Video

Apre a Londra il primo Museo LGBTQIA+ del Regno Unito – VIDEO

Sarà gratuito e accessibile per chiunque. "Una destinazione essenziale" dice la direttrice.

2 min. di lettura

Questa primavera a Londra aprirà il primo museo di cultura LGBTQIA+ (qui vi proponiamo una lista di musei LGBTQIA+ nel mondo).

La sede fisica sarà situata nell’edificio di Granary Square, presso King’s Cross.

É ora di uscire dai margini” dichiara il co-fondatore Joseph GalianoQueer Britain sarà il primo museo inglese per chiunque, indipendentemente dalla sessualità e l’identità di genere. Celebrerà le vite di persone LGBTQIA+ dai background differenti. Aiuterà a completare l’albero genealogico della nostra nazione”.

Già nel 2018, Galiano ha manifestato la sua intenzione di mettere su un progetto che non riguardasse esclusivamente uomini gay, dando spazio ad ogni minoranza – persone nere, asiatiche, trans – che rappresentano “una fonte di cultura mai raccontata”.

Per Galiano l’obiettivo è stato sin da subito creare un luogo dove qualcuno che ha appena fatto coming out può portare i suoi genitori e far conoscere un po’ di più il suo mondo.

 

 

Il museo racconterà la nostra comunità attraverso esposizioni di opere e oggetti di culto, spazi per laboratori e attività a scopo didattico, e naturalmente un negozio pieno di gadget a tema.

L’accesso – munito di numerosi scivoli e ascensori per facilitare l’ingresso a chiunque – sarà completamente gratuito, pur accogliendo donazioni per l’associazione no-profit.

Queer Britain avrà finalmente uno spazio per mostrare cosa possiamo fare e che siamo qui per tutta la comunità, dalle lesbiche femministe della vecchia guardia come me fino ai giovani queer di tutti i generi e le etnie.” afferma entusiasta Lisa Power, trustee del museo “Mira a raccontare le nostre tante storie diverse, e ora abbiamo una casa in cui farlo”.

 

Apre a Londra il primo museo LGBTQIA+

Apre a Londra il primo museo LGBTQIA+
“Il Regno Unito sta finalmente ottenendo il museo LGBTQ+ che merita, per riflettere e celebrare tutte le nostre comunità emozionanti e così selvaggiamente diverse, indipendentemente dalla loro sessualità, identità di genere, background, abilità o eredità. La comunità vive unita”.
(Anjum Mouj, trustee del museo)

 

Anche Sadiq Khan, sindaco di Londra, si mostra più che a sostegno dell’attivita ritenuta un “messaggio forte e chiaro di come la città sia faro di diversità”, che garantisca sicurezza, protezione, e riconoscimento ad ogni persona queer.

L’intero archivio del Queer Britain è gestito dalla Bishopsgate Institution a Liverpool Street, che include una vastissimo raccolta di notizie e più di 10,000 testi a tema LGBTQIA+.

Vorrei ringraziare chiunque ci ha detto non fosse possibile e non ha voluto investire nel progetto” dichiara Lisa Power a Dazed “Ci avete trasmesso la determinazione di portarlo avanti, nonostante il Covid, le austerità, e l’aumento dei crimini d’odio. E questo è solo l’inizio.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

gran-bretagna-ruanda-rifugiati-lgbtqia

Gran Bretagna, rifugiati LGBTI+ da deportare in Ruanda, approvato il piano immigrazione

News - Francesca Di Feo 24.4.24
Resistenza, malattia e vita: abbiamo intervistato Ivonne Capece, a teatro con Thinking Blind - Matteo B Bianchi 2 - Gay.it

Resistenza, malattia e vita: abbiamo intervistato Ivonne Capece, a teatro con Thinking Blind

Culture - Federico Colombo 20.4.24
Stephen Laybutt, l'ex calciatore australiano è stato trovato morto. A fine carriera il coming out - Stephen Laybutt header Attitude - Gay.it

Stephen Laybutt, l’ex calciatore australiano è stato trovato morto. A fine carriera il coming out

Corpi - Redazione 18.1.24
Sandra Milo, Icona eternamente Libera - Sandra Milo fotografata da Leandro Manuel Emede per Sette Corriere - Gay.it

Sandra Milo, Icona eternamente Libera

Culture - Federico Boni 29.1.24
Napoleone era bisessuale? - Rupert Everett 2 - Gay.it

Napoleone era bisessuale?

News - Redazione 24.11.23
Max Peiffer Watenphul. Dal Bauhaus all'Italia

Max Peiffer Watenphul e la scena queer mai più dimenticata della scuola Bauhaus

Culture - Redazione Milano 30.11.23
Miranda July (Vogue, 2020)

Miranda July, amarsi senza cadere a pezzi – intervista

Culture - Riccardo Conte 4.3.24
Giorgio Bozzo, autore di Le Radici dell'Orgoglio

Quell’orgoglio che ci rende più forti: intervista con Giorgio Bozzo (che riparte con Le radici dell’orgoglio)

Culture - Riccardo Conte 4.1.24