Virginia: un ristorante rifiuta il servizio a un gruppo cristiano anti-LGBT e contro l’aborto

La vicenda ha fatto provare ai conservatori un pizzico della loro stessa medicina

ascolta:
0:00
-
0:00
Ristorante Virginia gruppo cristiano Gay.it
3 min. di lettura

Siamo abituatə a sentire storie di persone LGBTQ+ discriminate nei più vari ambiti della vita quotidiana, dal servizio rifiutato nei locali pubblici fino alle scuole e ai luoghi di lavoro. Questa volta, però, le parti si sono invertite: un ristorante del Virginia ha fatto assaggiare a dei conservatori un po’ della loro stessa medicina.

Il tutto è avvenuto a Richmond, capitale dello Stato della Virginia, e una delle città americane più antiche. I protagonisti della storia sono i titolari del Metzger Bar and Butchery, che si sono rifiutati di accogliere nel loro ristorante un evento privato organizzato dalla The Family Foundation. I titolari hanno avvisato gli organizzatori che la loro prenotazione sarebbe stata cancellata a causa delle diverse posizioni delle due parti su temi essenziali dei diritti civili.

Ristorante Virginia gruppo cristiano Gay.it
Il Metzger Bar, protagonista della vicenda

La The Family Foundation è un’organizzazione cristiana ultra conservatrice che in più occasioni ha fatto parlare di sé per le predicazioni contro il matrimonio tra le persone dello stesso sesso e il diritto all’aborto. Il ristorante Metzger, allo stesso modo, ha una reputazione per rifiutarsi di servire «chiunque mettesse a disagio o insicuro il nostro personale e questa è stata la forza trainante della nostra decisione. Tutto il nostro personale è composto da persone con diritti che meritano dignità e un ambiente di lavoro sicuro», come hanno spiegato i proprietari.

Ristorante Virginia gruppo cristiano Gay.it
The Family Foundation, il gruppo cristiano che si è visto rifiutato il servizio

La cosa, ovviamente, non è stata presa bene dalla presidente di The Family Foundation, Victoria Cobb, che, paragonando l’odierno clima culturale «agli anni ’50 e all’inizio degli anni ’60, quando alle persone veniva negato il servizio di ristorazione a causa della loro razza», ha dichiarato: «Non è un buon modello di business avere la sensazione che le persone stiano valutando se sei degno di mangiare al loro ristorante».

In un post Instagram del Metzger Bar si legge: «Recentemente abbiamo rifiutato il servizio a un gruppo che aveva prenotato un evento con noi dopo che i proprietari di Metzger hanno scoperto che si trattava di un gruppo di donatori di un’organizzazione politica che cerca di privare le donne e le persone LGBTQ+ dei loro diritti umani fondamentali in Virginia».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Metzger Bar And Butchery (@metzgerrva)

 

È alquanto ironico, quindi, come i conservatori in questione si siano affrettati a gridare alla discriminazione, senza apparentemente rendersi conto che si tratta dello stesso identico torto a cui sottopongono donne e persone della comunità LGBTQ+ quando tentano di togliere loro i diritti o trattarlə in modo diverso.

Sul blog della Fondazione è stato anche pubblicato un articolo dal titolo “Siamo stati cancellati! Di nuovo”, in cui si invitano anche i sostenitori del gruppo a supportarlo attraverso donazioni di denaro: «Prenderai in considerazione una donazione oggi per sostenere i nostri sforzi per garantire che nessun virginiano debba mai preoccuparsi di vedersi rifiutare un semplice pasto a causa delle sue convinzioni religiose?», si legge.

Ristorante Virginia gruppo cristiano Gay.it
Victoria Cobb è la presidente della The Family Foundation

La vicenda ha scatenato comunque qualche polemica quando alcuni utenti sui social hanno sottolineato come, secondo la legge federale americana, il Civil Rights Act del 1964, i business pubblici e privati non possono rifiutare di dare i loro servizi discriminando su etnia, colore della pelle, religione, sesso o nazione di provenienza. Tuttavia, l’interpretazione della legge è abbastanza ampia dal non far rientrare nella discriminazione motivi politici o morali.

Sembra proprio essere questo il caso che coinvolge il Metzger Bar e la The Family Foundation: la prenotazione non è stata rifiutata perché si tratta di un gruppo cristiano, bensì per una questione morale, non condividendo le posizioni – queste sì discriminatorie – dello stesso. Tutto sommato, sentire qualche volta una versione diversa della storia dà, se non proprio giustizia, almeno un po’ di soddisfazione.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

uganda-carceri-torture-detenut-lgbtqia

Uganda, torture aberranti verso lǝ detenutǝ LGBTQIA+: sanzioni dagli USA

News - Francesca Di Feo 11.12.23
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
terapie di conversione terapie riparative

Negli USA oltre 1.300 “terapisti della conversione” torturano ancora le persone LGBT+, nonostante i divieti

News - Federico Boni 15.12.23
Joe Biden, Taylor Swift, Donald Trump

Sarà Taylor Swift a ‘salvare’ Joe Biden e sconfiggere i repubblicani?

Musica - Redazione Milano 1.2.24
Nex Benedict

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l'omofoba legge dell'Uganda "Kill the Gay" - Tim Walberg - Gay.it

Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l’omofoba legge dell’Uganda “Kill the Gay”

News - Redazione 29.12.23
stati-uniti-ban-terapie-affermative

Stati Uniti, continuano i ban alle terapie affermative per i minori: 100.000 lǝ adolescenti abbandonatǝ a loro stessǝ

Corpi - Francesca Di Feo 17.4.24
come capire se sei bisessuale, bisessualità test

Il 10% degli americani rientra nello spettro della bisessualità, il nuovo studio

News - Redazione 12.3.24