Inghilterra, gli Anglicani confermano condanna dell’omosessualità

La risoluzione Lambeth 1.10 venne approvata nel 1998 ed è valida ancora oggi. Vi raccontiamo tutto.

ascolta:
0:00
-
0:00
Conferenza di Lambeth Gay.it
4 min. di lettura

Anche se il nome per noi dice poco, Lambeth 1.10 è una famigerata Risoluzione approvata nel 1998 dai vescovi della Comunione Anglicana con cui veniva rifiutata la pratica omosessuale, in quanto incompatibile con le scritture. È naturale quindi che lo sgomento dell’opinione pubblica sia stato suscitato quando la decennale Conferenza di Lambeth, che si è tenuta il 26 luglio, ha ripreso a parlarne.

La Conferenza, che si è tenuta presso l’Università del Kent, riunisce i vescovi anglicani internazionali per decidere la posizione della Comunione Anglicana su questioni di attualità. Le loro decisioni non hanno potere legislativo, ma sono comunque altamente influenti per le chiese anglicane sparse in tutto il mondo.

Conferenza di Lambeth Gay.it
La Conferenza di Lambeth riunisce i vescovi internazionali della Comunione anglicana

Momento centrale di questo ritrovo è stato il voto di una nuova risoluzione, denominata The 2022 Lambeth Call on Human Dignity. Finalmente la svolta con cui la Chiesa Anglicana si è aperta alla comunità LGBTQ+? Nemmeno per sogno.

Il testo dell’appello era già stato pubblicato a inizio anno, suscitando le critiche anche di quei credenti a favore della comunità LGBTQ+. Con una mossa che guarda tutta al passato, la chiamata chiedeva ai vescovi di riaffermare proprio Lambeth 1.10. A poco è servita la marcia indietro della Comunione, che ha cambiato l’invito chiedendo semplicemente di riconoscere le diverse opinioni delle chiese, e la mossa dell’Arcivescovo di Canterbury Justin Welby di togliere le votazioni dei vescovi chiedendo di fornire semplicemente commenti e feedback.

Conferenza di Lambeth Gay.it
La dottrina anglicana non riconosce l’unione tra persone dello stesso sesso

La Chiesa Anglicana rifiuta l’unione tra persone dello stesso sesso, sia per quanto riguarda le relazioni carnali che il matrimonio. La dottrina ha ribadito più volte come l’unione nel matrimonio sia destinata a un uomo e una donna con l’obiettivo di procreare.

Lambeth 1.10 è quindi rimasto l’obiettivo della Conferenza e la presa di posizione di Welby ha avuto l’effetto opposto: gli anglicani anti-LGBTQ+ hanno creato un nuovo appello ancora più estremo sul rifiuto delle pratiche omosessuali. Questo è arrivato dalla GSFA, la Global South Fellowship of Anglican Churches, un potente gruppo che comprende circa 25 province e il 75% degli anglicani nel mondo.

«Sulla base della necessità di stabilire una chiara dottrina sul matrimonio e la sessualità in questo momento decisivo per la Comunione anglicana, questa conferenza riafferma l’insegnamento biblico della Conferenza di Lambeth 1998 Risoluzione 1.10»

Così si legge nel testo divulgato dalla Comunione, a cui si aggiunge: «La conferenza sostiene la fedeltà nel matrimonio tra un uomo e una donna in unione per tutta la vita e crede che l’astinenza sia giusta per coloro che non sono chiamati al matrimonio. […] Rifiuta la pratica omosessuale in quanto incompatibile con la Scrittura e non può consigliare la legittimazione o la benedizione delle unioni omosessuali né ordinare coloro che sono coinvolti in unioni omosessuali».

Conferenza di Lambeth Gay.it
Un momento della Conferenza di Lambeth 2022

In passato la GSFA si era espressa con una leggera apertura verso la comunità LGBTQ+, affermando di essere disposta ad ascoltare l’esperienza delle persone omosessuali e auspicandosi che anche loro potessero ricevere conforto e guida dalla Chiesa. L’appello a Lambeth 1.10, però, sembra dire tutto il contrario.

Sulla stessa linea contraddittoria anche lo stesso Arcivescovo di Canterbury che, a seguito delle polemiche ricevute, ha pensato bene di inviare una lettera aperta il giorno in cui la Conferenza avrebbe discusso l’appello. Il problema? Welby ha tentato di riappacificare le due parti schierandosi con entrambe, senza però riuscirci. Nella sua lettera scrive: «Riconosco che Lambeth 1.10 continua ad essere fonte di dolore, ansia e contesa». Un buon inizio per staccarsi da una Risoluzione così dannosa per la comunità LGBTQ+. Salvo poi continuare subito dopo: «Scrivo… per affermare che la validità della risoluzione approvata alla Conferenza di Lambeth 1998 1: 10 non c’è dubbio e tutta la delibera è ancora in vigore».

Conferenza di Lambeth Gay.it
Justin Welby, l’Arcivescovo di Canterbury

I risultati ufficiali delle votazioni dei vescovi non sono ancora stati resi pubblici, ma l’intera questione è già abbastanza preoccupante così com’è. Lambeth 1.10 è pericolosa non solo per le sue idee estreme, ma anche e soprattutto per i giovani LGBTQ+ che fanno parte della comunità anglicana e in questa devono crescere e affrontare da soli la scoperta della propria identità.

Tutto questo non significa che l’intera Comunione Anglicana sia anti-LGBT. Anzi, gli anglicani inclusivi, compresi vescovi e arcivescovi, esistono. Canada, Brasile e Galles si sono già espressi contro la Conferenza di Lambeth con parole di speranza verso il futuro: «Insieme parleremo di guarigione e speranza al nostro mondo distrutto e non vediamo l’ora che arrivi il giorno in cui tutti potranno sentirsi veramente accolti, apprezzati e affermati».

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Billie Eilish, è uscito il nuovo album "Hit Me Hard and Soft"

Billie Eilish ritrova se stessa e plasma di nuovo il pop alla sua (gigante) maniera

Musica - Emanuele Corbo 21.5.24
Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
daniel craig queer guadagnino

Queer: “È fantastico, dura 3 ore e sarà a Venezia”. Luca Guadagnino: “È il film che avevo in testa da 35 anni”

News - Redazione 20.5.24

Hai già letto
queste storie?

liz truss diritti lgbtq rights

Regno Unito, l’ex premier Liz Truss vuole vietare la transizione di genere ai minori di 18 anni

News - Redazione 4.12.23
Credit: Steve Russell

Cosa è cambiato per lə bambinə trans* nel Regno Unito

News - Redazione Milano 22.12.23
Foto di Jamie Mccartney

Il Museo della Vagina include anche le persone trans*

Culture - Redazione Milano 18.1.24
rishi sunak transfobico

Regno Unito, il premier Rishi Sunak torna alla carica contro la comunità trans

News - Francesca Di Feo 6.12.23
Stephen Fry e la pelle dell'orso

Stephen Fry contro i colbacchi delle guardie reali inglesi realizzati con pelliccia d’orso

News - Redazione 12.1.24
Photo: Rogelio V. Solis

ll Parlamento inglese accoglie il primo panel per la tutela dellə bambinə trans*

News - Redazione Milano 7.2.24
alan turing biografia gay

Alan Turing, finalmente una statua celebrativa al Kings College di Cambridge ma è polemica sul risultato finale

Culture - Redazione 31.1.24
giornata-internazionale-della-visibilita-transgender

Un terzo degli studenti si dichiara LGBTQIA+

News - Redazione 30.1.24