Video

Lionesses: “Show Me Your Pride”. Ecco la prima boy band K-pop queer al mondo

“Fammi vedere il tuo orgoglio. Perché sei tu quello che brilla come le stelle”. Così la band Lionesses è decisa a cambiare il panorama musicale della Corea del Sud.

2 min. di lettura

Si chiamano Lionesses e sono la prima boy band del mondo K-pop a fare coming out. Hanno da poco pubblicato il singolo di debutto dal titolo Show Me Your Pride e il loro obiettivo è mostrare ai giovani fan coreani che è possibile abbracciare il proprio essere queer senza vergogna. Quattro i membri della band: Damjun, Kanghan, Lee Marlang e Foxman. La loro prima canzone è accompagnata da un video musicale, nella cui descrizione su YouTube si legge “Fammi vedere il tuo orgoglio. Perché sei tu quello che brilla come le stelle”.

«Tendiamo a pensare che il carnivoro al vertice della catena alimentare nell’ecosistema africano, che spesso vediamo attraverso i media, sia il leone maschio con la folta criniera folta. Ma il sovrano delle pianure è in realtà la leonessa. È un gruppo di leonesse che è incaricato della caccia per il branco»

Così parla Damjun in un’intervista spiegando il nome della band. La canzone tratta non solo del coming out e dell’essere fedeli a sé stessi, ma anche dei tanti ostacoli che comporta fare parte della comunità LGBTQ+, soprattutto in Corea del Sud.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da LIONESSES (@lionesses.official)

Il Paese non è mai stato troppo aperto verso la comunità queer, i diritti sono ancora per lo più negati, le discriminazioni in ambito lavorativo e sociale sono comuni e un’ondata di atteggiamenti anti-LGBT si è registrata nel 2020, quando un locale gay è stato associato a un focolaio di Covid. Un caso che ha fatto il giro del mondo è quello di Byun Hee-soo, una donna trans che è stata congedata dall’esercito e ha affrontato un duro processo per rivendicare la sua dignità, con tanto di critiche e attacchi da parte di una buona maggioranza dell’opinione pubblica. Hee-soo è morta suicida lo scorso marzo, e non ha fatto in tempo ad ascoltare la sentenza del tribunale che dichiarava illegittima l’azione dell’esercito.

«Penso che la società coreana sia ancora molto conservatrice – anche se è molto meglio di prima – e penso che le nostre prospettive e percezioni cambieranno di più in futuro».

Così ha commentato Foxman, a cui Lee Marlang ha aggiunto: «Amare te stesso come minoranza richiede molta lotta e riflessione, questo perché la società è violenta e la discriminazione e l’oppressione sono gravi». La band è sostenuta dal gruppo per i diritti LGBTQ+ nella Corea del Sud Beyond the Rainbow Foundation’s Ivan City Queer Cultural Fund, che ha finanziato anche il video.

«Vogliamo solo interpretare il ruolo di un faro, in modo che i giovani LGBTQ che sognano di diventare musicisti non perdano la loro occasione a causa della paura… A 18 anni avevo bisogno di quel faro, ma non ce l’avevo».

In Corea ci sono diversi solisti che da tempo hanno fatto coming out, come Holland e R&B MRSHLL, ma il mondo delle band è estremamente diverso, come abbiamo visto anche con quelle che hanno avuto successo negli ultimi anni in Occidente, da BTS a Blackpink. Le gerarchie e le regole sono più rigorose e Lionesses rappresenta una ventata d’aria fresca, che può solo aprire la strada affinché altri li possano seguire. Una boy band queer non si era mai vista ed è la riprova che anche lì il cambiamento, seppur lento, sta arrivando.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Taiwan, la drag queen Nymphia Wind si esibisce per la presidente uscente Tsai Ing-wen (VIDEO) - Nymphia Wind - Gay.it

Taiwan, la drag queen Nymphia Wind si esibisce per la presidente uscente Tsai Ing-wen (VIDEO)

News - Redazione 17.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24

Hai già letto
queste storie?

bandiera progress pride

Le conquiste internazionali sui diritti LGBTQIA+ del 2023

News - Federico Boni 19.12.23
russia lgbt estremisti

Russia, Corte Suprema dichiara estremista il movimento LGBT: escalation persecutoria

News - Redazione Milano 30.11.23
Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell'omofoba Dubai. Pioggia di critiche - Jennifer Lopez - Gay.it

Jennifer Lopez, 5 milioni di dollari per cantare nell’omofoba Dubai. Pioggia di critiche

Musica - Redazione 13.2.24
romania-unione-civile-in-italia (1)

Denis e Gianluca, la loro unione sbeffeggiata dalla burocrazia romena: “Ci hanno riso in faccia” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 9.1.24
uganda-smug-perde-ricorso-tribunale

Uganda, l’NGO LGBTQIA+ SMUG perde il ricorso in tribunale: operazioni illegali secondo l’Anti Homosexuality Act

News - Francesca Di Feo 25.3.24
ghana-cardinale-contro-disegno-di-legge-omofobo

Ghana, il Cardinale Turkson contro la legge anti-LGBTQI+: “L’omosessualità andrebbe capita, non criminalizzata”

News - Francesca Di Feo 29.11.23
report-amnesty-diritti-umani

Preoccupante regressione dei diritti umani, tra cui quelli LGBTQIA+, a livello globale: il desolante report di Amnesty International

News - Francesca Di Feo 29.4.24
arabia saudita

Expo 2030 a Riad, in Arabia Saudita andrà in scena l’esposizione universale dell’omobitransfobia

News - Federico Boni 29.11.23