Torino, costituito il comitato promotore per il Museo dell’Omosessualità

Dopo la lettera aperta al Sindaco di Torino e al Presidente di Regione, Angelo Pezzana e Maurizio Gelatti hanno costituito un comitato promotore per il Museo sulla storia dell'Omosessualità, includendo personalità di spicco della politica, della cultura e dell'attivismo.

Torino, costituito il comitato promotore per il Museo dell’Omosessualità - V Congresso nazionale del Fuori Piazza San Pietro Roma 23 25 aprile 1976 Foto di copertina Fuori n.16 - Gay.it
V Congresso nazionale del Fuori_Piazza San Pietro, Roma 23-25 aprile 1976 Foto di copertina Fuori n.16
4 min. di lettura

La proposta per un Museo sulla Storia dell’Omosessualità a Torino sembra stia diventando realtà.

Lo scorso ottobre Angelo Pezzana e Maurizio Gelatti, presidente e co-presidente della Fondazione Sandro Penna – FUORI!, avevano scritto una lettera aperta rivolta neosindaco di Torino Stefano Lo Russo e al Presidente della regione Piemonte Alberto Cirio.

La richiesta era semplice. Visto il successo della mostra dedicata ai cinquant’anni del FUORI! (organizzata al Polo del ‘900 e al Museo Diffuso della Resistenza), Pezzana e Gelatti chiedevano di aprire finalmente un Museo delle Storia dell’Omosessualità nel capoluogo piemontese. La lettera era supportata anche dalla grande attenzione che i musei LGBTQIA+ riscuotono in giro per il mondo.

In attesa di incontrare il Presidente di Regione e il Sindaco di Torino, Pezzana e Gelatti hanno costituito un comitato promotore, includendo personalità di spicco della politica, della cultura e dell’attivismo, tra cui Simone AllivaChiara AppendinoMonica CirinnàNicola Lagioia Vladimir Luxuria.

Il Comitato promotore:

Angelo Pezzana e Maurizio Gelatti | presidente e co-presidente della Fondazione Sandro Penna-FUORI!

Guido Accornero | Imprenditore e Fondatore Salone del Libro di Torino

Simone Alliva | Scrittore e Giornalista. Esperto di cronaca politica e diritti civili

Chiara Appendino | Già Sindaca di Torino

Alessandro Battaglia | Già Coordinatore Torino Pride, Presidente Associazione Quore e membro del Comitato per i Diritti Umani del Consiglio Regionale del Piemonte

Luca Beatrice | Curatore e Critico d’arte contemporanea, già Responsabile del Padiglione Italia alla 53ª Biennale d’arte di Venezia

Giulio Biino | Notaio, Presidente Fondazione Circolo dei Lettori

Alessandro Bollo | Direttore Polo del ‘900

Giorgio Bozzo | Produttore discografico, Autore televisivo, Commediografo, Giornalista e ideatore del podcast Le Radici dell’Orgoglio sulla storia del movimento omosessuale in Italia

Laura Camis De Fonseca | Industriale e Presidente Fondazione Camis De Fonseca

Tommaso Cerno | Giornalista e Senatore

Monica Cirinnà | Senatrice e prima firmataria della Legge sulle Unioni Civili

Sarah Cosulich | già Direttrice Artissima e Quadriennale di Roma, ora Direttrice Pinacoteca Agnelli

Anna Cuculo | Attrice, Regista, Coreografa e fra le prime animatrici di FUORI! Donna

Paola Cuniberti | Imprenditrice e Manager del mondo dello spettacolo

Rita De Santis | Scrittrice, Poetessa e Presidente onoraria AGEDO Nazionale

Irene Dionisio | Regista, Artista, Operatrice culturale e già Direttrice Lovers Film Festival

Stefano Francia di Celle | Direttore Torino Film Festival

Vera Fraboni | Architetta e fra le prime Attiviste transessuali del FUORI!

Chiara Ghislieri | Docente e già Presidente del Comitato Unico di Garanzia dell’Università degli Studi di Torino

Fulvio Gianaria | Avvocato e Presidente OGR-CRT

Marco Alessandro Giusta | Coordinatore Torino Pride, già Assessore ai Diritti della Città di Torino, già membro della Segreteria Nazionale di Arcigay

Yuri Guaiana | Attivista per i diritti LGBT, Senior Campaigns Manager dell’Associazione internazionale All Out

Nicola Lagioia | Scrittore, Direttore Salone del Libro di Torino

Giampiero Leo | Vicepresidente Comitato Diritti Umani del Consiglio Regionale del Piemonte, Consigliere di Indirizzo Fondazione CRT, già Assessore alla Cultura

Elena Loewenthal | Scrittrice, Direttrice Circolo dei Lettori

Vladimir Luxuria | Politica, Artista, Direttrice Lovers Film Festival

Beatrice Merz | Presidente Fondazione Merz IT, Fondazione Merz CH e hopefulmonster editore

Mariateresa Martinengo ­ | Consigliera e Segretaria Ordine dei Giornalisti del Piemonte

Roberto Mastroianni |Filosofo, Curatore d’arte e Presidente Museo Diffuso della Resistenza

Arianna Montorsi | Docente e Referente del Rettore per la Parità di Genere e la Diversità al Politecnico di Torino

Ugo Nespolo | Artista, già Presidente del Museo Nazionale del Cinema

Antonella Parigi | Imprenditrice, fra le Promotrici di Torino Città per le Donne e già Assessora alla Cultura della Regione Piemonte e Direttrice Circolo dei Lettori

Marco Pellissero | Giurista e Docente di Diritto Penale

Antonio Pizzo | Docente, fra i Promotori della Cattedra di Storia dell’Omosessualità dell’Università degli Studi di Torino

Donata Prosio | Attivista per i diritti LGBT, già Coordinatrice Torino Pride

Giovanni Quer |Giornalista e Ricercatore

Luca Ricolfi | Docente, Politologo e Sociologo

Gianni Rossi Barilli | Giornalista e Storico del movimento omosessuale

Enrico Salvatori | Programmista RAI, esperto di archivi audiovisivi e di storia radiotelevisiva, del costume e dello spettacolo e consulente di festival internazionali

Paolo Verri | Già Direttore Salone del Libro di Torino, Comitato Italia 150 e Torino Internazionale. Fra i vari incarichi, ha diretto la candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura

Le motivazioni del Museo dell’Omosessualità

Perché a Torino è nato il movimento omosessuale ed è, come ci dite anche voi, “Capitale dei diritti”.

Perché la Fondazione che presediamo possiede e custodisce uno dei più importanti (non vogliamo peccare di superbia) archivi dedicati al movimento omosessuale che siamo pronti a mettere a disposizione.

Perché le esperienze analoghe nel mondo dedicate alla storia dell’omosessualità e degli omosessuali, come lo Schwules Museum di Berlino, riscuotono un grande successo.

Perché a Torino, unica città italiana, esiste la cattedra di “Storia dell’omosessualità”. Il museo, quindi, potrebbe contare sul sicuro sostegno degli atenei locali.

Perché fra un anno, a Torino si svolgerà l’assemblea generale dei pride europei e in città arriveranno i principali rappresentanti ed esperti LGBT del mondo con la possibilità di poter illustrare loro il progetto e di ottenere il loro supporto.

Perché a Torino il Salone del Libro di Torino ha ospitato uno spazio LGBT: non per la prima volta ma, per la prima volta, voluto e sostenuto congiuntamente da Regione e Comune.

Perché a Torino si svolge il principale festival cinematografico a tematica LGBT di Italia e uno dei tre più importanti di Europa.

Perché, come sapete sicuramente, il Piemonte punta da anni, a livello turistico internazionale su questi temi. 

Infine perché Torino è città laboratorio, incubatrice di esperienze di successo: nessuna città è più adatta in Italia per ospitare la prima esperienza museale LGBT di Italia.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
Bledar Dedja sarebbe stato ucciso dopo aver incontrato un 17enne via Grindr

Perché il 17enne ha ucciso il 39enne Bledar Dedja adescato su Grindr e qual è il movente?

News - Redazione Milano 29.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

graeme-reid-sogi

Difesa dei diritti LGBTIQA+ in Europa: eletto Graeme Reid in SOGI, ecco chi è e di cosa si occupa

News - Francesca Di Feo 20.10.23
@spartaco._

Il mondo gamer raccontato da Jessica G. Senesi: tra autoironia e inclusività

News - Riccardo Conte 1.2.24
Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: "Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans" - Jamie Lee Curtis - Gay.it

Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: “Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans”

Culture - Federico Boni 10.11.23
pro-vita-manifesti-como-brescia

Pro Vita e Famiglia, nuovi manifesti “anti-gender” a Como e Brescia: la risposta di Arcigay

News - Francesca Di Feo 6.1.24
Copyright @Danimale_sciolto

Cosa significa decriminalizzare il sex work: oltre lo stigma e la violenza istituzionale

Corpi - Redazione Milano 21.12.23
6 elettori statunitensi su 10 sono favorevoli all’introduzione di leggi a protezione della comunità LGBTQIA+ - Trump vs. Biden - Gay.it

6 elettori statunitensi su 10 sono favorevoli all’introduzione di leggi a protezione della comunità LGBTQIA+

News - Federico Boni 12.10.23
famiglie-arcobaleno

Padova, colpo di scena dalla Procura: si può tornare alla Corte costituzionale per difendere l’uguaglianza di tutte le famiglie

News - Redazione 14.11.23
governo-sunak-lgbtqia

Regno Unito: come la destra del governo Sunak distrugge decenni di progressi LGBTIQ+

News - Francesca Di Feo 23.10.23