Napoli, picchiata a sangue per aver difeso l’amico gay

Una ragazza di 26 anni rischia di perdere un occhio dopo essere stata vittima di un'aggressione in Piazza Bellini. Era intervenuta per difendere un amico omosessuale insultato da alcune teste rasate.

Napoli, picchiata a sangue per aver difeso l'amico gay - napoli aggressionegayBASE - Gay.it
3 min. di lettura

Napoli, picchiata a sangue per aver difeso l'amico gay - napoli aggressionegayF1 - Gay.it

Si trovava in Piazza Bellini, a Napoli, per passare la serata in tranquillità con un suo amico gay, ma la salopette e la borsa che il ragazzo portava hanno attirato l’attenzione di un gruppo di giovani con la testa rasata che hanno fatto irruzione nella piazza iniziando a insultare il ragazzo. Dagli insulti sono velocemente passati alle mani ed è lì che la giovane 26enne è intervenuta per difendere il ragazzo vittima dell’aggressione. Ma anche lei è stata picchiata, con calci e pugni su tutto il corpo, sotto gli occhi indifferenti dei passanti. Adesso la ragazza rischia di perdere l’occhio sinistro, ma non ha perso la consapevolezza di quello che è successo e anche nella denuncia sporta ai carabinieri ha specificato che si è trattato di un’aggressione omofoba.

Napoli, picchiata a sangue per aver difeso l'amico gay - napoli aggressionegayF2 - Gay.it

«Non so se perdo l´occhio – ha dichiarato la ragazza a ‘la Repubblica’ -, ma ho la testa che funziona. Li potrei riconoscere e spero che la polizia li arresti. Non é la prima volta che in piazza Bellini se la prendono con i più deboli e i gay. La settimana scorsa passarono in moto e coprirono tutti con la schiuma degli estintori, a sfregio, senza motivo».
L’episodio è avvenuto domenica scorsa e poco dopo la cronaca ha registrato un altro episodio di violenza in una piazza poco distante, piazza Dante, dove un cinquantenne è stato accoltellato. Secondo alcune ipotesi si potrebbe trattare dello stesso gruppo di teste rasate.

Napoli, picchiata a sangue per aver difeso l'amico gay - napoli aggressionegayF3 - Gay.it

Non è la prima volta che una delle piazze più frequentata da gay di tutto il capoluogo campano viene presa di mira da gruppi di omofobi violenti e c’è chi ipotizza una lotta tra bande rivali per il controllo del territorio che prevede l’esclusione delle persone lgbt da quella zona della città. E non è neanche un caso che proprio Piazza Bellini sia stata scelta come luogo di partenza del Pride di Napoli.

Napoli, picchiata a sangue per aver difeso l'amico gay - napoli aggressionegayF4 - Gay.it

Le associazioni lgbt napoletane hanno diffuso un comunicato unitario per denunciare il clima di terrore in cui gay, lesbiche e transessuali partenopei vivono ormai da mesi.
«La vera vergogna che denunciamo è la ‘licenza di aggredire’ – si legge nel comunicato – che viene così indirettamente concessa a chi viola i corpi e la dignità di altri esseri umani e la deriva violenta di false propagande […] Accadimenti come questo di Piazza Bellini non sono per caso: sono il risultato e l’allarme di un imbarbarimento generale che mette a rischio lo stato di civiltà e democrazia della città, dell’intero Paese».
Intanto, per giovedì a partire dalle 19, sono previsti una fiaccolata e un sit-in simbolico a Piazza Bellini

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
meloni orban

35 ambasciate firmano una dichiarazione che condanna le leggi anti-LGBTQ ungheresi. Assente l’Italia

News - Redazione 21.6.24
aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24
Carmine Alfano sospeso dall'Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata - Carmine Alfano 2 - Gay.it

Carmine Alfano sospeso dall’Università dopo le frasi omofobe si ritira dal ballottaggio di Torre Annunziata

News - Redazione 21.6.24
Front Runners Milano Prima Running Community LGBTQIA+ in Italia

Cagliari calcio e i suoi tifosi premiati da Arcigay Sport: “Italia in Campo contro l’Omobitransfobia 2024”

Corpi - Francesca Di Feo 22.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Emanuele Pozzolo il post omofobico ai tempi dell'approvazione delle unioni civili. Nella foto insieme a Giorgia Meloni che lo scelse nelle liste elettorali del 25 Settembre 2022.

Emanuele Pozzolo, scelto da Meloni: ecco il post omofobico contro le unioni civili

News - Redazione Milano 3.1.24
Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all'assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO - Gay Center - Gay.it

Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all’assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO

News - Redazione 1.2.24
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
uganda-smug-perde-ricorso-tribunale

Uganda, l’NGO LGBTQIA+ SMUG perde il ricorso in tribunale: operazioni illegali secondo l’Anti Homosexuality Act

News - Francesca Di Feo 25.3.24
ragazza-lesbica-aggredita-bojano

Prese a schiaffi e insultò coppia di donne lesbiche. Condannato a 5 mesi e 9 giorni di reclusione

News - Redazione 23.2.24
russia-putin-comunita-lgbt-bambini

Russia, Putin sulla comunità LGBTQIA+: “Giù le mani dai bambini”

News - Redazione Milano 23.2.24
la-normalita-dell-amore

Il mio libro di risposta a Vannacci: “La normalità dell’amore”, così un ragazzo replica alle retoriche d’odio del generale

Culture - Francesca Di Feo 1.2.24
Monsignor Cozzoli e il vicepresidente Cei in difesa di Papa Francesco: "Non è omofobo, si riferiva a preti gay con compartimenti scorretti" (VIDEO) - Monsignor Cozzoli - Gay.it

Monsignor Cozzoli e il vicepresidente Cei in difesa di Papa Francesco: “Non è omofobo, si riferiva a preti gay con compartimenti scorretti” (VIDEO)

News - Redazione 29.5.24