Verissimo, le dichiarazioni choc di Alex Di Giorgio: “Ho pensato di farla finita”

Il difficile coming-out di Alex Di Giorgio.

ascolta:
0:00
-
0:00
Alex Di Giorgio, verissimo
Alex Di Giorgio, verissimo
3 min. di lettura

Ospite di Silvia Toffanin a Verissimo, il nuotatore Alex Di Giorgio si è raccontato al pubblico tra carriera e vita privata con grande onestà, ripercorrendo le tappe più difficili del suo percorso che lo hanno portato ad oggi ad accettarsi così com’è senza più il bisogno di doversi nascondere per paura del giudizio altrui o di ripercussioni sul piano lavorativo.

Il nuoto, stando alle sue dichiarazioni, non è mai stata la sua prima passione ma ci si è ritrovato per necessità: sin da piccolissimo, infatti, Alex soffriva di asma e pertanto i medici hanno consigliato alla sua famiglia di fargli praticare quello sport. “Quando ero piccolo ho iniziato a fare nuoto e inizialmente non mi piaceva. Infatti, mi buttavo in acqua, strillavo, piangevo, ne facevo di ogni“, ha svelato l’ex concorrente di Ballando con le stelle.

La sua vera passione, infatti, è sempre stata la recitazione che però all’età di 15 anni ha dovuto, o forse voluto, accantonare perché il nuoto lo stava portando ad altissimi livelli. Da quel momento è stato un susseguirsi di medaglie e di riconoscimenti anche se, come ha dichiarato egli stesso, quella passione per il mondo dello spettacolo non è mai scomparsa del tutto e ora che la sua carriera da nuotatore è terminata ha deciso di darsi una nuova possibilità, inseguendo il suo sogno da bambino.

Lo ha dimostrato partecipando a Ballando con le stelle dove ha potuto essere sé stesso al 100% ed è arrivato ad un passo dalla vittoria in compagnia del suo fedele compagno Moreno Porcu.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Verissimo (@verissimotv)

 

La lunga chiacchierata tra Alex Di Giorgio e Silvia Toffanin è poi proseguita in un’altra direzione: la sua storia privata e tutti gli alti e bassi collegati al percorso di accettazione che il nuotatore ha dovuto compiere prima di svelare orgogliosamente al mondo di essere gay.

Io l’ho capito intorno ai 20, 21 anni. L’ho capito silenziosamente nel senso che i 20/22 anni di dieci anni fa non sono gli stessi magari di ora. Non c’erano tutti questi social. Non c’era neanche questa facilità nella divulgazione anche nei social“, ha risposto con difficoltà Alex alla domanda di Silvia Toffanin su quando si fosse reso conto delle sue preferenze sessuali.

Proseguendo nell’intervista, Di Giorgio ha poi raccontato del difficile momento nel quale è stato costretto – dal volere di terzi – a fare coming-out con gli amici e con coloro che facevano parte del suo mondo sportivo: “Dopo un po’ di mesi [dalla fine della sua relazione con l’ex, ndr] succede che inizio ad avere su Instagram svariate richieste da profili falsi i quali erano tutti incentrati su foto che avevo con lui“.

Iniziano ad arrivare sempre di più – prosegue Alex – fino a quando me ne arriva una in particolare che aveva lo stesso identico nickname che aveva mia mamma su Skype […]. In realtà dietro quel nickname si nascondeva quest’altra persona [l’ex fidanzato, ndr]“: così l’ex nuotatore ha raccontato a Silvia Toffanin alcuni episodi di stalking ad opera del suo ex fidanzato che poi si è spinto oltre, inviando ad una lunga schiera di contatti alcune foto che li ritraevano insieme in pose inequivocabili, svelando di fatto a tutti l’omosessualità di Alex.

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Verissimo (@verissimotv)

 

Io un giorno finisco allenamento e mi ritrovo qualcosa come 40/50 notifiche sul telefono di amici miei, sia dello sport che fuori, che mi dicono ‘Alex ma devi dirci qualcosa?’ perché aveva mandato anche lì le foto e aveva detto che io ero gay e che avevo avuto una relazione con lui“.

Insomma, un racconto molto toccante quello di Alex Di Giorgio che ha svelato che in quei momenti così difficili ha persino pensato di togliersi la vita: “Si è creata una situazione devastante. Mi sono chiuso in una stanza per tre giorni e pensavo di farla finita“.

Poi, fortunatamente, Alex con il supporto delle persone care è riuscito a risollevarsi e seppur con delle dolorose cicatrici ora ha dimostrato di apprezzarsi e di riuscire ad essere sé stesso e soprattutto di credere ancora nell’amore, del quale ha conosciuto molti lati oscuri ma che è certo sia composto anche da lati positivi, ancora inesplorati.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l'Open di Francia - Roland Garros 2024 al via ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per lOpen di Francia - Gay.it

Roland Garros 2024 al via, ecco le tenniste dichiaratamente queer in corsa per l’Open di Francia

Corpi - Redazione 27.5.24
"È importante votare, e non accettare le altrui decisioni come accade in Cina": storia di unə rifugiatə LGBTQIA+ scappatə dalle persecuzioni del governo di Xi Jinping - cina intervista rifugiat lgbtqia 1 - Gay.it

“È importante votare, e non accettare le altrui decisioni come accade in Cina”: storia di unə rifugiatə LGBTQIA+ scappatə dalle persecuzioni del governo di Xi Jinping

News - Francesca Di Feo 24.5.24
Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO) - Omar Ayuso e Itzan Escamilla foto cover - Gay.it

Omar Ayuso e Itzan Escamilla di Elite sono una coppia? (FOTO)

Culture - Redazione 27.5.24
BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24
Queer Palm 2024, vince Three Kilometers until the End of the World. Karla Sofía Gascón prima attrice trans in trionfo a Cannes - Trei kilometri pana la capatul lumii - Gay.it

Queer Palm 2024, vince Three Kilometers until the End of the World. Karla Sofía Gascón prima attrice trans in trionfo a Cannes

Cinema - Federico Boni 27.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24

Hai già letto
queste storie?

Milano, affitto negato perché gay: "La proprietaria preferisce una persona "tradizionale"" (VIDEO) - Andrea Papazzoni - Gay.it

Milano, affitto negato perché gay: “La proprietaria preferisce una persona “tradizionale”” (VIDEO)

News - Redazione 16.2.24
HUNTER SCHAFER

Hunter Schafer è stata arrestata per una protesta pro-Palestina

News - Redazione Milano 28.2.24
Parte il viaggio itinerante in camper delle Famiglie Arcobaleno: prima tappa a Morbegno, in Valtellina - famiglie arcobaleno valtellina 1 1 - Gay.it

Parte il viaggio itinerante in camper delle Famiglie Arcobaleno: prima tappa a Morbegno, in Valtellina

News - Gio Arcuri 22.2.24
Ex manager della British Airways arrestato in Qatar perché gay: "Negati i farmaci antiretrovirali, è tortura" - Manuel Guerrero Avina - Gay.it

Ex manager della British Airways arrestato in Qatar perché gay: “Negati i farmaci antiretrovirali, è tortura”

News - Redazione 1.3.24
Repubblica Dominicana LGBT depenalizzazione

La Dominica depenalizza l’omosessualità: “È solo l’inizio di una guerra”

News - Redazione Milano 23.4.24
Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un'aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO) - Da Se Zna Serbia - Gay.it

Serbia, attivisti LGBTQIA+ in piazza dopo un’aggressione omofoba da parte della polizia (VIDEO)

News - Redazione 8.3.24
egualitario matrimonio gay matrimonio omosessuale

In Italia il 73% delle persone è favorevole al matrimonio egualitario

News - Federico Boni 30.11.23
terapie di conversione terapie riparative

Scozia, il governo fa partire la consultazione per vietare ufficialmente le terapie di conversione

News - Redazione 10.1.24