L’inutile politica degli annunci sulle unioni civili

Perché il governo presenta un testo suo? E se non fosse affatto la volta buona?

L'inutile politica degli annunci sulle unioni civili - prime trascrizioni roma 1 - Gay.it
5 min. di lettura

All’indomani delle trascrizioni di Roma , vi proponiamo l’interessante riflessione del co-presidente di Rete Lenford sull’annuncio del governo a proposito di un testo sulle unioni civili per le coppie gay.

L'inutile politica degli annunci sulle unioni civili - renzi legge unioni - Gay.it

La notizia è che il Governo Renzi entro fine ottobre varerebbe una propria proposta in materia di unioni civili da presentare al Senato. Un annuncio, ma Repubblica lo presenta nei titoli come se già ci fosse: “Ecco il disegno di legge del governo”.
Provo a non essere sarcastico, ma proprio non ce la faccio:

1) è nota la contrarietà di Rete Lenford a soluzioni che non siano il matrimonio. Con le unioni civili si sancisce finalmente che la famiglia ‘naturale’ e costituzionale è quella uomo-donna e che l’unione tra persone dello stesso sesso è qualcos’altro. Provo a fare l’indovino: già immagino il primo o il secondo articolo della proposta di questo Governo che sancisce la superiorità della famiglia tradizionale;

2) continuando ad aggettivare la soluzione proposta come “alla tedesca” si pensa di proporre un modello avanzato e di grande civiltà, ma come accade in altri ambiti (diritto del lavoro alla tedesca, legge elettorale alla tedesca ed altro) si usa un’espressione che ha solo un pallido valore evocativo, perché si ignorano completamente la storia, il contesto e i percorsi di quel Paese. Sembra che nessuno ricordi che la Germania ha introdotto la Lebenspartnerschaft nel lontano 2001, l’ha inserita direttamente nel codice civile e che nel novembre 2012 il Parlamento ha bocciato il matrimonio egualitario. Se dopo 13 anni in un paese come la Germania il matrimonio egualitario ancora non passa, forse è necessario che riflettano gli italici sostenitori della politica dei piccoli passi o di chi è convinto che in questo modo si avranno più possibilità che la Corte europea dei diritti umani disponga concretamente l’estensione del matrimonio. La dignità e l’uguaglianza non sono merce di scambio;

L'inutile politica degli annunci sulle unioni civili - prime trascrizioni roma9 - Gay.it

3) accettare tutti o molti diritti oggi, piuttosto che continuare a chiedere il matrimonio che non ci daranno sembrerebbe da stupidi. Il fatto è che quei diritti hanno un costo molto alto che è l’accettazione di essere diversi e inferiori in ragione del proprio orientamento sessuale. Politici omosessuali, al Governo, in Parlamento e fuori, continuano a dichiarare che sui nostri diritti ci vuole un atteggiamento pragmatico, lo chiamano “laico”. Chi sostiene il matrimonio è ideologico. A parte osservare che questo linguaggio era tipico di politici di destra o religiosi da sempre avversi non tanto ai nostri diritti, quanto alla nostra stessa esistenza libera e felice, bisogna che si comprenda che non siamo affezionati al matrimonio perché ci piace proprio quello e nessun’altra soluzione. Il matrimonio è riconosciuto un diritto fondamentale della persona in tutti gli ordinamenti occidentali e finché ci sarà, come oggi lo conosciamo, non c’è maggioranza, legislatore o giudice che potrà convincerci che alle persone omosessuali non debba essere garantito. Si chiama eguaglianza, non ideologia;

4) se il matrimonio deve essere accessibile a tutte e a tutti, è necessario che nel diritto di famiglia vengano introdotte altre forme di regolamentazione delle unioni familiari. Forme alternative come ci sono in tanti paesi, accessibili a coppie eterosessuali e omosessuali. Questo tema ormai non si può nascondere sotto al tappeto, perché la società esprime esigenze e bisogni che vanno soddisfatti, soprattutto se riguardano aspetti quotidiani e molto personali della vita dei cittadini e delle cittadine. E però il Governo che intende fare? Il titolo della repubblica è: “riconosciute solo le coppie gay”. Sembra scontato che le unioni civili siano riservate alla coppie dello stesso sesso, ma in realtà questo vuol dire altro e precisamente che nel disegno di legge non ci sarà la regolamentazione di istituti alternativi al matrimonio che interessano anche le coppie eterosessuali, come invece c’era nelle proposte già all’esame del Senato. Ma non si doveva evitare di essere ideologici? Non è forse laico introdurre istituti alternativi al matrimonio per tutti?;

L'inutile politica degli annunci sulle unioni civili - cirinna renzi - Gay.it

5) se la soluzione che dovremo subire è quella delle unioni civili, non si comprende perché il Governo debba presentare una propria proposta, quando in Senato ce ne sono una dozzina e l’iter legislativo ha già prodotto ben due testi base (relatrice Cirinnà), che aspettano solo di essere emendamenti e inviati per il voto in Aula. Ricordo che quando il Governo Prodi presentò il disegno di legge sui DICO precisò in tutte le sedi che quello era solo il contributo che il Governo offriva al Parlamento, ma che la materia era di esclusiva competenza del Parlamento a cui ogni decisione andava rimessa. Così la Commissione giustizia del Senato, guidata da Cesare Salvi, cominciò un esame che avrebbe portato all’elaborazione dei CUS. Salvi dichiarava: “non insabbiare e non accelerare” e si andò avanti così fino alla fine anticipata della legislatura che non portò a nulla.

L'inutile politica degli annunci sulle unioni civili - sinodo coppie gay1 - Gay.it

I CUS non fecero neanche in tempo ad essere presentati effettivamente in commissione. Al Senato l’iter legislativo sulle unioni civili è in stato avanzato. Il testo Cirinnà può essere assimilato nei contenuti alla Lebenspartnerschaft. Allora che necessità c’è che il Governo presenti una sua nuova proposta? Sarebbe sufficiente che il Governo proponesse degli emendamenti se ritiene che ci sia qualcosa in più o in meno nel testo base attuale. In questo modo le unioni civili potrebbero essere approvate dall’Aula del Senato già la prossima settimana. Invece con la presentazione di un nuovo testo del Governo si rischia di dover ricominciare tutto da capo in Commissione e di impiegare ancora mesi prima di arrivare in Aula. Chi conosce di diritto parlamentare sa di cosa parlo. Nella scorsa legislatura, pur di rallentare il percorso della legge che ha finalmente parificato giuridicamente i figli nati fuori dal matrimonio con quelli nati nel matrimonio (eliminando l’orrenda definizione di legittimi/illegittimi), il ministro della famiglia Giovanardi bloccò il testo che la Camera dei deputati aveva elaborato e che era prossimo ad andare al voto dell’Aula perché il Governo intendeva presentare una propria proposta. Questo testo ci mise un po’ ad arrivare e quando arrivò si dovette ricominciare tutto. Il risultato fu che la legge venne approvata per il rotto della cuffia poco prima della fine della legislatura, quando ormai si pensava che fosse finita su un binario morto e qualcuno si sfregava le mani.Allora mi viene da pensare che la proposta del Governo sulle unioni civili sia solo una tattica dilatoria, in una materia che viene ritenuta di competenza parlamentare e su cui, in ogni caso, una delle due camere ha quasi concluso l’iter legislativo. Il sospetto è che questa non sia la volta buona, al contrario di quanto scrive Repubblica;

L'inutile politica degli annunci sulle unioni civili - prime coppie bologna b - Gay.it

6) la proposta annunciata dal Governo Renzi entrerà al Senato – fidandoci di quanto annunciato – uguale nei contenuti alla Lebenspartnerschat, ma quale sarà il testo approvato (se mai si arriverà a questo)? Quali sono le mediazioni che si dovranno fare e accettare? Questo è un aspetto che viene sottovalutato, ma molto importante. Il vantaggio del testo base Cirinnà, frutto di un percorso parlamentare, è che il contenuto è già noto. Cosa non va rispetto al modello straniero evocato?

7) si tratta certamente di speculazioni giornalistiche, ma mi fa specie dover immaginare – e non posso non scriverlo- che i diritti delle famiglie omosessuali siano oggetto di contrattazione con le gerarchie ecclesiastiche o merce di scambio con politiche fiscali volte a sostenere le famiglie numerose. In questo modo si perde la cultura dei diritti e si mettono in soffitta i principi costituzionali. Rivendico la mia dignità di persona omosessuale cittadina di uno stato democratico e laico.

di Antonio Rotelli

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: "Quanto sei gay? Sono gay" (VIDEO) - Giancarlo Commare ha fatto coming out - Gay.it

Giancarlo Commare e il presunto coming out alla domanda del tiktoker: “Quanto sei gay? Sono gay” (VIDEO)

Culture - Redazione 22.7.24
Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi - olimpiadi parigi atleti queer - Gay.it

Parigi 2024, ecco gli atleti dichiaratamente LGBTQIA+ che si sono qualificati alle Olimpiadi

Corpi - Federico Boni 23.7.24
Jordan Bardella Gay.it Roberto Vannacci

Ai Patrioti piace così, Vannacci è troppo anti-gay,: l’omosessualità e le voci manipolatorie su Bardella gay

News - Mandalina Di Biase 21.7.24
Blue Phelix intervista

Blue Phelix e il buio dopo X Factor: “Sono stato molto giudicato e ho sofferto. Oggi so chi sono”

Musica - Emanuele Corbo 22.7.24
Tutti i coming out "vip" del 2024 - Coming Out 2024 - Gay.it

Tutti i coming out “vip” del 2024

News - Federico Boni 19.7.24

Hai già letto
queste storie?

CGIL e associazioni LGBTQIA+ hanno sottoscritto un protocollo d'intesa per la difesa dei diritti - PROTOCOLLO DINTESA CGIL CON LE ASSOCIAZIOINI LGBTQIA 0 - Gay.it

CGIL e associazioni LGBTQIA+ hanno sottoscritto un protocollo d’intesa per la difesa dei diritti

News - Redazione 26.6.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Roberto Poletti parla per la prima volta della sua unione civile con Francesco: "18 anni insieme, non ho nulla da nascondere" - Roberto Poletti 2 - Gay.it

Roberto Poletti parla per la prima volta della sua unione civile con Francesco: “18 anni insieme, non ho nulla da nascondere”

Culture - Redazione 11.3.24
Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24
San Valentino 2024, i messaggi d'amore delle coppie vip LGBTQIA+ - San Valentino 2024 - Gay.it

San Valentino 2024, i messaggi d’amore delle coppie vip LGBTQIA+

Culture - Redazione 15.2.24
Transgender triptorelina

Triptorelina, 35 associazioni trans* ed LGBTQIA+ chiedono di partecipare al tavolo tecnico per la revisione dei protocolli

Corpi - Francesca Di Feo 28.3.24
Tony D’Elia aka Silvana Della Magliana di Drag Race si è unito civilmente all'amato Federico. Chiara Francini officiante (VIDEO) - Silvana Della Magliana di Drag Race Italia si e unita civilmente allamato Federico - Gay.it

Tony D’Elia aka Silvana Della Magliana di Drag Race si è unito civilmente all’amato Federico. Chiara Francini officiante (VIDEO)

Culture - Redazione 24.6.24
Celeste e Giulio nuova coppia di campioni di 100% Italia - Celeste e Giulio nuova coppia di campioni di 100 Italia foto - Gay.it

Celeste e Giulio nuova coppia di campioni di 100% Italia

Culture - Redazione 5.3.24