Corrado e Adriano, è omofobia anche dopo la morte. Imbrattato il manifesto funebre: “Fr*ci!”

Dopo quasi 40 anni d'amore, l'ignobile insulto sul cartello funebre del 76enne Adriano Canese. Lo sconcerto del compagno Corrado Brun.

ascolta:
0:00
-
0:00
Corrado e Adriano, è omofobia anche dopo la morte. Imbrattato il manifesto funebre: “Fr*ci!” - Corrado e Adriano e omofobia anche dopo la morte. Imbrattato il manifesto funebre - Gay.it
2 min. di lettura

La lunga estate omobitransfobica all’italiana non conosce sosta. L’ultima indecenza di stagione arriva da Pinarolo, dove la morte di Adriano Canese, 76 anni tra i fondatori di Radio Koala, è stata pubblicamente pianta da suo marito Corrado Brun. Il tradizionale manifesto funebre che ne ha annunciato il decesso, svelando anche il luogo della commemorazione, è stato imbrattato da un insulto omofobo, ancor più indegno dinanzi ad un simile momento di dolore.

Fr*ci“, si legge sul tiletto, come denunciato da LaRepubblica. L’adesivo è stato presto rimosso, ma il marchio dell’ignobile omofobia è rimasto indelebile.

“È un atto ignobile che non porta a nulla”, il commento di Corrado, che ha vissuto 39 anni di amore al fianco di Adriano. “Dimostra solo la pochezza di chi l’ha fatto. La mia, più che rabbia, è amarezza di fronte a un episodio così stupido. Alle offese, però, non ci si abitua. Episodi di cattiveria ne avevamo già vissuti. Noi vivevamo a Pinerolo ma nel 1989 ci siamo trasferiti a Torre Pellice. Ce ne siamo andati perché c’era gente che non accettava il nostro rapporto. Eravamo stufi di ricevere telefonate anonime, danneggiamenti vari, anche alla nostra radio: radio Armonia. Eravamo il bersaglio di deficienti per il nostro rapporto di amore vero“.

Nel 2016 l’unione civile, a lungo sognata. Ora, 7 anni dopo, il deplorevole insulto su un manifesto funebre.

“Mi spiace che nel 2023 ci sia ancora qualcuno talmente ossessionato dall’omosessualità da prendersi la briga di insultare. Devo dire la verità: negli ultimi anni il clima è cambiato in peggio. È stata sdoganata la libertà di insulto. Molti si sentono legittimati a dire e comportarsi come certi politici”.

Duro il commento di Marco Giusta, coordinatore del Torino Pride. “Davanti a una cosa del genere non si può che provare rabbia, disgusto. Non c’è neanche più rispetto per una persona che non c’è più e per un affetto che continua. In questo vaso viene insultato e svilito non solo quello che c’è stato tra i due ma anche l’amore che sopravvive”.

Sconcerto social è stato esplicitato da Diego Passoni.

Non mi interessa nemmeno chi sia la creatura disgraziata che vive in una tale miseria interiore da aver realizzato questa porcata“, ha scritto su Instagram Passoni. “Mi interessa ricordare con chiarezza che nessunə di noi ha la minima intenzione di tornare a nascondersi o permettervi di fingere che non esistiamo. Né arretreremo di un passo sulla pretesa di un mondo già al presente disegnato per tutt3. C’è un governo che è un enorme colpo di coda di un’idea di mondo sbagliata e nei fatti smentita e fallita. Ma ora che le istituzuoni sdoganano odio e violenza, sappiate che potete spaventare ma non fate paura. Con grande soddisfazione apprendo che vi diamo fastidio anche da mort3. E non avete idea, anche quando siamo trapassat3, di cosa sappiamo scatenare nei vostri sogni, per il sonno che vi resta. Tanto ci vediamo poi tutt3 di là. Nel frattempo mando un abbraccio a Corrado Brun. Credo dovremmo tutt3 manifestare vicinanza e sostegno per la perdita e per aver subito un gesto così inqualificabile. Riempiamolo di fiori“.

Tra le tante reazioni social, spicca anche quella di Claudio Marchisio, ex calciatore della Juventus che ha parlato di “atto di inaudita violenza” e di “gesto inaccettabile che non può e non deve rimanere impunito. Se è vero che i social network hanno anche un potere positivo, allora è giusto prendere posizione con forza affinchè comportamenti come questi non vengano più tollerati. Il mio pensiero va a Corrado e alla famiglia di Adriano“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Ghana legge anti LGBTI approvata dal parlamento

Ghana, il parlamento approva la legge anti-LGBTI, il Presidente Akufo-Addo firmerà?

News - Giuliano Federico 28.2.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Douglas Carolo e Michele Caglioni arrestati il 29 Febbraio

Cosa non sappiamo di Douglas Carolo e Michele Caglioni, presunti assassini di Andrea Bossi

News - Redazione Milano 1.3.24
I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24
Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale - olly alexander - Gay.it

Eurovision 2024, Il Regno Unito vuole la vittoria con Dizzy di Olly Alexander. Il video ufficiale

Culture - Redazione 1.3.24

Continua a leggere

albania-diritti-lgbtqia

Albania, tutte le promesse non mantenute dal governo in ambito di diritti LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 5.1.24
100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore - roberto vannacci - Gay.it

100 giorni di esternazioni omobitransfobiche di Roberto Vannacci, da generale a Capo di Stato maggiore

News - Redazione 7.12.23
Pro Vita, un 2023 segnato dall'ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+ - 22I Figli non si comprano22 i manifesti di Pro Vita contro la GPA invadono le citta dItalia - Gay.it

Pro Vita, un 2023 segnato dall’ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+

News - Federico Boni 6.12.23
"Non vogliamo lesbiche in squadra": la furia dei conservatori turchi non scalfisce la pallavolista Ebrar Karakurt - ebrar karakurt turchia omofobia - Gay.it

“Non vogliamo lesbiche in squadra”: la furia dei conservatori turchi non scalfisce la pallavolista Ebrar Karakurt

Corpi - Francesca Di Feo 23.9.23
Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica - Kenya Cov - Gay.it

Kenya, miliardi in fumo se dovesse essere approvata la nuova legge omobitransfobica

News - Federico Boni 9.11.23
Polonia matrimonio egualitario Gay.it

Polonia, suicidi in aumento a causa delle leggi omobitransfobiche del Paese

News - Federico Boni 20.2.24
telefono Insulti froci checche scarti omofobia roma gay help line

“Fr*ci di m*rda, scarto della società”: a Roma insulti a coppia gay dopo la disdetta di una prenotazione

News - Redazione Milano 19.10.23
Pioggia di drag a San Siro per Inter-Bologna contro l'omobitransfobia nel calcio e lanciare Drag Race Italia 3 - Drag Race Italia 3 pioggia di drag a San Siro per Inter Bologna per dire basta allomobitransfobia nel calcio 1 - Gay.it

Pioggia di drag a San Siro per Inter-Bologna contro l’omobitransfobia nel calcio e lanciare Drag Race Italia 3

Culture - Redazione 7.10.23