Perugia, Procura e Omphalos ricorrono in Cassazione contro l’assoluzione di Simone Pillon

Nel 2014 Pillon aveva additato gli attivisti LGBT come ‘adescatori di minorenni’. Prima condannato per diffamazione, è stato poi assolto dalla Corte di Appello. Ora il ricorso. La battaglia legale prosegue.

Perugia, Procura e Omphalos ricorrono in Cassazione contro l'assoluzione di Simone Pillon - Scaled Image 26 - Gay.it
2 min. di lettura

La scorsa settimana è stato depositato il ricorso della Procura Generale della Repubblica contro la sentenza della Corte di Appello di Perugia che ha assolto il Sen. Simone Pillon dalle accuse di diffamazione nei confronti dell’associazione Omphalos LGBTI. La sentenza di assoluzione della Corte di Appello aveva ribaltato la condanna comminata in primo grado. Il ricorso della Procura si aggiunge a quello già presentato a maggio scorso dalla stessa associazione per la parte civile.

«Accogliamo con grande soddisfazione la notizia del ricorso della Procura della Repubblica – ha dichiarato Stefano Bucaioni, presidente di Omphalos LGBTI – avevamo già commentato a suo tempo che la sentenza di Appello ci sembrava illogica e ingiusta e siamo felici che la Procura abbia sollevato gli stessi dubbi. Ora sarà la massima corte a doversi esprimere su quanto accaduto e confidiamo che venga pienamente ripristinata la condanna al Sen. Pillon, già inflitta in primo grado. Nessuno si può permettere di dire che Omphalos “adesca minorenni” o che “istiga ai rapporti omosessuali”, infangando e diffamando il lavoro trentennale di centinaia di volontari e attivisti che hanno sostenuto la lotta alle discriminazioni nella nostra regione

Il ricorso per Cassazione, presentato dal Procuratore Generale della Repubblica, sostiene che la Corte di Appello di Perugia ha travisato lo schema giuridico-fattuale del reato contestato, motivando i propri assunti con argomenti illogici e contraddittori. Secondo la Procura è “sicuramente diffamatorio affermare, come ha fatto l’imputato, che il rappresentante di Omphalos ebbe a pronunciare parole che istigavano all’omosessualità” e “non si può certo scriminare colui che mistifica i fatti per arrivare a descrivere Omphalos e coloro che ne fanno parte come adescatori di minorenni, istigatori ai rapporti omosessuali e negazionisti dell’eterosessualità”.

«Come abbiamo più volte ricordato, anche in occasione delle recenti polemiche sul DDL Zan – continua Bucaioni – nessuno nega al Sen. Pillon il diritto di esprimersi contro l’omosessualità, per quanto medievali e fuori dal tempo possano essere le sue esternazioni. Ciò che il Sen. Pillon, e chiunque altro, non può fare è sostenere tali opinioni diffamando le associazioni LGBTI e raccontando il falso. Questa non può essere considerata critica politica, altrimenti sarebbe tutto permesso. Attendiamo fiduciosi il responso della Corte di Cassazione, convinte che venga finalmente fatta giustizia

Pillon aveva di fatto additato gli attivisti LGBT come ‘adescatori di minorenni’, nel 2014, nel corso di una serie di dibattiti pubblici.  Lo scorso febbraio la corte di Appello aveva assolto il senatore, inizialmente condannato in primo grado per diffamazione, perché a loro dire il “fatto non sussiste“. “Mi auguro che da oggi in poi nessuno si permetta più di portare nelle scuole materiale criptopornografico o che inneggi all’ideologia omosessualista, oltretutto senza il consenso dei genitori“, disse all’epoca il senatore leghista dopo l’inattesa assoluzione. “Dedico questa vittoria a tutte le mamme e a tutti i papà che vogliono continuare a educare i loro figli liberi da ogni indottrinamento GENDER. La Corte ha ribadito la legittimità del diritto alla libertà di parola e di critica politica di fronte alla censura LGBT“.

Ma Simone Pillon ha forse cantato vittoria troppo presto. Perché la battaglia, prosegue.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24
Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans - Lia Thomas - Gay.it

Niente Olimpiadi di Parigi 2024 per Lia Thomas, la decisione del CAS contro la nuotatrice trans

Corpi - Redazione 14.6.24

Leggere fa bene

elezioni-indonesia-2024

Indonesia, estrema destra anti-LGBTI+ verso la vittoria, chi è Prabowo Subianto leader di Gerindra

News - Francesca Di Feo 16.2.24
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
Famiglie Arcobaleno: "Vergognoso e ormai inspiegabile silenzio ai danni dei nostri figli da parte del legislatore" - Augusto Barbera 4 - Gay.it

Famiglie Arcobaleno: “Vergognoso e ormai inspiegabile silenzio ai danni dei nostri figli da parte del legislatore”

News - Redazione 19.3.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Matteo Salvini annuncia la candidatura di Roberto Vannacci alle Europee il giorno della Liberazione - Matteo Salvini e Roberto Vannacci - Gay.it

Matteo Salvini annuncia la candidatura di Roberto Vannacci alle Europee il giorno della Liberazione

News - Redazione 26.4.24
Transgender triptorelina

Triptorelina, 35 associazioni trans* ed LGBTQIA+ chiedono di partecipare al tavolo tecnico per la revisione dei protocolli

Corpi - Francesca Di Feo 28.3.24
meloni orban

L’ascesa delle ultradestre e dei movimenti anti-LGBTQIA+ spiegata in 5 punti fondamentali

News - Francesca Di Feo 29.5.24
Peter Spooner, Rishi Sunak

“Chiedete scusa alle vittime di transfobia!” il padre di Brianna Ghey al primo ministro Sunak

News - Redazione Milano 8.2.24