Turchia, 18 studenti rischiano il carcere per aver organizzato un Pride

Via al processo. Se condannati rischiano fino a 3 anni di galera.

turchia-lgbt
2 min. di lettura

Diciotto studenti della Middle East Technical University (METU) saranno processati per aver organizzato un pacifico Pride ad Ankara, nel 2019. Agli studenti venne vietato di sventolare bandiere rainbow, di fare sit-in sul prato universitario e di fare qualsiasi tipo di dichiarazione in favore della comunità LGBT. Ora saranno processati per aver violato quegli obblighi. Il Pride universitario venne sgomberato dalla polizia.

Fotis Filippou di Amnesty International attaccò in questo modo quella censura: “È straziante sentire che il Pride, che avrebbe dovuto essere una celebrazione dell’amore e della solidarietà, sia stato così violentemente interrotto dalla polizia usando spray al peperoncino, proiettili di plastica e gas lacrimogeni. Amnesty International condanna l’intervento della polizia per interrompere questo Pride nel campus del METU. Le denunce di uso eccessivo della forza da parte della polizia devono essere indagate con urgenza. È un giorno cupo quando le autorità universitarie chiamano la polizia per mettere a tacere gli studenti che chiedono semplicemente i loro diritti alla dignità e all’uguaglianza. Tutti coloro che sono stati arrestati dalla polizia devono essere rilasciati immediatamente e incondizionatamente”.

Il gruppo di solidarietà LGBTI + presso la Middle East Technical University (METU) di Ankara organizza eventi Pride dal lontano 2011. Anno dopo anno quelle manifestazioni hanno calamitato sempre più interesse, arrivando evidentemente alle orecchie di quel mondo politico che soffia sul fuoco dell’omotransfobia.

18 ragazzi sono stati formalmente accusati di “aver partecipato a un’assemblea illegale” e di “non essersi allontanati nonostante fossero stati avvertiti“. Se vengono dichiarati colpevoli, dovranno affrontare ciascuno tre anni di prigione. A sostegno degli studenti, celebrità e influencer come Travis Alabanza, Riyadh Khalaf e Matty Healy hanno pubblicato messaggi di sensibilizzazione sui propri canali social con l’hashtag #LoveIsOnTrial.

Nils Muižnieks, Direttore per l’Europa di Amnesty International, ha dichiarato: “Sullo sfondo della crescente omofobia in Turchia, gli studenti e il personale del METU hanno marciato ogni anno nel proprio campus per celebrare l’orgoglio e chiedere uguaglianza e dignità per le persone LGBTQ. L’unico risultato giusto nell’ingiusto processo contro 18 difensori dei diritti umani per la loro partecipazione a una marcia pacifica del Pride è la loro totale assoluzione”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24

Hai già letto
queste storie?

turchia spot lgbtiq erdogan

Turchia, minacce di morte per lo spot contro l’omobitransfobia, che è stupendo – VIDEO

News - Redazione 29.9.23
bergamo pride 2024, il 15 giugno

Bergamo Pride 2024: il 15 giugno

News - Redazione 11.2.24
Roma Pride 2024 sabato 15 giugno, l'annuncio video: "Sarà memorabile" - roma pride - Gay.it

Roma Pride 2024 sabato 15 giugno, l’annuncio video: “Sarà memorabile”

News - Redazione 7.12.23
aosta-pride-week-2023

Aosta Pride Week: dal 30 settembre al 7 ottobre, una settimana di eventi a conclusione dell’Onda Pride 2023 – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 27.9.23
turchia-libri-censura

Turchia, libri su teorie riparative e correlazione tra omosessualità e pedofilia negli scaffali delle biblioteche pubbliche

News - Francesca Di Feo 5.2.24
brescia pride 2023

“I diritti civili sono apartitici e devono essere garantiti”: il Brescia Pride scalda i motori per sabato 2 settembre – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 1.9.23
buenos-aires-pride-2023 (3)

“Non votate l’odio”: il Buenos Aires Pride 2023 contro il possibile presidente di estrema destra Milei

News - Francesca Di Feo 7.11.23
alessandria pride 2024, il 25 maggio

Alessandria Pride 2024: il 25 maggio

News - Redazione 12.2.24