Trento: aggredito durante una festa di Arcigay

Un giovane studente dell'Università di Trento ha denunciato di essere stato aggredito dal gestore del locale dove si svolgeva una festa di Arcigay. L'uomo ha raggiunto il ragazzo ed un amico in bagno.

Trento: aggredito durante una festa di Arcigay - breno trentoBASE - Gay.it
2 min. di lettura

Trento: aggredito durante una festa di Arcigay - trento aggressioneF - Gay.it

Era andato ad una festa organizzata da Arcigay, Breno Menini, lo scorso sabato in un bar di Trento. E tutto poteva immaginare trannche di essere aggredito proprio durante la festa e per di più dal gestore del locale.
Breno ha raccontato a "L’Adige" di nona vere fatto nulla di sbagliato.
«A quella festa sono arrivato con una mia amica tedesca e con un amico iraniano. Abbiamo ballato in pista – spiega Breno, 26 anni, laureando in Beni culturali – lì ho conosciuto un ragazzo trentino. Dovevo andare in bagno, lui mi ha seguito ma non ho visto nulla di male in ciò. Dopo qualche minuto qualcuno ha bussato con forza alla porta della toilette. Il ragazzo ha aperto ed è uscito. Non ho fatto in tempo a superare la porta: il titolare del bar mi ha spinto contro la parete e colpito con calci e pugni. Non mi rendevo conto di cosa stesse accadendo. Sono riuscito a scappare e a chiamare i carabinieri. La pattuglia è arrivata subito e ha sentito sia il mio racconto che la versione dei fatti del gestore del bar. I miei amici mi hanno accompagnato al pronto soccorso, dove sono stato medicato per contusioni. Ho avuto quattro-cinque giorni di prognosi. Il martedì successivo sono andato dai carabinieri e ho presentato denuncia per quella che considero un’aggressione omofoba».

Parlare di aggressione omofoba durante una festa organizzata da Arcigay il cui autore sarebbe, per di più, il titolare del dlocale, persona perfettamente informata su quale sarebbe stata la clientela di quella particolare serata, può sembrare un’esagerazione. Ma Breno insiste. Secondo lui a spingere quell’uomo a raggiungerlo in bagno e aggredirlo sarebbe un pregiudizio diffuso sull’omosessualità. «Per molte persone la parola gay è sinonimo di perversione, di qualcosa di "poco pulito". Due maschi che entrano nel bagno assieme, secondo questa forma di pregiudizio, fanno cose da pervertiti. Non è così. Non ho fatto niente di sbagliato in quel bagno. Credo che il titolare del bar abbia pensato male, il mio atteggiamento è stato frainteso. Ma non doveva mettermi le mani addosso. Se gli ha dato fastidio che io sia entrato in bagno con un altro uomo, poteva dirmi di uscire dal locale e di non farmi più vedere».

Trento: aggredito durante una festa di Arcigay - trento aggressioneF1 - Gay.it

A Breno non è arrivata la solidarietà di Arcigay. Stando a quanto ha dichiarato il ragazzo a L’Adige, l’associazione non ha espresso solidarietà appellandosi al fatto che non ci sarebbero testimoni e che quindi Arcigay non può prendere posizione in merito. «La mia preoccupazione – ha concluso Breno – è che questo fatto, ed altri simili successi ad altri ragazzi, rimangano senza voce e nell’indifferenza».

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
Amici 23, tutti gli allievi al Serale

Amici 23, da Dustin a Holden: tutti gli allievi al Serale

Culture - Luca Diana 25.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

@nunziadegirolamo

La violenza di genere non è una chiacchierata: la lettera aperta alla RAI

News - Redazione Milano 8.11.23
salerno scritta omofoba

Salerno, il Comune copre la scritta omofoba: “Le differenze sono ricchezza”

News - Redazione Milano 30.8.23
Vannacci: "Rivendico il diritto all'odio. I gay possono sposarsi ma non si stupiscano se c'è chi li critica" - VIDEO - vannacci matrimoni gay - Gay.it

Vannacci: “Rivendico il diritto all’odio. I gay possono sposarsi ma non si stupiscano se c’è chi li critica” – VIDEO

News - Federico Boni 31.8.23
ragazza-lesbica-aggredita-bojano

Prese a schiaffi e insultò coppia di donne lesbiche. Condannato a 5 mesi e 9 giorni di reclusione

News - Redazione 23.2.24
Buttafuoco presidente della Biennale di Venezia: per lui gli omosessuali rivendicano diritti che hanno già - Progetto senza titolo e1698333924970 - Gay.it

Buttafuoco presidente della Biennale di Venezia: per lui gli omosessuali rivendicano diritti che hanno già

Culture - Redazione Milano 26.10.23
lesbica aggressione

In Molise botte e insulti a una trentenne perché lesbica, aggressori rinviati a giudizio

News - Francesca Di Feo 4.10.23
panchina-arcobaleno-cavirago-reggio-emilia

Panchina arcobaleno imbrattata con svastiche e messaggi di odio: “Comunisti bast*rdi, morite”

News - Francesca Di Feo 6.11.23
Il generale Vannacci: "Se mia figlia fosse lesbica cercherei di indirizzarla verso l'eterosessualità" - roberto vannacci rete 4 - Gay.it

Il generale Vannacci: “Se mia figlia fosse lesbica cercherei di indirizzarla verso l’eterosessualità”

News - Redazione 4.10.23