Vaticano vs. DDL Zan, nota verbale al governo: “Fermate la legge, viola il Concordato”

Mai, fino ad oggi, la Chiesa era intervenuta nell’iter di approvazione di una legge italiana, esercitando le facoltà previste dai Patti Lateranensi. La replica di Enrico Letta.

Vaticano vs. DDL Zan, nota verbale al governo: "Fermate la legge, viola il Concordato" - Vaticano vs. DDL Zan 1 - Gay.it
3 min. di lettura

Vaticano vs. DDL Zan, nota verbale al governo: "Fermate la legge, viola il Concordato" - Vaticano DDL Zan - Gay.it

Il colpo di mano che mai era arrivato. Secondo quanto riportato da Giovanni Viafora per Il Corriere della Sera, il Vaticano avrebbe formalmente chiesto al governo italiano di modificare il DDL Zan, perché a loro dire violerebbe in «alcuni contenuti l’accordo di revisione del Concordato». Mai, fino ad oggi, la Chiesa era intervenuta nell’iter di approvazione di una legge italiana, esercitando le facoltà previste dai Patti Lateranensi firmati Benito Mussolini.

Nei mesi scorsi da parte della CEI erano partite più e più bordate alla legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo, unicamente condite da fake news, fino all’ultima mossa che ha visto monsignor Paul Richard Gallagher, segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato, presentarsi all’ambasciata italiana presso la Santa Sede con una nota verbale. «Alcuni contenuti attuali della proposta legislativa in esame presso il Senato riducono la libertà garantita alla Chiesa Cattolica dall’articolo 2, commi 1 e 3 dell’accordo di revisione del Concordato», si legge nella missiva, consegnata al ministro degli esteri Luigi Di Maio e presto spedita al premier Draghi. I commi 1 e 3 del Concordato assicurano «libertà di organizzazione, di pubblico esercizio di culto, di esercizio del magistero e del ministero episcopale» e al tempo stesso garantiscono «ai cattolici e alle loro associazioni e organizzazioni la piena libertà di riunione e di manifestazione del pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione».

Peccato che il DDL Zan, come detto miliardi di volte, non limiti affatto la libertà di pensiero, non includendo il reato di opinione. Eppure dal Vaticano continuano a sostenere il contrario, chiedendo ufficialmente «che siano accolte le nostre preoccupazioni». Un precedente stridente, preoccupante, sconfortante e inammissibile, che vede la Santa Sede, Stato estero, chiedere conto di una legge allo Stato Italiano.

Immancabili anche le prime reazioni politiche. “Il Vaticano ha consegnato una nota al Governo Draghi per il DDL Zan. Niente da dire invece per quella ungherese. Bene, ora, oltre che a difesa della laicità dello Stato e delle leggi, il governo dovrà esprimersi sul tema!“, ha cinguettato Elio Vito, deputato di Forza Italia, centrando il punto. Mai fino ad oggi Mario Draghi ha espresso opinioni sulla legge contro l’omotransfobia, misoginia e abilismo. Adesso dovrà farlo.

Noi siamo sempre stati favorevoli a norme molto molto forti contro la omotransfobia, e rimaniamo favorevoli a queste norme e al ddl Zan, ma siamo sempre stati aperti al confronto in Parlamento e guarderemo con il massimo spirito di apertura ai nodi giuridici“, ha ribadito Enrico Letta a Radio Anch’io. “Siamo pronti a guardare i nodi giuridici pur mantenendo un favore sull’impianto perchè la norma è di civiltà per il nostro Paese, il nostro èsempre stato un atteggiamento di apertura“.

CONCORDATO, cosa è

I Patti Lateranensi sono degli accordi sottoscritti tra il Regno d’Italia e la Santa Sede l’11 febbraio 1929. Sottoposti a revisione nel 1984, con il famigerato “concordato” di 14 articoli, regolano ancor oggi i rapporti fra la Repubblica Italiana e la Santa Sede.

14 articoli che intendono affermare e tutelare:

Art 1: L’indipendenza e la sovranità dei due ordinamenti, Stato e Chiesa in linea con il dettato costituzionale (Art. 7 della Costituzione).
Art 2: Le garanzie in ordine alla missione salvifica, educativa e evangelica della Chiesa cattolica.
Art 3: Le garanzie in merito alla libera organizzazione ecclesiastica in Italia.
Art 4: Immunità e privilegi per figure ecclesiastiche.
Art 5: Gli edifici di culto che non possono essere requisiti, occupati, espropriati, demoliti o violati da forza pubblica se non per casi di “urgente necessità”.
Art 6: Le festività religiose.
Art 7: Le nuove discipline degli enti ecclesiastici.
Art 8: Gli effetti civili del vincolo matrimoniale celebrato in forma canonica.
Art 9: L’istituzione di scuole e la parificazione delle stesse alle scuole pubbliche.
Art 10: La parificazione delle qualifiche e dei diplomi ottenuti nelle scuole ecclesiastiche.
Art 11: L’assistenza spirituale.
Art 12: Il patrimonio artistico e religioso.
Art 13: La volontà in merito al valore giuridico del nuovo Accordo.
Art 14: In caso di difficoltà interpretative o applicative, vi si impone ai due contraenti di risolvere in maniera amichevole tali divergenze, per il tramite di un’apposita commissione paritetica.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Charli XCX e Troye Sivan partono in tour insieme

Charli XCX e Troye Sivan annunciano un tour insieme: “È l’evento gay della stagione”

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Mara Sattei nel nuovo singolo "Tempo" in uscita il 19 Aprile, campiona un vecchio successo dei primi 2000 delle t.A.t.U.

Mara Sattei nel nuovo singolo “Tempo” campiona le t.A.T.u. che si finsero lesbiche: ma che fine hanno fatto?

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
Guglielmo Scilla, intervista: "Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima" - Guglielmo Scilla foto - Gay.it

Guglielmo Scilla, intervista: “Mi sconsigliarono di fare coming out. Potessi tornare indietro lo farei prima”

Culture - Federico Boni 18.4.24
La Rappresentante di Lista, "Paradiso" è il nuovo singolo

La Rappresentante di Lista ci porta in “Paradiso” con il nuovo singolo. Ascolta l’anteprima

Musica - Emanuele Corbo 16.4.24

Leggere fa bene

Grecia, l'accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO) - Kyriakos Mitsotakis - Gay.it

Grecia, l’accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO)

News - Federico Boni 16.2.24
grecia-chiesa-ortodossa-scomunica-matrimonio-egualitario

Grecia, la Chiesa Ortodossa minaccia di scomunicare i parlamentari che hanno votato per il matrimonio egualitario

News - Francesca Di Feo 8.3.24
Barbera, presidente Corte Costituzionale, al Parlamento: "Serve una legge sui figli delle famiglie arcobaleno" - Augusto Barbera - Gay.it

Barbera, presidente Corte Costituzionale, al Parlamento: “Serve una legge sui figli delle famiglie arcobaleno”

News - Redazione 18.3.24
Pro Vita, un 2023 segnato dall'ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+ - 22I Figli non si comprano22 i manifesti di Pro Vita contro la GPA invadono le citta dItalia - Gay.it

Pro Vita, un 2023 segnato dall’ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+

News - Federico Boni 6.12.23
Caitlyn Jenner sostiene ancora Donald Trump e dispensa ancora transfobia - Caitlyn Jenner - Gay.it

Caitlyn Jenner sostiene ancora Donald Trump e dispensa ancora transfobia

News - Redazione 19.3.24
Jack Chambers, ministro irlandese fa coming out: “Con orgoglio dico che sono gay” - Jack Chambers 1 - Gay.it

Jack Chambers, ministro irlandese fa coming out: “Con orgoglio dico che sono gay”

News - Redazione 16.1.24
Famiglie Arcobaleno alla riscossa in 12 Piazze

Famiglie alla riscossa, festa in 12 piazze in tutta Italia: “Governo ideologico e politica incattivita e populista”

News - Redazione 18.4.24
famiglie omogenitoriali

Governo pronto al ricorso in Cassazione sulla dicitura “genitori” sui documenti dei minori. Informativa di Piantedosi

News - Redazione 10.4.24