Venezia 80, la famiglia queer di “Domakinstvo za pocetnici” vince il Queer Lion 2023

"Per aver rappresentato un insolito e coraggioso ritratto di etnie, diversità, identità di genere, amori, amicizie, affinità affettive". Trionfo macedone per l'edizione 2023 del Queer Lion!

ascolta:
0:00
-
0:00
Venezia 80, la famiglia queer di "Domakinstvo za pocetnici" vince il Queer Lion 2023 - domakinstvo za pocetnici - Gay.it
3 min. di lettura

Venezia 80, la famiglia queer di "Domakinstvo za pocetnici" vince il Queer Lion 2023 - queer lion domakinstvo za pocetnici 3 - Gay.it

È macedone il film che ha vinto il Queer Lion 2023 alla Mostra internazionale d’arte cinematografica di VeneziaDomakinstvo za pocetnici (Housekeeping for Beginners) il titolo in trionfo, diretto da Goran Stolevski, regista dichiaratamente gay che vive in Australia insieme a suo marito.

“Le queer family non sono il futuro, sono il presente!”.

Con queste parole Stolevski ha commentato la straordinaria, commossa e calorosa accoglienza del pubblico della Mostra del Cinema di Venezia, rimasto profondamente colpito dalla sua opera, che ha conquistato il Queer Lion 2023 “per aver rappresentato un insolito e coraggioso ritratto di etnie, diversità, identità di genere, amori, amicizie, affinità affettive“.

Domakinstvo za pocetnici è una storia che esplora le verità universali della famiglia, sia quella in cui nasciamo sia quella che scegliamo. Dita non ha mai desiderato essere madre, ma le circostanze la costringono ad allevare le due figlie della sua ragazza: la piccola peste Mia e l’adolescente ribelle Vanesa. Ne nasce uno scontro di volontà che porta le tre a litigare continuamente e a diventare una famiglia improbabile, costretta a lottare per restare insieme…

Venezia 80, la famiglia queer di "Domakinstvo za pocetnici" vince il Queer Lion 2023 - queer lion domakinstvo za pocetnici - Gay.it

“Sono sempre stato affascinato dai momenti che sembrano “trovati” o “scoperti”, piuttosto che “messi in scena””, ha confessato il regista. “Molte delle mie esperienze come regista si sono dovute basare per necessità su budget limitati e troupe ridotte. Mi sono adeguato a questa realtà sviluppando uno stile verité che ora è diventato un elemento importante del mio lavoro. Sono un grande sostenitore dell’idea di lavorare con i mezzi che si hanno a disposizione, piuttosto che contro di essi: valutandoli e costruendo con questi la storia più emozionante possibile. L’approccio che ho adottato con Domakinstvo za pocetnici – così come con You Won’t Be Alone, Of an Age e i miei numerosi cortometraggi – è stato quello di creare un ambiente sul set che sembri reale e quasi indipendente dalla storia che sto raccontando. Spesso ciò ha significato girare in location reali, solitamente senza indicazioni e senza fare le classiche prove, incoraggiando l’improvvisazione e il rapporto personale tra gli attori, avendo cura di creare un ambiente sicuro ed emotivamente stimolante sia dentro che fuori lo schermo, in modo che la creatività possa fiorire. Per tutte le riprese e il montaggio, io e il mio gruppo siamo rimasti aperti a idee, suggerimenti e circostanze mutevoli al fine di trovare il modo più efficace per catturare e dare corpo ai sentimenti dei nostri personaggi, dando vita al loro mondo. Plasmare le storie in questo modo ha contribuito a liberare i nostri attori e ha portato a tutta una serie di performance affascinanti e naturali. Nella scelta di uno stile verité, con dialoghi sovrapposti, camera a mano, illuminazione naturalistica, inquadrature strette ma volutamente disordinate e profondità di campo ridotta, lo scopo è sempre stato quello di far vivere allo spettatore la storia come la vivono i personaggi; di fargli sentire visceralmente il panico e l’intensità delle situazioni drammatiche in cui si trovano; di fargli provare com’è vivere nei loro panni e, infine, partecipare al loro viaggio emotivo”.

Venezia 80, la famiglia queer di "Domakinstvo za pocetnici" vince il Queer Lion 2023 - queer lion domakinstvo za pocetnici 2 - Gay.it

Domakinstvo za pocetnici, presentato nella sezione Orizzonti e con Anamaria Marinca, Alina Serban, Samson Selim, Vladimir Tintor, Dzada Selim, Mia Mustafa, Sara Klimoska, Rozafa Celaj e Ajshe Useini protagonisti, ha battuto altri 15 film, tre dei quali in corsa per il Leone d’Oro. Il Queer Lion è un premio ideato da Daniel N. Casagrande che dal 2007 viene attribuito al “Miglior film con tematiche omosessuali & Queer Culture” tra quelli presentati in tutte le sezioni della Mostra.

Due anni fa Domakinstvo za pocetnici era arrivato fino ad uno degli step finali di Biennale College, per poi non riuscire a rientrare tra i titoli prodotti. Fortunatamente per Stolevski i fondi per riuscire a girare la pellicola sono stati trovati altrove, con ben 7 Paesi in produzione. E un primo importantissimo premio ora portato a casa.

Venezia 80, la famiglia queer di "Domakinstvo za pocetnici" vince il Queer Lion 2023 - Queer Lion Venezia 80 - Gay.it

Photo: Queer Lion Award

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Consumo di contenuti p0rn0 con persone trans nel mondo - dati forniti da Pornhub

L’Italia è la nazione che guarda più p0rn0 con persone trans*

News - Redazione Milano 20.4.24
Svezia transizione 16 anni transgender

Svolta storica anche in Svezia, l’età per la transizione si abbassa a 16 anni, approvata la legge sull’autodeterminazione

News - Francesca Di Feo 18.4.24
BigMama a Domenica In

BigMama: “Prima di Lodovica nascondevo la mia sessualità, non pensavo di meritare amore”

Musica - Emanuele Corbo 22.4.24
BigMama: "La rappresentazione è tutto. Quando accendevo la tv persone come me non ce n'erano" - BigMama - Gay.it

BigMama: “La rappresentazione è tutto. Quando accendevo la tv persone come me non ce n’erano”

Musica - Redazione 21.4.24
Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: "L'amicizia non finisce mai" (foto e video) - Victoria Beckham - Gay.it

Spice Girls, è reunion per i 50 anni di Victoria Beckham: “L’amicizia non finisce mai” (foto e video)

News - Redazione 22.4.24
Priscilla

Priscilla, 30 anni dopo arriva il sequel della Regina del Deserto

Cinema - Redazione 22.4.24

Continua a leggere

Berlino 2024, i vincitori del Teddy Award. All Shall Be Well miglior film LGBTQIA+ - All Shall Be Well - Gay.it

Berlino 2024, i vincitori del Teddy Award. All Shall Be Well miglior film LGBTQIA+

Cinema - Federico Boni 26.2.24
Joker: Folie à Deux , ecco Lady Gaga e Joaquin Phoenix nelle nuove immagini ufficiali - Joker 2 Folie a Deux - Gay.it

Joker: Folie à Deux , ecco Lady Gaga e Joaquin Phoenix nelle nuove immagini ufficiali

Cinema - Redazione 27.12.23
I film LGBTQIA+ della settimana 25/31 marzo tra tv generalista e streaming - film queer 2 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 25/31 marzo tra tv generalista e streaming

Culture - Federico Boni 25.3.24
barbie margot robbie

Margot Robbie, Barbie e gli Oscar 2024. Ecco le prime parole dell’attrice dopo le polemiche sulle mancate nomination

Cinema - Redazione 1.2.24
I più dolci e indimenticabili baci queer del 2023 tra serie tv e cinema - Baci 2023 - Gay.it

I più dolci e indimenticabili baci queer del 2023 tra serie tv e cinema

Serie Tv - Federico Boni 22.12.23
Halloween queer: 8 cult movie horror da paura - hell - Gay.it

Halloween queer: 8 cult movie horror da paura

Cinema - Federico Boni 31.10.23
amanda Bynes in she's the man

She’s The Man è ancora un (inconsapevole) classico queer del cinema

Cinema - Riccardo Conte 22.11.23
Oscar 2024, Ryan Gosling in difesa delle escluse Robbie e Gerwig: "Non ci può essere Ken senza Barbie" - Barbie Margot Robbie - Gay.it

Oscar 2024, Ryan Gosling in difesa delle escluse Robbie e Gerwig: “Non ci può essere Ken senza Barbie”

Cinema - Redazione 24.1.24