Russia, attacco alle organizzazioni che aiutano le persone LGBT a scappare dalla Cecenia

Il ministero della giustizia russo ha definito questi attivisti LGBT come "agenti stranieri", designazione che implica un ulteriore controllo da parte del governo.

russia
In Russia, la legge sulla propaganda gay manda in galera una ragazza.
2 min. di lettura

Russian LGBT Network, importante gruppo LGBT+ russo che da anni lavora per aiutare le persone LGBT cecene ad uscire dal Paese, è finito sotto scacco del ministero russo della giustizia. In pochi anni la rete LGBT russa ha aiutato oltre 150 persone queer a fuggire dalla Cecenia e a trasferirle in regioni più sicure dentro e fuori la Russia. L’organizzazione ha 17 filiali in tutto il Paese e continua ancora oggi a compilare rapporti sulla persecuzione in corso delle persone LGBT+ in Cecenia, che il governo locale nega con insistenza.

Lunedì 8 novembre le autorità russe hanno etichettato Russian LGBT Network e cinque avvocati del gruppo di attivisti Team 29 come “agenti stranieri“, designazione che implica un ulteriore controllo da parte del governo. Una volta così registrate, le ONG sono soggette a specifici controlli e sono costrette a contrassegnare tutte le dichiarazioni ufficiali con una nota. La rete LGBT ha respinto questa etichettatura e l’ha impugnata in tribunale.

Al momento non siamo a conoscenza di quale sia stata la ragione per riconoscerci come agenti stranieri“, ha affermato il gruppo in una nota. “La rete LGBT russa non è d’accordo con tale status. Non siamo coinvolti in alcuna attività politica, forniamo assistenza legale e psicologica, proteggiamo i diritti della comunità LGBTQ+. La rete LGBT russa farà ricorso contro questa decisione in tribunale. Oggi Russian LGBT Network è stato riconosciuto come agente straniero, ma continuiamo a lavorare per voi, persone LGBTQ+ in Russia”.

La notizia è stata fortemente condannata da Natalia Zviagina, direttrice dell’ufficio di Amnesty International a Mosca, che l’ha definita “oltre la vergogna“. “La decisione del ministero della giustizia rivela che gli avvocati impegnati a difendere i diritti delle persone prese di mira in casi politicamente motivati e i difensori dei diritti LGBTI in prima linea sono sgraditi e considerati “stranieri” nella Russia di Putin”. “LGBT Network ha denunciato crimini efferati contro gli omosessuali in Cecenia e ha aiutato ad evacuare persone a rischio. Ora la Rete LGBT è essa stessa vittima della persecuzione ed è sempre più presa di mira, apertamente, brutalmente e cinicamente. Le autorità citano la necessità di proteggere gli “interessi nazionali” e resistere all'”influenza straniera” nella loro incessante distruzione della società civile russa“, ha proseguito Zviagina. “Ma ciò che è veramente nell’interesse nazionale è proteggere, sostenere e rispettare tutti i diritti umani. Queste rappresaglie contro i difensori dei diritti umani e le organizzazioni della società civile devono cessare e le leggi sugli “agenti stranieri” e sulle “organizzazioni indesiderabili” devono essere immediatamente abrogate”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
parma pride 2024 intervista

Intervista a Parma Pride 2024: “Nutriamo l’amore! Le unioni civili sono un ripiego”

News - Gio Arcuri 14.5.24
Francesco Cicconetti, l'Università di Urbino gli riconosce l'identità di genere anche sul diploma - Francesco Cicconetti - Gay.it

Francesco Cicconetti, l’Università di Urbino gli riconosce l’identità di genere anche sul diploma

News - Redazione 17.5.24
L'Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona? - unione europea gay it 03 - Gay.it

L’Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona?

News - Lorenzo Ottanelli 8.5.24
Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l'arrivo di una storia d'amore queer - BRIDGERTON 302 Unit 00627R - Gay.it

Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l’arrivo di una storia d’amore queer

Serie Tv - Redazione 16.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

avvocato-difensore-filippo-turetta-emanuele-compagno

Omofobia, misoginia e victim blaming sui social di Emanuele Compagno, ex avvocato difensore di Filippo Turetta

News - Francesca Di Feo 24.11.23
Lodi, "mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile". La replica della titolare alla recensione disumana - pizzeria recensione choc - Gay.it

Lodi, “mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile”. La replica della titolare alla recensione disumana

News - Redazione 12.1.24
africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24
Numero Verde 800713713 Gay Help Line - 18 anni, 350.000 chiamate, il 51% da giovani -

Gay Help Line, 18 anni di supporto telefonico LGBTIAQ+ : 51% delle richieste arrivano da giovani – VIDEO

News - Gay.it 18.3.24
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24
Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L'omofobia trattata come banale lite in un parcheggio - jean pierre moreno - Gay.it

Calci e pugni per un bacio, è arrivata la sentenza. L’omofobia trattata come banale lite in un parcheggio

News - Redazione 15.3.24
Viktor Orban - Giorgia Meloni - Ungheria, la legge anti-LGBTI+ ha un impatto devastante sulla nostra comunità

Ungheria, impatto devastante della legge anti-LGBTI+, il rapporto di Amnesty

News - Francesca Di Feo 28.2.24