Amato: “Riconoscere i figli di due mamme è costituzionale”. ProVita attacca: “Corte in preda a schizofrenia ideologica”

"Quel bambino è il frutto della volontà di due donne, è stato cresciuto da entrambe, quindi può essere il figlio delle due madri. Perché non riconoscere questo diritto anche alla madre non biologica?", ha ribadito il presidente emerito della Corte Costituzionale.

ascolta:
0:00
-
0:00
famiglie-arcobaleno
famiglie-arcobaleno
3 min. di lettura

Presidente emerito della Corte Costituzionale, Giuliano Amato ha ribadito quanto le associazioni LGBTQIA+ che lottano al fianco delle famiglie arcobaleno sostengono da mesi, ovvero che i figli con due mamme devono essere riconosciuti e legalmente registrati all’anagrafe.

Intervistato da Simonetta Fiori per LaRepubblica, l’85enne ex premier ha sottolineato come in base anche ai pronunciamenti più recenti da parte della Corte Costituzionale, “l’identità di un figlio deriva dalla sua vita familiare“. Ma nel caso della gestazione per altri, che il governo Meloni punta a tramutare in “reato universale”, “il genitore intenzionale può solo adottare, non riconoscere. Solo in questo modo rimane per la maternità surrogata quel disvalore che gli ha dato l’ordinamento riconoscendola come reato”.

Tutto cambia dinanzi all’ormai celebre caso della procura di Padova, che ha impugnato 33 registrazioni relative a figli con due mamme, che nulla hanno a che vedere con la GPA.

In questo caso io personalmente non vedo ostacoli al riconoscimento della genitorialità piena anche della madre non biologica“, ha precisato Amato. “Quel bambino è il frutto della volontà di due donne, è stato cresciuto da entrambe, quindi può essere il figlio delle due madri. Perché non riconoscere questo diritto anche alla madre non biologica? Questo però la Corte Costituzionale non l’ha ancora detto. E la legge che vige in Italia sulla fecondazione artificiale autorizza l’eterologa solo per le coppie eterosessuali“.

Dinanzi ad una mancato intervento del parlamento, inevitabilmente sorge una differenziazione tra i figli di due donne e i figli di due donne, che Amato non considererebbe comunque “illegittimi, dal momento che possono essere adottati dai genitori intenzionali. Il punto è che l’adozione così come oggi è concepita è un congegno molto difettoso. E la Corte, che pure lo ha migliorato, ha ripetutamente invitato il Parlamento a intervenire, un appello finora rimasto inascoltato”. Amato ha anche replicato alla ministra Roccella, che aveva paventato una “sanatoria” per i figli delle coppie arcobaleno nati tramite GPA.

“I bambini non sono abusi edilizi, come già è stato detto. Ne va definito il trattamento più rispondente al loro interesse, nelle diverse situazioni. Punto”.

Parole che hanno scatenato ProVita, sempre più in prima linea in questa delirante guerra contro le famiglie arcobaleno e i diritti LGBTQIA+. Dopo aver minacciato fuoco e fiamme per i patrocini al Lazio Pride di Roma e Latina, prima concessi e successivamente ritirati dal presidente Rocca e dalla sindaca Matilde Celentano, Jacopo Coghe ha sparato a zero anche contro l’ex Giudice della Corte costituzionale della Repubblica italiana, oggi Presidente della Corte costituzionale.

Pretendere un figlio a tutti i costi, violando il suo diritto ad avere e crescere con una mamma e un papà, è e sarà sempre sbagliato e in un Paese civile non potrà mai essere considerato costituzionale. Tanto l’utero in affitto quanto il commercio di gameti sono delle pretese di acquistare bambini calpestando i loro diritti“, ha tuonato Coghe, che ha definito “gravissime” le parole di Amato. “La Corte Costituzionale“, ha continuato il portavoce di ProVita, è “in preda ad una schizofrenia ideologica e lontana dalla realtà in merito a temi etici e sensibili”. “L’approccio di Amato” è “quello fazioso di una Consulta che, attualmente, vuole imporre al Parlamento l’agenda politica, violando la separazione dei poteri e la democrazia rappresentativa“.

In tutto questo marasma Lucio Malan, Presidente del Gruppo Fratelli d’Italia al Senato, non ha minimamente capito le parole di Giuliano Amato, cinguettando trionfante: “Sappiamo che per gran parte della sinistra “costituzionale” significa “corrisponde alla nostra ideologia”. Qui però lo dice un ex presidente della Corte Costituzionale…”.

Peccato che Amato abbia ribadito quanto lo stesso Pd sostiene da mesi, ovvero che c’è la necessità di un intervento parlamentare a sostegno delle famiglie arcobaleno, con la procura di Padova che ha evidentemente fatto il passo più lungo della gamba, andando a stralciare 33 famiglie che nulla hanno a che vedere con la gestazione per altri. Ma Malan, da 30 anni in Parlamento, ha capito tutt’altro…

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Rooy Charlie Lana

Vergognarsi e spogliarsi lo stesso: intervista con Rooy Charlie Lana, tra desiderio e non binarismo

Culture - Riccardo Conte 29.2.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24

Leggere fa bene

Vannacci è ovunque e continua nei suoi deliri: "Omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili" - 6D3046CB E0AC 431B 8685 F78A3416FE24 - Gay.it

Vannacci è ovunque e continua nei suoi deliri: “Omosessuali ultraprotetti, si sentono intoccabili”

News - Redazione 25.9.23
mammeamodonostro-intervista

Il viaggio di Giada e Iris continua: benvenuto Giulio, il fiore più bello sbocciato nelle avversità

News - Francesca Di Feo 7.2.24
meloni orban

Ungheria, Orban sfida l’UE: “Inammissibile l’ingresso dei propagandisti LGBTIA+ nelle nostre scuole” – VIDEO

News - Redazione 22.1.24
decreto genitori

Il Governo Meloni difende il decreto Salvini-Conte che cancella i genitori omosessuali dai documenti dei figli

News - Redazione Milano 4.10.23
Anthony Rapp e suo marito Ken Ithiphol sono diventati di nuovo papà - Anthony Rapp - Gay.it

Anthony Rapp e suo marito Ken Ithiphol sono diventati di nuovo papà

News - Redazione 30.11.23
L'estate italiana dell'omobitransfobia, Zan: "Il Governo Meloni è corresponsabile, chi lo nega è complice" - alessandro zan - Gay.it

L’estate italiana dell’omobitransfobia, Zan: “Il Governo Meloni è corresponsabile, chi lo nega è complice”

News - Federico Boni 8.9.23
Sammy Mahdi, il politico belga di destra che ha vinto lo show drag Non sono una Signora - Sammy Mahdi - Gay.it

Sammy Mahdi, il politico belga di destra che ha vinto lo show drag Non sono una Signora

News - Redazione 28.9.23
il-presepe-arcobaleno-di-don-vitaliano

Il presepe di Don Vitaliano avrà due mamme: “Le famiglie arcobaleno colpite da critiche e condanne disumane e antievangeliche”

Culture - Francesca Di Feo 19.12.23