Kenya, nuova legge omofoba contro i rifugiati LGBTQIA+

Se approvata, la legge renderà effettiva "l'espulsione di rifugiati e richiedenti asilo" e imporrebbe "la psicoterapia e la riabilitazione", aumentando la prospettiva di campi di terapia di conversione forzata.

ascolta:
0:00
-
0:00
zambia
2 min. di lettura

Se in Uganda la terrificante luova legge omofoba è stata rispedita in Parlamento dal presidente Museveni, che ha chiesto modifiche dopo le pressioni internazionali, in Kenya è stato appena presentato un altro disegno di legge che andrebbe a minacciare i rifugiati omosessuali in arrivo proprio dal vicino Uganda.

La proposta di legge, l’ultima di un’infinita serie di leggi anti-LGBTQ+ presentate in tutta l’Africa, espellerebbe i rifugiati e i richiedenti asilo che si identificano come gay, oltre a punire per un lungo elenco di altri reati considerati “immorali”.

Se approvata, la legge renderà effettiva “l’espulsione di rifugiati e richiedenti asilo LGBTQIA+” e imporrebbe “la psicoterapia e la riabilitazione dei delinquenti”, aumentando la prospettiva di campi di rieducazione e terapia di conversione forzata.

Il Kenya è la meta preferita delle persone LGBTQ+ in fuga dall’Uganda, dopo l’approvazione della legge Kill the Gays 2.0 che il presidente Yoweri Museveni ha recentemente rinviato al Parlamento.

A inizio aprile il parlamentare kenyota Peter Kaluma ha presentato un disegno di legge a protezione della famiglia, modellato proprio sulla legge omofoba ugandese. “Gli atti e le unioni sessuali tra persone dello stesso sesso sono sterili per natura”, ha detto Kaluma. “Se tollerati o sostenuti e propagati, porterebbero all’estinzione della razza umana”.

Ad oggi il Kenya è l’unica nazione dell’Africa orientale ad accettare rifugiati e richiedenti asilo LGBTQ+ senza mettere in discussione il loro orientamento sessuale. Il Paese ospita più di mezzo milione di sfollati provenienti dai paesi vicini nei campi profughi di Dadaab e Kakuma, che è uno dei più grandi al mondo. L’ONU ha più volte certificato violazioni dei diritti umani contro le persone LGBTQ+ in entrambi i campi profughi. All’inizio di quest’anno, più di 300 rifugiati LGBTQ+ a Kakuma hanno lanciato una raccolta firme per protestare contro discriminazioni, torture e maltrattamenti.

“Come rifugiati che cercano sicurezza e rifugio da conflitti e persecuzioni, non dovremmo sopportare ulteriori sofferenze e discriminazioni all’interno dei confini del campo”, si legge nella petizione. “Eppure, questa è la realtà per molti di noi.”

La brutalità e i maltrattamenti della polizia hanno portato a morte, disabilità e ad “un clima di paura e insicurezza all’interno del campo, dove non siamo in grado di vivere liberamente e apertamente come membri della comunità LGBTIQ+”, hanno scritto i firmatari. “Siamo stanchi di vivere nella paura e chiediamo la fine di queste ingiustizie”.

Le sezioni 162 e 165 del Codice Penale del Kenya criminalizzano il comportamento omosessuale ed il tentativo di comportamento omosessuale, riferito come “conoscenza carnale contro l’ordine della natura” e ne stabiliscono la punizione, che può arrivare fino ai 14 anni di carcere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico? - grindr olympic - Gay.it

Parigi 2024, hanno bloccato Grindr nel villaggio Olimpico?

News - Redazione 24.7.24
Perché amiamo Tom Daley - Tom Daley - Gay.it

Perché amiamo Tom Daley

News - Federico Boni 23.7.24
Marco Mengoni Marco Torino Greco Vacanza Pantelleria

Marco Mengoni “con il suo migliore amico” Marco Torino Greco secondo i media

Musica - Mandalina Di Biase 24.7.24
La nuova Forza Italia "liberal" voluta dai Berlusconi vuole dividere la comunità LGB da quella T?

Forza Italia vuole dividere la comunità LGBIAQ dalla comunità T, ma noi “Insieme siamo partite, insieme torneremo”

News - Giuliano Federico 22.7.24
Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi - olimpiadi parigi atleti queer - Gay.it

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi

Corpi - Federico Boni 23.7.24
Claudia Pandolfi Giffoni

Claudia Pandolfi in lacrime a Giffoni per “Il ragazzo dai pantaloni rosa”: “Sento la responsabilità di questo film”

Cinema - Emanuele Corbo 23.7.24

Hai già letto
queste storie?

uganda-smug-perde-ricorso-tribunale

Uganda, l’NGO LGBTQIA+ SMUG perde il ricorso in tribunale: operazioni illegali secondo l’Anti Homosexuality Act

News - Francesca Di Feo 25.3.24
afghanistan-persone-transgender

L’Afghanistan a 3 anni dall’ascesa dei talebani: stupri, torture e violenze all’ordine del giorno per le persone transgender

News - Francesca Di Feo 2.4.24
Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso - carcere amnistia - Gay.it

Un terzo del mondo criminalizza ancora oggi gli atti consensuali tra persone dello stesso sesso

News - Redazione 29.5.24
Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell'omofoba Dubai. Pioggia di critiche - Jennifer Lopez - Gay.it

Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell’omofoba Dubai. Pioggia di critiche

Musica - Redazione 13.2.24
ghana-disegno-di-legge-anti-lgbt-approvazione-marzo

Ghana, lo spietato disegno di legge anti-LGBTQIA+ verso l’approvazione a marzo

News - Francesca Di Feo 23.2.24
Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un'aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO) - Da Se Zna Serbia - Gay.it

Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un’aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO)

News - Redazione 8.3.24
Ghana LGBTQ+

Ghana, a rischio 4 miliardi a causa della legge anti-LGBT. E il presidente non l’ha ancora firmata

News - Redazione 6.3.24
Russia, il primo caso di "estremismo LGBTQIA+" finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose - VIDEO - russia club pose orenburg - Gay.it

Russia, il primo caso di “estremismo LGBTQIA+” finirà in tribunale: arrestati manager e direttrice del club queer Pose – VIDEO

News - Francesca Di Feo 22.3.24