Wilhelm Uhde, il critico gay che scoprì Picasso e Séraphine

Il collezionista tedesco che ebbe un ruolo fondamentale nel lancio di grandi pittori come Pablo Picasso, Henri Rousseau e Séraphine, era omosessuale. Racconta la sua vita un film di Martin Provost.

Wilhelm Uhde, il critico gay che scoprì Picasso e Séraphine - wilhelmBASE - Gay.it
3 min. di lettura

Wilhelm Uhde, il critico gay che scoprì Picasso e Séraphine - wilhelmF1 - Gay.it

Pochi lo conoscono, eppure Wilhelm Uhde, critico d’arte e collezionista tedesco gay (1874-1947) ha un ruolo chiave nella scoperta di importanti autori moderni: fu lui a scovare il talento di Pablo Picasso, acquistando le prime opere – in tutto ne aveva 17! – e facendosi poi ritrarre dal maestro nel 1909. Ebbe un ruolo fondamentale nella carriera dell’avanguardista Henri Rousseau, celebre soprattutto per il suo capolavoro "L’incantatrice di serpenti" conservato al Musée d’Orsay e per le vegetazioni lussureggianti che ritrasse con uno stile naif inedito per l’epoca. Uhde ne realizzò la prima monografia nel 1911.
Questo grande critico, segretamente omosessuale, aveva proprio un debole per la pittura naif, che contribuì a far conoscere al mondo, e tra i grandi artisti che grazie a lui uscirono dall’anonimato è da annoverare Séraphine Louis. Scoperta nel 1912 a Senlis, poco lontano da Parigi, fu aiutata da Uhde dopo aver visto una natura morta raffigurante alcune mele.

Wilhelm Uhde, il critico gay che scoprì Picasso e Séraphine - wilhelmF2 - Gay.it

Nata orfana, povera, allevata dalle suore, psicologicamente fragile, Séraphine faceva la donna delle pulizie in una casa borghese e, di notte, creava splendidi quadri sentendo la voce di un angelo che intonava canti religiosi. Uhde si trasferì proprio a Senlis per sfuggire ai pettegolezzi sulla propria omosessualità e divenne amico di Séraphine, finanziò l’acquisto di tele e pennelli, si confidò con lei ("Non c’è la possibilità che io mi sposi, non c’è"), la trasformò in artista ammirata e celebrata col nome di Séraphine De Senlis, espatriò dopo lo scoppio della guerra.
"Io non colleziono per vendere, vendo per collezionare" sosteneva Uhde.  Il critico si innamorò di un magnifico ragazzo moro, ebbe con lui una storia appassionata da romanzo rosa, vivendo nella casa di campagna con sua sorella e con l’amato compagno finché costui non morì di tisi. La sensibile Séraphine, dopo la crisi economica del ’29, finirà in manicomio dove morirà nel 1942.

Wilhelm Uhde, il critico gay che scoprì Picasso e Séraphine - wilhelmF3 - Gay.it

Racconta la sua vita un emozionante film francese, dalla regia forse fin troppo controllata, "Séraphine" di Martin Provost, selezionato dalla Francia per concorrere agli Oscar come miglior film straniero, già vincitore di sette César. Un biopic tradizionale, molto ben confezionato, che scorre come un fiume tranquillo fino all’irruzione della follia, dell’irrazionale che si impadronirà della mente della donna (interpretata da una Yolande Moreau davvero da Oscar) impedendole definitivamente di realizzare altri quadri.
Si cala nel ruolo di Wilhelm Uhde, con sublime finezza, un magnetico attore tedesco, Ulrich Tukur (era il barone nel capolavoro di Haneke "Il nastro bianco"), carismatico e affascinante come l’arte che collezionava. Forse il più intenso personaggio omosessuale visto al cinema ultimamente dopo l’irraggiungibile George Falconer di Colin Firth in "A Single Man". 
Da vedere. E piangere.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Lorenzo Zurzolo Prisma La Storia

Lorenzo Zurzolo tra James Franco ne “Gli Squali”, e Martin Scorsese nel film di Julian Schnabel “La mano di Dante”

Cinema - Mandalina Di Biase 12.7.24
Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024 - queer lion story - Gay.it

Queer Lion, tutti i vincitori del Leone LGBTQIA+ aspettando Venezia 2024

Cinema - Federico Boni 12.7.24
Kim Kardashian

Kim Kardashian ha provato lo sperma di salmone (e non è l’unica)

Corpi - Emanuele Corbo 12.7.24
Rita Pavone: "Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono" - Rita Pavone - Gay.it

Rita Pavone: “Detesto tutte le ostentazioni che sviliscono l’amore, i sederi all’aria al Pride non mi piacciono”

Musica - Redazione 11.7.24
Chi era Goliarda Sapienza? - Matteo B Bianchi9 - Gay.it

Chi era Goliarda Sapienza?

Culture - Federico Colombo 10.7.24
Angelica Schiatti e Morgan

“Insulti, minacce e revenge porn”: la vicenda tra Angelica e Morgan, Calcutta attacca Warner, terremoto nel mondo della musica

Musica - Emanuele Corbo 10.7.24

Hai già letto
queste storie?

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un'icona sconfitta dall'amore - BackToBlack2024 - Gay.it

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un’icona sconfitta dall’amore

Cinema - Federico Boni 11.4.24
GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
"How to have sex", l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini - Matteo B Bianchi 1 - Gay.it

“How to have sex”, l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini

Cinema - Federico Colombo 17.4.24
X-Men 2, lo sceneggiatore conferma: "Era un film gay, vi spiego perché fosse importante" - xmen 2 - Gay.it

X-Men 2, lo sceneggiatore conferma: “Era un film gay, vi spiego perché fosse importante”

Cinema - Redazione 26.6.24
Oscar 2024, trionfa Oppenheimer. Miglior attrice Emma Stone, 2a statuetta per Billie Eilish. Tutti i vincitori - cover Oscar 2024 - Gay.it

Oscar 2024, trionfa Oppenheimer. Miglior attrice Emma Stone, 2a statuetta per Billie Eilish. Tutti i vincitori

Cinema - Federico Boni 11.3.24
Hunter Schafer - ruoli trans

Hunter Schafer non vuole recitare soltanto come donna trans e ha ragione

Cinema - Mandalina Di Biase 4.4.24
Inside Out 2, tuttə pazzə del padre di Riley e del suo pornobaffo: "È il più sexy papà animato di sempre" - Inside Out 2 papa di Riley gay - Gay.it

Inside Out 2, tuttə pazzə del padre di Riley e del suo pornobaffo: “È il più sexy papà animato di sempre”

Cinema - Redazione 28.6.24
"Estranei" - All of Us Strangers al cinema, ecco perché il film queer di Andrew Haigh è un capolavoro - 003 001 S 02013 - Gay.it

“Estranei” – All of Us Strangers al cinema, ecco perché il film queer di Andrew Haigh è un capolavoro

Cinema - Federico Boni 29.2.24