I Papà per Scelta fermati all’aeroporto: “La polizia voleva controllare che non avessimo rapito i nostri figli”

Incredibile quanto avvenuto a Linate a Carlo, Christian e ai due loro gemellini.

I Papà per Scelta fermati all'aeroporto: "La polizia voleva controllare che non avessimo rapito i nostri figli" - papà per scelta - Gay.it
2 min. di lettura

È una triste storia figlia di una legislazione assente, quella raccontata su Instagram dai Papà per Scelta, ovvero Carlo Tumino e Christian De Florio, genitori di due gemellini fermati all’aeroporto di Linate dalla polizia, prima di imbarcarsi per un volo per l’America. Perché una volta arrivati ai controlli, Carlo, Christian e i piccoli Sebastian e Julian sono stati fermati dagli agenti perché i documenti dei gemelli non erano riconoscibili. “Ci hanno fermato con delle domande un po’ assurde, un po’ violente”. “Dov’è la loro mamma, ci hanno domandato. ‘Ma è possibile che non hanno una mamma? Questi bambini da dove sono usciti? Ah quindi li avete adottati?”. Domande stupide che non hanno un senso logico“.

Noi abbiamo spiegato che sono nati negli Stati Uniti, ma ci hanno detto: qui siamo in Italia“, ha denunciato Tumino. “Quindi se siamo in Italia, devono avere per forza una madre?“, ha replicato il papà. “Hanno solo il passaporto americano, non avevamo portato con noi le carte d’identià perché loro l’hanno cartacea: non possono avere quella elettronica perché c’è ancora la dicitura madre/padre”. Ed è qui che subentra la mancanza tutta italiana di una legge che tuteli le famiglie arcobaleno, i genitori e soprattutto i figli, costretti a simili umiliazioni a causa di una politica cieca e sorda.

“Giustamente il poliziotto ha fatto il suo dovere, ma alla mia domanda su perché ci stesse trattenendo da 25 minuti col rischio di perdere l’aereo, ci ha risposto: perché devo controllare che non li avete rapiti. Io questa cosa la trovo pericolosissima, e mi chiedo: ma se al posto nostro ci fosse stata una madre single con due bambini con passaporto americano, avrebbero chiesto dov’è il padre? Avrebbero fatto le stesse storie? La vogliamo finire di fare domande stupide, scomode, discriminatorie, pregiudizievoli, quando è palese che siamo i genitori? Ma non per niente, perché hanno il nostro doppio cognome?”.

Una discussione surreale avvenuta proprio davanti ai due bambini, che ha scosso l’intera famiglia. “Siamo una famiglia. Lo siamo dentro le nostre quattro mura e lo siamo nei documenti che a fatica ci siamo conquistati, nonostante l’assurdità di dover giustificare l’amore di due papà in un Paese che riconosce le famiglie solo dalla forma e composizione“, hanno precisato Carlo e Christian su Instagram. “Questi siamo noi. Quattro cuori che battono all’impazzata quando respirano la stessa aria. Quattro sorrisi brillanti che si accendono quando trascorrono del tempo insieme. E nonostante la brutta faccenda, niente e nessuno impedirà di viverci alla luce del sole. Perché i pregiudizi si combattono provando ad accendere la luce sulla nostra realtà, troppe volte invisibilizzata e discriminata. Una realtà che ha il diritto di essere riconosciuta, rispettata e tutelata“.

Christian, Carlo e i bimbi sono alla fine riusciti ad imbarcarsi e attualmente si trovano a Miami.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Simona Fatima Cira Aiello

Chi è Simona Aiello donna trans candidata con Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia alle comunali

News - Mandalina Di Biase 28.5.24
10 attori e attrici trans ad hollywood

10 star della comunità trans* che stanno rivoluzionando Hollywood

Cinema - Gio Arcuri 23.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Papa Francesco Dignitas Infinita - Chiesa Cattolica - Vaticano

Papa Francesco e l’attacco ai seminaristi gay, le reazioni della comunità LGBTQIA+ italiana

News - Redazione 28.5.24
Marta Fascina e Marina B. Forza - Italia

Le malignità di Forza Italia: Marta Fascina deve lasciare il partito, ma non finché c’è Marina B.

News - Mandalina Di Biase 28.5.24
teramo-estorsione-uomini-gay-grindr

Reggio Calabria, uomo gay adescato tramite app picchiato, insultato e derubato da tre ragazzi

News - Redazione 28.5.24

Continua a leggere

Martano, omofobia ai danni della drag queen Tekemaya: "Mi veniva da piangere e mi son sentita male" - Tekemaya - Gay.it

Martano, omofobia ai danni della drag queen Tekemaya: “Mi veniva da piangere e mi son sentita male”

News - Redazione 6.12.23
Famiglie arcobaleno a Roma, tra flashmob e convegno per raccontare la GPA attraverso gli occhi di chi l’ha vissuta (VIDEO) - Famiglie arcobaleno in piazza a Roma tra flashmob - Gay.it

Famiglie arcobaleno a Roma, tra flashmob e convegno per raccontare la GPA attraverso gli occhi di chi l’ha vissuta (VIDEO)

News - Redazione 5.4.24
san-gregorio-magno-quindicenne-accoltella-il-padre

Ragazzo di 15 anni accoltella il padre che lo “accusa” di essere gay durante una lite domestica

News - Francesca Di Feo 18.12.23
Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: "Il calcio non è da fr*ci" - Matt Turner e Vinicius - Gay.it

Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: “Il calcio non è da fr*ci”

News - Redazione 27.3.24
100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore - roberto vannacci - Gay.it

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore

News - Redazione 7.12.23
Accusata di essersi inventata la recensione omofoba di un cliente, è morta la ristoratrice Giovanna Pedretti - Giovanna Pedretti - Gay.it

Accusata di essersi inventata la recensione omofoba di un cliente, è morta la ristoratrice Giovanna Pedretti

News - Redazione 15.1.24
Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero - carcere - Gay.it

Poliziotto costretto ad esami psichiatrici per verificare se fosse gay, il Tar condanna il ministero

News - Redazione 18.4.24
Parte il viaggio itinerante in camper delle Famiglie Arcobaleno: prima tappa a Morbegno, in Valtellina - famiglie arcobaleno valtellina 1 1 - Gay.it

Parte il viaggio itinerante in camper delle Famiglie Arcobaleno: prima tappa a Morbegno, in Valtellina

News - Gio Arcuri 22.2.24