Ben Stokes, il giocatore di cricket arrestato per aver difeso una coppia gay: “Ho considerato di lasciare lo sport”

Il processo si è concluso nel 2018, ma la sua carriera ha subito un brusco arresto.

ascolta:
0:00
-
0:00
Ben Stokes, il giocatore di cricket arrestato per aver difeso una coppia gay: “Ho considerato di lasciare lo sport” - ben stokes copertina2 - Gay.it
3 min. di lettura

Tra tutti gli sport al mondo, il cricket è tra i più inclusivi. Anche nelle sue competizioni di più alto livello, si annoverano parecchi giocatori apertamente LGBTQ+ e dal 1996 esiste una squadra, i Graces Cricket Club formata unicamente da giocatori gay. A volte, però, il profitto e gli interessi economici delle società sportive non amano troppo questa immagine inclusiva che spesso fa scappare gli sponsor meno disposti a mettersi in campo come alleati.

Questo è quello che è successo a Ben Stokes, giocatore di cricket nella squadra Twenty20 International e capitano della England Test. Stokes, di origine neozelandese ma naturalizzato inglese, ha iniziato la sua carriera nel 2011, arrivando ben presto nel Regno Unito come uno dei giocatori più promettenti delle nuove generazioni.

Ben Stokes Gay.it
I Graces Cricket Club, la squadra di cricket formata solo da giocatori gay

La sua carriera, tuttavia, ha subito un brusco arresto quando, nel 2017, è stato arrestato per una rissa tra le strade di Bristol. All’epoca la notizia fece il giro dei tabloid inglese ma il giocatore non ha mai rilasciato commenti sulla vicenda. Questo finora: nel suo documentario targato Amazon Prime, “Ben Stokes: Phoenix from the Ashes”, il giocatore ha rivelato alcuni dettagli sul processo e sulle sue conseguenze negli anni a seguire.

I protagonisti dello scontro, oltre a Ben Stokes e all’amico e collega Alex Hales che la sera dell’accaduto si trovava con lui, sono Kai Barry, William O’Connor, Ryan Ali e Ryan Hale. I primi due sono una coppia gay che, quella sera, si trovavano in giro per locali proprio come Stokes e l’amico. I secondi sono gli aggressori che, per strada, avevano preso ad insultare con fare minaccioso la coppia.

Ben Stokes Gay.it
Ben Stokes durante il processo

È facile immaginare come possano essere andate le cose: Stokes ferma la macchina e scende per difendere la coppia aggredita, Ali e Hale diventano violenti e scoppia una rissa. Il tutto viene ripreso in un video diffuso da CCTV che diventa immediatamente virale.

Ben Stokes viene arrestato e si apre un processo in cui si difende dicendo di aver voluto aiutare la giovane coppia gay, nonostante le accuse che lo avrebbero visto partecipare agli stessi scherni che aveva tentato di smorzare. Il processo si chiuse un anno più tardi, nel 2018, con Stokes scagionato da ogni accusa.

Ben Stokes Gay.it
Ben Stokes nel video dell’arresto diffuso da CCTV

Ma, come racconta nel documentario, la storia non era ancora finita. Ben Stokes ha infatti raccontato che, a seguito della vicenda, New Balance ha ritirato la sua sponsorizzazione e ha dichiarato allo Star Observer di non aver mai parlato dei fatti perché non gli era permesso dalla società sportiva. Società che, anche dopo la sua assoluzione, non si è mai espressa in merito, nemmeno con un comunicato ufficiale.

«A volte mi dico: “Se avessi lasciato che accadesse e fossi andato avanti, non sarei qui, tutto questo non sarebbe successo”. Ma probabilmente non mi sarei mai perdonato per essere mai passato davanti a qualcosa del genere»

Ben Stokes Gay.it
Dopo la vicenda e la risposta della società sportiva, Ben Stokes ha valutato di lasciare lo sport

A sua difesa sono intervenuti anche Kai e William, i due ragazzi che Stokes a difeso, che in un’intervista al The Sun lo hanno definito un eroe, sostenendo che il processo non ci sarebbe nemmeno dovuto essere stato: «Ben ha rischiato la carriera per noi. È il mio eroe. Ha mostrato un’immensa forza di carattere».

Ben Stokes ha anche raccontato come le conseguenze del processo e tutte le pressioni mediatiche e della società sportiva gli abbiano anche fatto valutare di abbandonare definitivamente lo sport. Il suo gesto è passato in secondo piano: escluso e messo in un angolo per le possibili ripercussioni del suo coinvolgimento mentre una domanda sorge spontanea. Sarebbe stato trattato allo stesso modo se i ragazzi che aveva difeso fossero stati etero?

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
iraq-donne-trans (2)

Iraq, la strage silenziosa delle donne trans, uccise dai loro familiari per “onore”

Corpi - Francesca Di Feo 20.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: "Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa" - Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni - Gay.it

Ambra e il body shaming da parte della stampa quando aveva 17 anni: “Sottolineavano ovunque quanto fossi diventata grassa”

Culture - Redazione 22.5.24

Continua a leggere

Siviglia, Lucas Ocampos vittima di molestia. Un tifoso gli mette un dito nel sedere (VIDEO) - Lucas Ocampos - Gay.it

Siviglia, Lucas Ocampos vittima di molestia. Un tifoso gli mette un dito nel sedere (VIDEO)

Corpi - Redazione 6.2.24
open-milano-torneo-contro-le-discriminazioni-23-marzo

Lo sport a servizio dell’inclusività: il torneo di calcio Open contro le discriminazioni

Corpi - Francesca Di Feo 16.3.24
Tom Daley, il figlio lo accoglie al ritorno dai mondiali vinti. L'emozionante abbraccio (VIDEO) - Tom Daley - Gay.it

Tom Daley, il figlio lo accoglie al ritorno dai mondiali vinti. L’emozionante abbraccio (VIDEO)

Corpi - Redazione 12.2.24
Cesena, Forza Nuova affisse manifesti funebri per le unioni civili. Mirco Ottaviani assolto dalla Corte d'Appello - Cesena Forza Nuova 1 - Gay.it

Cesena, Forza Nuova affisse manifesti funebri per le unioni civili. Mirco Ottaviani assolto dalla Corte d’Appello

News - Redazione 21.3.24
Roberto Vannacci Paola Egonu Matteo Salvini

Vannacci sospeso dall’Esercito Italiano, Egonu lo querela, Salvini lo difende

News - Giuliano Federico 28.2.24
Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: "Ho rischiato di perdere l'occhio" - Pasquale Ciano 2 - Gay.it

Pasquale Ciano, aggressione omofoba a Sitges: “Ho rischiato di perdere l’occhio”

News - Redazione 13.12.23
100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore - roberto vannacci - Gay.it

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore

News - Redazione 7.12.23
Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: "Il calcio non è da fr*ci" - Matt Turner e Vinicius - Gay.it

Sospesa Messico-USA per cori omofobi. E Chilavert attacca Vinicius in lacrime: “Il calcio non è da fr*ci”

News - Redazione 27.3.24