Sabrina Impacciatore è lesbica e libera al White Lotus

L'attrice ha spiegato di come il suo personaggio è riuscito finalmente ad accettarsi e liberarsi.

ascolta:
0:00
-
0:00
white lotus (2022)
Sabrina impacciatore e Beatrice grannò in White Lotus
2 min. di lettura

Il gran finale di White Lotus è alle porte, ma questa stagione non è solo boni senza maglietta e scene di sesso gay ‘incestuose’.

Orchestrato da un cast di estrema bravura – da Aubrey Plaza che cita Monica Vitti a Jennifer Collidge icona dei gay o le esilaranti sex worker interpretate da Beatrice Grannò e Simona Tabasco – a rubare il cuore degli spettatori c’è anche Sabrina Impacciatore.

L’attrice italiana interpreta Valentina, acidissima responsabile del resort, spietata con ogni dipendente (tranne chi le fa battere il cuore) e segretamente lesbica.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sky (@skyitalia)

Impacciatore spiega che interpretare Valentina è stata una sfida che le ha permesso di affezionarsi al suo personaggio ancora di più. “Per me, Valentina sta cercando di avere potere. Lei ha potere nel suo lavoro, ma è l’oppsto di quanto accade nella propria vita” spiega l’attrice a Variety “Lei ha un grande conflitto dentro di sé – non si conosce, finché succede qualcosa da cui non può più scappare”.

Nella sesta (e penultima) puntata Valentina scopre che la sua collega Isabella è in realtà fidanzata con l’insopportabile Rocco, la delusione è cocente.

A consolarla ci pensa Mia (Grannò) sex worker e pianista dell’hotel, che con ironia e dolcezza l’aiuta a ‘sciogliersi’ e lasciarsi andare per la prima volta con un’altra donna.

Rispetto i suoi precedenti lavori, Valentina è stata una vera e propria ‘esplorazione’, pensata gradualmente insieme al regista della serie Mike White: “Quel giorno, quando ho girato quella scena dove dico di non essere mai stata con una donna prima, ricordo cosa ho sentito. Non stavo recitando, stavo vivendo il conflitto del personaggio in una maniera molto profonda” racconta Impacciatore, che si è chiesta: “Come vivono le persone che non riescono ad accettarsi?“.

white lotus
Sabrina Impacciatore e Beatrice Grannò in ‘White Lotus’

L’attrice dichiara di aver pianto per un’ora dopo le riprese, ma Valentina è per Impacciatore una grande responsabilità, in particolare per la comunità LGBTQIA+ nel nostro paese: “In Italia, essere gay è ancora un problema. Le persone non hanno diritti. Non possono sposarsi, non possono avere bambini. E a volte vengono attaccate per strada solo perché amano qualcuno dello stesso sesso” racconta a Variety “Ho compreso la responsabilità in quanto attrice. Dovremmo accettare e rispettare ogni natura diversa. Per questo la scena è stata un’esperienza così profonda per me“.

Impacciatore spiega nell’intervista che quella con Beatrice Grannò è la sua prima scena di sesso in 25 anni di carriera e di aver lavorato insieme ad un coreografo per renderla realistica e adatta: “Non sapevo nemmeno cosa stavo facendo. Stavo solo esplorando.” spiega nell’intervista, dichiarando di aver chiesto al regista di rifarla ancora una volta per aggiungere un po’ più ’emotività’ al momento.

È una scena che segna uno switch nel suo personaggio, che da repressa e compressa riesce ad entrare in contatto con le proprie emozioni e conoscersi di più, liberandosi da ogni freno: “È finalmente libera. Libera di accettarsi”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
triptorelina-famiglie-incatenate-sede-aifa

Triptorelina, le famiglie si incatenano sotto la sede dell’AIFA per protestare il tavolo tecnico e la sua composizione

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24

Hai già letto
queste storie?

Jacob Elordi Frankestein Giullermo Del Toro

Jacob Elordi sarà Frankenstein nel 2024, cosa sappiamo del cult queer diretto da Guillermo Del Toro.

Cinema - Redazione Milano 8.1.24
il-presepe-arcobaleno-di-don-vitaliano

Il presepe di Don Vitaliano avrà due mamme: “Le famiglie arcobaleno colpite da critiche e condanne disumane e antievangeliche”

Culture - Francesca Di Feo 19.12.23
Beatrice Luzzi, Grande Fratello

Perché Beatrice Luzzi dovrebbe vincere il Grande Fratello? Le nostre pagelle

Culture - Luca Diana 7.3.24
Billie Eilish arriva in concerto in Italia

Billie Eilish e la vagina: “Innamorata delle ragazze da sempre, ecco come l’ho capito”. Annunciata l’unica data italiana del tour

Musica - Emanuele Corbo 30.4.24
BigMama e il potentissimo monologo a Le Iene: "Siate scomode, date fastidio, ribellatevi, denunciate" - VIDEO - BigMama a Le Iene - Gay.it

BigMama e il potentissimo monologo a Le Iene: “Siate scomode, date fastidio, ribellatevi, denunciate” – VIDEO

Culture - Redazione 14.2.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
@mattheperson

Una chiacchierata con Matt Taylor, tra TikTok e queerness

Culture - Riccardo Conte 13.2.24
5 pubblicità queer natalizie che non dimenticheremo: ecco perché

Le 5 pubblicità queer natalizie che non dimenticheremo

Culture - Emanuele Cellini 19.12.23