Matt Bomer: “Fare coming out mi è costato alcuni ruoli in tv e al cinema, ma ne è valsa la pena”

Nel 2012 Matt Bomer rivelò di aver sposato l'amato Simon Halls. "Dire che non mi è costato certe cose nella mia carriera sarebbe una bugia", rivela oggi. Ma rivendicandolo con orgoglio.

Matt Bomer: "Fare coming out mi è costato alcuni ruoli in tv e al cinema, ma ne è valsa la pena" - Matt Bomer - Gay.it
2 min. di lettura

A breve su Netflix grazie a The Boys in the Band, Matt Bomer, dal 2011 sposato con Simon Halls nonché padre di due splendidi bimbi, ha rivelato ad Attitude le conseguenze professionali del proprio coming out, fatto nel 2012.

Oggi come oggi ci sono sicuramente più opportunità per gli attori gay rispetto a prima, ma c’è ancora un prezzo da pagare nell’essere LGBT dichiarati. Viviamo in un’epoca in cui ci sono attori, atleti e personaggi pubblici che sono apertamente gay e non hanno avuto paura di ammetterlo. Ma senza dubbio, nella mia esperienza ho dovuto cedere a dei compromessi. Ho fatto coming out in un momento in cui era molto rischioso farlo, avevo un film di un importante studios che stava per essere presentato in anteprima e una serie televisiva in uscita. Ma per me era più importante essere il mio io più autentico, sia per la mia famiglia che per me stesso. Non stavo cercando di essere un modello, né lo sono ora, ma pensai che potendo aiutare anche solo una persona, allora ne sarebbe valsa la pena. Ma dire che non mi è costato certe cose nella mia carriera sarebbe una bugia. Lo ha fatto, è successo”.

Bomer non approfondisce, all’interno dell’intervista, ma evidentemente determinati ruoli tv e cinematografici sono ‘saltati’ proprio a causa di quel coming out. 42 anni, Matt si è fatto vedere in sala con film come In Time (2011), Magic Mike (2012), Storia d’inverno (2014), Magic Mike XXL (2015), The Nice Guys (2016) e I magnifici 7 (2016), mentre in tv ha presto incrociato Ryan Murphy, prendendo parte a Glee, The New Normal, American Horror Story e The Normal Heart, grazie al quale ha vinto un Golden Globe.

Bomer e Murphy si sono poi ritrovati a teatro nel 2018 proprio con The Boys in the Band, ora da fine settembre su Netflix con l’attesissimo nuovo adattamento. “È stata un’esperienza così liberatoria poter raccontare una storia con un ensemble e un team creativo interamente gay”. “Ci sono spesso momenti sul set in cui sono l’unica persona apertamente gay presente, e ho imparato a gestirlo e a fare il mio lavoro – ma è stato così bello avere questa esperienza collettiva insieme ad altri, e un senso condiviso su chi siamo e chi vogliamo essere. Penso che abbia davvero influenzato il nostro lavoro”.

https://www.instagram.com/p/CE63wCnB5wX/

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Irene Rando 13.9.20 - 9:54

3 bellissimi e dolcissimi ragazzini!!

Trending

Rita Pavone: "Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono" - Rita Pavone - Gay.it

Rita Pavone: “Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono”

Musica - Redazione 11.7.24
Kylie Minogue, Bebe Rexha e Tove Lo

Kylie Minogue: il singolo ‘My Oh My’ con Bebe Rexha e Tove Lo è un “usato sicuro”, ma funziona – AUDIO

Musica - Emanuele Corbo 11.7.24
Kim Kardashian

Kim Kardashian ha provato lo sperma di salmone (e non è l’unica)

Corpi - Emanuele Corbo 12.7.24
Il murales queer dedicato a Michela Murgia realizzato da Laika per il progetto "Ricordatemi come vi pare" curato da Pietro Turano di Arcigay

“Ricordatemi come vi pare”, non è ancora completato, e il murales queer dedicato a Michela Murgia fa infuriare la destra

Culture - Redazione Milano 7.7.24
Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: "Per guardare al futuro insieme a lei" - Laika e Michela Murgia - Gay.it

Intervista a Laika, autrice del gigantesco murale dedicato a Michela Murgia: “Per guardare al futuro insieme a lei”

Culture - Federico Boni 11.7.24
Titti De Simone - Legge contro l'omobitransfobia in Puglia

Legge contro l’omobitransfobia in Puglia, una battaglia durata 8 anni – Intervista a Titti De Simone

News - Francesca Di Feo 12.7.24

Continua a leggere

nava mau baby reindeer

Nava Mau: chi è l’attrice trans* di Baby Reindeer che interpreta il ruolo di Teri

News - Gio Arcuri 26.4.24
Peppi Nocera coming out La Badante shitstorm

Il coming out non è solo gay, Peppi Nocera travolto dalle polemiche dopo la nostra intervista

Culture - Redazione Milano 22.1.24
Sei nell’anima, il trailer del biopic su Gianna Nannini (che racconterà anche il suo amore per le donne) - Sei nellanima foto Ralph Palka SNA 491A4283 - Gay.it

Sei nell’anima, il trailer del biopic su Gianna Nannini (che racconterà anche il suo amore per le donne)

Cinema - Redazione 19.4.24
Chi è Eliot Sumner, figliə non-binary di Sting che interpreta Freddie Miles in Ripley - eliot sumner freddie ripley - Gay.it

Chi è Eliot Sumner, figliə non-binary di Sting che interpreta Freddie Miles in Ripley

Serie Tv - Redazione 8.4.24
Baby Reindeer, Nava Mau e la rappresentazione trans nella nuova serie crime Netflix di cui tuttə parlano - Baby Reindeer n S1 E2 00 20 42 07 - Gay.it

Baby Reindeer, Nava Mau e la rappresentazione trans nella nuova serie crime Netflix di cui tuttə parlano

News - Redazione 19.4.24
Mahmood coming out_ Foto dalla sfilata di Prada

Quella specie di coming out di Mahmood in inglese: media italiani impazziti

Musica - Mandalina Di Biase 20.6.24
Eric, la miniserie crime con Benedict Cumberbatch nella New York queer degli anni '80 - Eric LimitedSeries Image141 - Gay.it

Eric, la miniserie crime con Benedict Cumberbatch nella New York queer degli anni ’80

Serie Tv - Federico Boni 31.5.24
La figlia dell'ex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender - La figlia dellex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender - Gay.it

La figlia dell’ex leader del Ku Klux Klan fa coming out come donna transgender

News - Redazione 13.5.24