Vaccino HIV: passi in avanti per sconfiggere il virus

Questo nuovo possibile vaccino anti HIV prevede la modifica di alcune cellule per abbattere la viremia e sconfiggere definitivamente il virus.

aids vaccino anti hiv Giornata Mondiale contro l'AIDS
Nuovi passi in avanti per un vaccino.
2 min. di lettura

Si parla ogni giorno, ultimamente, di vaccini. E se gli occhi sono puntati su quello che dovrebbe debellare una volta per tutte il Covid-19, la ricerca riguardo al vaccino anti HIV continua spedita. E sembra ci sia un nuovo passo in avanti.

Questa nuova idea, come riporta FanPage, parte dalle cellule “immunitarie ingegnerizzate”. Queste innescano la produzione di particolari anticorpi, che potrebbero distruggere anche il virus dell’HIV. Naturalmente, al momento non ci sono esiti sull’uomo, dato che la ricerca ha per ora ottenuto buoni risultati nei topi, utilizzati come cavie.

Il vaccino anti HIV: una possibile svolta

Si è parlato tanto di una cura che possa sconfiggere l’HIV e l’AIDS, perché questa fa ben sperare? Per il fatto che non si tratta solamente di un terapia da seguire per eliminare la malattia da chi è già sieropositivo (parliamo di 38 milioni di persone al mondo), ma anche di un vaccino contro il virus stesso.

Insomma, come quello che viene fatto contro l’influenza stagionale, o quelli che si fanno da bambini (come ad esempio l’anti-poliomielite o l’anti-tetanica).

I genitori del vaccino

Questo possibile vaccino anti HIV è il risultato di anni di studi, che si sono conclusi nel 2019 con questa importante scoperta.

A individuare questi anticorpi, chiamati “HIV broadly neutralizing antibodies” o più semplicemente bnAbs, è stato un team internazionale, composto dai ricercatori del “The Scripps Research Institute” di La Jolla (California), assieme al Dipartimento di Medicina dell’Università di San Diego, con il Dipartimento di Microbiologia, Tumori e Biologia Cellulare del Karolinska Institutet di Stoccolma (Svezia) e del Dipartimento di Biochimica dell’Università Autonoma di Madrid (UAM).

Come funziona

La tecnica utilizzata è quella in cui il DNA viene tagliato e incollato, modificando delle particolari cellule del sistema immunitario, che in questo modo possono produrre degli anticorpi che abbattono la viremia, ma anche proteggono dall’infezione. Se si venisse a contatto con una persona sieropositiva, quindi, interverrebbero questi nuovi anticorpi del vaccino anti HIV, proteggendo il nostro corpo dal virus.

Per il paziente, la cosa si riassume in un prelievo del sangue per individuare le cellule B, procedere alla modifica e infine la reintroduzione delle stesse nell’organismo, con gli anticorpi bnAbs. La vaccinazione dovrebbe portare le cellula a riprodursi, eliminando di fatto la terapia che una persona sieropositiva deve seguire attentamente ogni giorno.

C’è un problema: la tecnica del taglia e incolla del DNA non è ancora stata approvata nell’uomo. Si dovrà quindi aspettare ancora, fare ulteriori ricerche per accertarsi che non crei altri problemi nell’organismo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Calciatori Gay Italia Nazionale Europei 2024

“Uno o due calciatori gay nella Nazionale italiana agli Europei di Germania 2024”

Lifestyle - Redazione Milano 18.6.24
Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: "I ricchi*ni nel forno crematorio" - Carmine Alfano - Gay.it

Carmine Alfano, le frasi choc del candidato sindaco di Torre Annunziata: “I ricchi*ni nel forno crematorio”

News - Redazione 18.6.24
Justin Timberlake Arrestato Ubriaco Gossip Droghe

Justin Timberlake arrestato, guidava ubriaco. Il gossip impazza: “Popper e Truvada nel sangue”. Ma è davvero così?

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24
Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano

Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano! La proposta di matrimonio durante il concerto di Ultimo – video

Culture - Luca Diana 15.6.24
11 sportivi lgbt

Sport e comunità LGBTIQ+: 14 storie che devi conoscere

News - Gio Arcuri 18.6.24
Marco Mengoni e Xavier Dolan alla sfilata di Fendi SS25 - foto instagram @mengonimarcoofficial

Marco Mengoni e la scaramuccia con Xavier Dolan, mentre Nicholas Galitzine ride con Aron Piper

Lifestyle - Mandalina Di Biase 16.6.24

Leggere fa bene

Chemsex testimonianza di Filippo

Sono un utilizzatore di chemsex, la testimonianza (VIDEO)

Corpi - Daniele Calzavara 23.4.24
"How to have sex", l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini - Matteo B Bianchi 1 - Gay.it

“How to have sex”, l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini

Cinema - Federico Colombo 17.4.24
Vivere con Hiv testimonianza Enrico

Vivere con l’Hiv, la testimonianza di Enrico: “Quando l’ho detto al mio compagno questa è stata la sua risposta”

Corpi - Daniele Calzavara 14.3.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
dieta-vegana-livelli-di-libido

I vegani lo fanno meglio: uno studio rivela che una dieta plant-based incrementa i livelli di libido

Corpi - Francesca Di Feo 12.1.24
Hiv Salute Mentale e Supporto Psicologico

Autostigma e salute mentale per le persone HIV+: l’importanza dell’aspetto psicologico

Corpi - Daniele Calzavara 2.5.24
Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: "Di me non sai", intervista a Raffaele Cataldo - Sessp 41 - Gay.it

Le relazioni e il sesso come territorio ambiguo: “Di me non sai”, intervista a Raffaele Cataldo

Culture - Federico Colombo 19.3.24
Chi ha paura di un pene eretto? Polemiche UK per la serie Un Uomo Vero: "Porno di basso livello" - tom pelphrey b31035 - Gay.it

Chi ha paura di un pene eretto? Polemiche UK per la serie Un Uomo Vero: “Porno di basso livello”

News - Redazione 15.5.24