Arisa nuda su Instagram: “Sono tutte le donne, e sono anche un uomo”

Arisa si riappropria del suo corpo e della sua femminilità con una foto semplice, ma potentissima.

ascolta:
0:00
-
0:00
arisa-instagram
2 min. di lettura

Il corpo può diventare arte, ed essere capace di trasmettere messaggi profondi e controversi anche senza bisogno di parole.

Ed è proprio così che Arisa ha colto tutti di sorpresa, ieri, con il suo recentissimo post su Instagram dove posa nuda con la caption “I’m every woman, but I’m a man, too. And there’s nothing wrong with me”.

Poche parole per trasmettere un sentimento potentissimo di riappropriazione del proprio corpo dopo che – agli albori della sua carriera – era stata categorizzata come il “brutto anatroccolo”, epiteto che ha segnato, come da sue dichiarazioni, una grande ferita nella sua autostima.

Ma anche un grande grido di libertà, raccolto nel suo ultimo album uscito a Novembre 2021 “Ero Romantica”, dove Arisa esplora il suo bisogno di passione, il desiderio di riaffermare la sua femminilità, ma anche la sua fluidità, concentrandosi su valori come l’uguaglianza e l’inclusività.

Una nuova Arisa

Con un vero e proprio statement sul suo profilo Instagram, Arisa ha segnato il termine di un’esperienza per cominciarne un’altra, votata all’essere sé stessə senza vergogna e alla libertà di espressione.

Una nuova icona di body positivity, che si libera una volta per tutte della “categoria” a cui è stata assegnata e si ricongiunge una volta per tutte con quel corpo solo suo, scevro da qualsiasi preconcetto e giudizio da giornaletto di gossip.

Sono tutte le donne: perché ogni donna nasconde l’Universo dentro di sé e tutti ne siamo parte. E sono anche un uomo: perché una donna sola in una società ancora tanto retrograda o maschilista deve imparare a esserlo. Deve essere forte e rude, capace di combattere il più becero machismo e l’incomprensione da parte di alcune altre di Noi, senza mai perdere la propria femminilità, continuando ad amare. E non trovo nulla di sbagliato in questo”

Il riappropriarsi di tutte le parti della propria identità – maschile e femminile, e tutto ciò che sta nel mezzo – è la sfida dell’essere umano del 21esimo secolo. Non è semplice andare oltre agli stereotipi, alle ossessioni e ai canoni estetici che ci impongono di reprimere e nascondere alcune parti di noi.

E un’Arisa che posa nuda su Instagram è una sfida alle aspettative della società patriarcale, sceglie chi può e chi non può sentirsi bell*, sexy e femminile.

Con questo, l’autrice – tramite questo gesto, ma anche nei testi del suo nuovo album – vuole comunicare l’importanza di rincorrere la felicità, qualsiasi cosa essa implichi, anche la sessualità, che viene affrontata con una leggera consapevolezza.

Naturalmente, su Instagram il seno dev’essere rigorosamente coperto da pixel per evitare la censura – anche quando si tratta di arte – e le mani poste sulle parti intime. Ma l’immagine rimane comunque di grande effetto per gli utenti che la incontrano.

Nel post è stato taggato il profilo ufficiale della comunità LGBTQIA+ in Italia: Arisa è stata una delle performer al Pride di Padova, e si è esibita sul palco in supporto dei diritti civili e contro le discriminazioni, in nome dell’amore universale.

“Ero Romantica” diventerà sicuramente un’icona per tutti coloro che ancora oggi fanno fatica a esplorare la loro sfera più intima perché reputati “non degni” dai canoni estetici e societari imposti da secoli di retaggio patriarcale.

Il messaggio è solo uno: essere liberi e amarsi oltre ogni confine.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Papa Francesco - Vescovi - Cei

Papa Francesco tradito e punito dai vescovi: la ferocia omofobica della Cei, le chat interne e i pochi sacerdoti coraggiosi

News - Marco Grieco 30.5.24
Culattone, checca, finocchio e gli altri: origine e storia degli insulti contro i gay - cover insulti - Gay.it

Culattone, checca, finocchio e gli altri: origine e storia degli insulti contro i gay

News - Redazione 28.5.24
Grande Fratello 2023 - Alfonso Signorini

Al via i casting per la nuova edizione del Grande Fratello: il prossimo potresti essere tu!

Culture - Luca Diana 29.5.24
Elezioni europee: "Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto", la campagna di Arcigay

Elezioni europee: “Io Voto! E porto la comunità LGBTIQ+ al voto”, la campagna di Arcigay

News - Gay.it 28.5.24
Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans - Bingham Cup 2024 a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans 5 - Gay.it

Bingham Cup 2024, a Roma la prima gara internazionale di Rugby tra persone trans

News - Redazione 29.5.24
Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell'ultimo capitolo: "Almeno 18 mesi per disegnarlo" - Heartstopper - Gay.it

Heartstopper 6, Alice Oseman ha una bozza dell’ultimo capitolo: “Almeno 18 mesi per disegnarlo”

Serie Tv - Redazione 28.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Fka Twigs per Calvin Klein (2023)

Perché hanno censurato FKA Twigs, tra oggettificazione sessuale e double standard

Corpi - Redazione Milano 12.1.24
BigMama Sanremo 2024 La rabbia non ti basta

BigMama a Sanremo 2024: “Mi gridavano ‘cicciona’, ora guardate quanto sono fi*a”

Musica - Emanuele Corbo 12.1.24
Chiara Ferragni con il volto martoriato nel post con cui Profit Ways ha pagato Meta per sponsorizzare le criptovalute

Il volto martoriato di Chiara Ferragni in un violento post Instagram

News - Redazione Milano 8.1.24
5 look perfetti per le feste con Astra Make-Up

Ecco il trucco perfetto ispirato ai film LGBTQIA+ con Astra Make-Up

Lifestyle - Redazione Milano 21.12.23
Emma Stone in Poor Things (2023)

Emma Stone difende le scene di sesso in Povere Creature

Cinema - Redazione Milano 19.1.24
performativita-omosessuale-donne-etero

Performatività omosessuale: perché due donne etero dovrebbero baciarsi?

News - Francesca Di Feo 30.11.23
Gino Paoli, Elodie

Gino Paoli critica chi mostra il culo, Elodie risponde: “Fanno capolavori, ma nella vita sono delle merde”

Culture - Redazione Milano 15.12.23
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24