ+ senza mettere in discussione il loro orientamento sessuale. Il Paese ospita più di mezzo milione di sfollati provenienti dai paesi vicini nei campi profughi di Dadaab e Kakuma, che è uno dei più grandi al mondo. L’ONU ha più volte certificato violazioni dei diritti umani contro le persone LGBTQ+ in entrambi i campi profughi. All’inizio di quest’anno, più di 300 rifugiati LGBTQ+ a Kakuma hanno lanciato una raccolta firme per protestare contro discriminazioni, torture e maltrattamenti.

“Come rifugiati che cercano sicurezza e rifugio da conflitti e persecuzioni, non dovremmo sopportare ulteriori sofferenze e discriminazioni all’interno dei confini del campo”, si legge nella petizione. “Eppure, questa è la realtà per molti di noi.”

La brutalità e i maltrattamenti della polizia hanno portato a morte, disabilità e ad “un clima di paura e insicurezza all’interno del campo, dove non siamo in grado di vivere liberamente e apertamente come membri della comunità LGBTIQ+”, hanno scritto i firmatari. “Siamo stanchi di vivere nella paura e chiediamo la fine di queste ingiustizie”.

Le sezioni 162 e 165 del Codice Penale del Kenya criminalizzano il comportamento omosessuale ed il tentativo di comportamento omosessuale, riferito come “conoscenza carnale contro l’ordine della natura” e ne stabiliscono la punizione, che può arrivare fino ai 14 anni di carcere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un'Italia accecata dall'odio, che ha perso memoria e speranza - UAF 49 0109 - Gay.it

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un’Italia accecata dall’odio, che ha perso memoria e speranza

Cinema - Federico Boni 4.3.24
Ragazzo marocchino gay trovato morto in casa di accoglienza dopo respinta della domanda di asilo

Respinta richiesta di accoglienza per omosessualità, ragazzo marocchino trovato morto

News - Redazione Milano 4.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24
I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming - Film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 4 marzo/10 marzo tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 4.3.24
Rocco Casalino, insulti omofobi dal ras degli ambulanti Augusto Proietti: "Fr*cio miserabile" (VIDEO) - Il Portavoce di Rocco Casalino 2 - Gay.it

Rocco Casalino, insulti omofobi dal ras degli ambulanti Augusto Proietti: “Fr*cio miserabile” (VIDEO)

News - Redazione 4.3.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

messico-violenza-persone-trans

Messico, è un massacro: quattro gli omicidi di persone trans documentati dall’inizio dell’anno

News - Francesca Di Feo 18.1.24
africa lgbtiq occidente

Se in Africa vedono la questione LGBTIQ+ come arroganza occidentale e le autocrazie ne approfittano

News - Giuliano Federico 18.10.23
Russia LGBTI donna arrestata per orecchini rainbow

Russia: iniziano gli arresti alle persone LGBTI+, una donna incriminata per gli orecchini arcobaleno

News - Francesca Di Feo 2.2.24
Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

Ungheria, impatto devastante della legge anti-LGBTI+, il rapporto di Amnesty

News - Francesca Di Feo 28.2.24
Venezuela, 33 uomini arrestati in una spa gay - carcere - Gay.it

Venezuela, 33 uomini arrestati in una spa gay

News - Redazione 5.9.23
Yemen, 13 persone condannate ad esecuzione pubblica per "omosessualità" - Indonesia fustigazione gay - Gay.it

Yemen, 13 persone condannate ad esecuzione pubblica per “omosessualità”

News - Redazione 9.2.24
Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia - Rizvan Dadayev - Gay.it

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia

News - Redazione 23.1.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24