In Russia un rifugiato politico gay ceceno è stato arrestato, si teme per la sua vita

Il rischio è che venga portato nuovamente in Cecenia, dove gli uomini gay sono torturati e uccisi

ascolta:
0:00
-
0:00
Rifugiato ceceno arrestato Gay.it
2 min. di lettura

Il suo nome è Idris Arsamikov, ha 28 anni ed è un rifugiato ceceno gay che vive stabilmente in Olanda. Il suo nome ha fatto il giro del mondo e del web nelle ultime ore, dopo che l’associazione LGBTQ+ Sk SOS ha fatto circolare un video che lo ritrae mentre viene arrestato dalle autorità russe.

Idris Arsamikov si trovava all’aeroporto di Domodevo dopo aver fatto ritorno in patria per prendere parte ai funerali del padre da poco deceduto. Il giovane aveva in realtà lasciato la Cecenia da tempo, nel 2018, quando grazie all’aiuto di Sk SOS aveva trovato asilo politico in Olanda, dove si è ricostruito una nuova vita. Non è ancora chiaro chi abbia allertato le autorità del suo ritorno o dove sia stato portato: si teme, tragicamente, di nuovo in Cecenia. Intanto l’associazione LGBTQ+ ha lanciato l’allarme, preoccupata di quelle che potrebbero essere le conseguenze.

Purtroppo Idris Arsamikov non è il primo, né sarà l’ultimo, a fuggire dalla Cecenia. La repubblica appartenente alla Federazione Russa, profondamente conservatrice e a maggioranza musulmana, ha registrato un’imponente ondata di aggressioni e violenze contro gli uomini gay. Un attacco sistematico, se si considera che nel 2017 il leader ceceno Kadyrov ha affermato con orgoglio come “nessun omosessuale vive nel suo Paese”.

Sono molte le testimonianze degli uomini omosessuali che hanno trovato rifugio negli altri Paesi europei, come Francia e Germani, che raccontano delle atrocità messe in atto dalla polizia e dai conservatori. Si parla di pestaggi, uccisioni e torture, arresti e sparizioni che, quando sono iniziate circa cinque anni fa, hanno messo in allarme la comunità LGBTQ+ locale. Gli uomini omosessuali vengono infatti condotti in prigioni segrete dalla polizia, dove sono seviziati finché non rivelano i nomi di altri uomini gay.

Bastano anche solo le voci, un sospetto anche infondato o un gossip arrivato alle orecchie sbagliate per essere presi di mira. Già negli scorsi anni, quando le prime notizie dell’orrore che si stava consumando in Cecenia iniziarono ad arrivare, la reazione dei politici europei fu molto dura e di condanna, ma non è servito a molto.

La situazione in Cecenia non è migliorata, anzi. Con l’incedere della guerra iniziata dalla Russia ormai un anno fa, l’accanimento è diventato ancora più forte. Il destino di Idris Arsamikov, come quello di molti altri uomini gay, sembra essere già segnato. Sk SOS ha iniziato una campagna per chiedere il suo rilascio ma le speranze, almeno per il momento, sono poche.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Jonathan Bailey per @orlebarbrown

Jonathan Bailey, chi è l’attore gay sulla bocca di tuttə?

Culture - Luca Diana 22.6.24
Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24
Lolita intervista

Lolita e la libertà di andare oltre gli stereotipi: “Chiunque di noi può essere tutto ciò che vuole”

Musica - Emanuele Corbo 24.6.24
Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24
aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24
Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24

Hai già letto
queste storie?

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia - Rizvan Dadayev - Gay.it

Rizvan Dadayev, dopo mesi di torture un ragazzo gay ceceno è finalmente riuscito a lasciare la Russia

News - Redazione 23.1.24
Famiglia si trasferisce in Russia per fuggire dalle persone LGBTQIA+. Ma la Russia gli congela i conti bancari - Famiglia canadese di destra si trasferisce in Russia per fuggire dalle persone LGBTQIA1 - Gay.it

Famiglia si trasferisce in Russia per fuggire dalle persone LGBTQIA+. Ma la Russia gli congela i conti bancari

News - Federico Boni 22.2.24
Russia, il regime di Putin durerà almeno fino al 2030. Vinte le elezioni farsa con l'88% dei voti - cover Putin1 - Gay.it

Russia, il regime di Putin durerà almeno fino al 2030. Vinte le elezioni farsa con l’88% dei voti

News - Redazione 18.3.24
lituania-transizione-di-genere

L’Unione Europea chiede alla Lituania regolamenti più definiti per la transizione di genere

News - Francesca Di Feo 19.3.24
Pavel Lobkov

Mosca, giornalista mostra segni di aggressione “Così picchiano un fr**io”

News - Redazione Milano 2.1.24
Russia, banditi i primi "libri LGBT". Vietati Michael Cunningham, James Baldwin e Vladimir Sorokin - vladimir putin 1 - Gay.it

Russia, banditi i primi “libri LGBT”. Vietati Michael Cunningham, James Baldwin e Vladimir Sorokin

News - Redazione 7.5.24
Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi - sit in Russia 8 - Gay.it

Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi

News - Redazione 11.1.24
Russia elezioni 2024 Cecenia Vladimir Putin Ramzan Kadyrov

Russia, la Cecenia dell’omocausto ha dato a Putin un plebiscito mai visto

News - Francesca Di Feo 18.3.24