Da Napoli a Torino la violenza omofoba miete ancora vittime

Due aggressioni in meno di 24 ore. In dieci aggrediscono un ragazzo a Napoli mentre torna da una serata con gli amici. Due ragazzi a Torino costretti a scappare da quattro inseguitori.

Da Napoli a Torino la violenza omofoba miete ancora vittime - aggressione napoli torinoBASE - Gay.it
3 min. di lettura

Da Napoli a Torino la violenza omofoba miete ancora vittime - aggressione napoli torinoF1 - Gay.it

"Fallo cadere a terra, guarda che ricchione". Così, in dieci contro uno, domenica notte hanno aggredito un ragazzo di 21 anni in pieno centro storico di Napoli mentre, da solo, rientrava a casa dopo una serata con gli amici. A riportare la testimonianza di Fabio (il nome è di fantasia) è l’edizione partenopea di Repubblica che racconta la brutale aggressione subita dal ragazzo.
Fabio aveva passato al serata in un locale di Mergellina e all’1.40 di notte stava percorrendo via dei Tribunali a piedi e da solo perché per via della ZTL i suoi amici non possono accompagnarlo in auto fino a sotto casa.

Da Napoli a Torino la violenza omofoba miete ancora vittime - aggressione napoli torinoF2 - Gay.it

Mentre cammina siaccorge di una Smart nera ferma e con un ragazzo di circa 25 anni seduto al posto di guida. Al suo passaggio, il guidatore fa un cenno e da dietro una statua spuntano in cinque e circondano Fabio. Ma non sono soli: ci sono altri cinque ragazzi che guardano cosa accade da poco distante mentre uno del primo gruppo di aggressori strattona Fabio tirandogli il borsello che porta a tracolla. Fabio diventa un gioco e "se lo passano" di mano in mano, schiaffeggiandolo e colpendolo. Il ragazzo ha uno scatto e tira un calcio, si libera e corre via. Ma i suoi aggressori non sono sazi. Lo inseguono.

Da Napoli a Torino la violenza omofoba miete ancora vittime - aggressione napoli torinoF3 - Gay.it

Fabio, però, è più veloce e li semina fino a raggiungere casa di un amico, in corso Umberto, dove rimane a dormire: uscire di nuovo per strada sarebbe troppo pericoloso. La mattina dopo, Fabio va in ospedale a farsi refertare e poi a sporgere denuncia alla polizia a cui precisa che vicino al luogo dell’aggressione c’è la telecamera di una tabaccheria che, forse, ha ripreso la scena. A seguire il caso c’è il circolo napoletano di Arcigay con il presidente Fabrizio Sorbara che fa sapere di avere segnalato il casdo all’Unar, l’ufficio nazionale contro le discriminazioni.
Parla di un "atto di grave di ferocia metropolitana" il consigliere della seconda municipalità con delega alle Pari Opportunità Pino de Stasio. "Manca una legge nazionale contro l’omofobia – continua de Stasio -. La ZTL determina anche l’impossibilità di accedere con sicurezza alla zona per gli studenti fuorisede".

Da Napoli a Torino la violenza omofoba miete ancora vittime - aggressione cataniaF3 - Gay.it

Neanche 24 ore dopo sono due ragazzi torinesi a passare un brutto quarto d’ora, poco dopo l’aggressione di Villa Pamphili a Roma, a conferma che la violenza omofoba non conosce latitudine.
Lunedì sera Andrea Bosonetto e Michele Bincoletto stanno chiacchierando tranquillamente in via Maria Vottoria quando si vedono costretti a scappare da quattro ragazzi che corrono loro incontro e li inseguono minacciosi nonostante i due cambino strada parecchie volte. Guadagnato il portone di casa, Andrea si precipita a raccontare quello che è accaduto e lo fa su Facebook per raggiungere quante più persone possibile: "Non posso accettare che nel 2012, per aver tenuto sottobraccio un mio amico debba temere di essere pestato – scrive Andrea secondo quanto riporta il quotidiano torinese La Stampa -. Non voglio rinunciare a un semplice gesto d’affetto per paura. Questa volta è andata bene, ma la prossima?".

Da Napoli a Torino la violenza omofoba miete ancora vittime - aggressioneromaF1 - Gay.it

Con il supporto dell’avvocato Michele Potè di Rete Lenford Andrea e Michele hanno deciso di sporgere denuncia. Il presidente di Arcigay Torino, Marco Giusta, però, si rivolge al parlamento. "Quanto dobbiamo ancora aspettare – dice Giusta alla Stampa -prima che il legislatore adegui la legge Mancino contro i reati d’odio e apra l’istituto del matrimonio alle coppie gay?".  "Dove sono le istituzioni? Dove sono le condanne unanimi? La violenza omofobica, purtroppo, continua a essere presente, ma la nostra politica ancora non sembra averne capito la gravità- commenta Ivan Scalfarotto, vicepresidente del Pd -: da una parte non approva una legge ad hoc per questo tipo di discriminazione, dall’altra avalla senza condannare dichiarazioni violente e razziste di politici ormai senza più argomenti".

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il percorso di Federico Massaro dopo l’uscita di Vittorio Menozzi

Culture - Luca Diana 27.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24
George Michael, arriva la moneta da 5 sterline della zecca reale britannica - George Michael - Gay.it

George Michael, arriva la moneta da 5 sterline della zecca reale britannica

Culture - Redazione 28.2.24

Leggere fa bene

Piemonte, l'assessora leghista Caucino vuole escludere le persone LGBTQIA+ dal sistema degli affidi familiari - Chiara Caucino - Gay.it

Piemonte, l’assessora leghista Caucino vuole escludere le persone LGBTQIA+ dal sistema degli affidi familiari

News - Federico Boni 24.1.24
uganda uomo arrestato

Uganda, 20enne accusato di “omosessualità aggravata” rischia la pena di morte

News - Francesca Di Feo 30.8.23
Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: "Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans" - Jamie Lee Curtis - Gay.it

Jamie Lee Curtis contro l’omobitransfobia in nome della religione: “Amore e umanità sono il centro della comunità gay e trans”

Culture - Federico Boni 10.11.23
russia-insegnante-propaganda-lgbtqia

Russia, insegnante si veste da Biancaneve e viene accusato di propaganda LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 28.12.23
avvocato-difensore-filippo-turetta-emanuele-compagno

Omofobia, misoginia e victim blaming sui social di Emanuele Compagno, ex avvocato difensore di Filippo Turetta

News - Francesca Di Feo 24.11.23
grassina bullismo omofobia

Firenze, lo insultano e gli lanciano una bottiglia perché gay

News - Lorenzo Ottanelli 6.9.23
Emanuele Pozzolo il post omofobico ai tempi dell'approvazione delle unioni civili. Nella foto insieme a Giorgia Meloni che lo scelse nelle liste elettorali del 25 Settembre 2022.

Emanuele Pozzolo, scelto da Meloni: ecco il post omofobico contro le unioni civili

News - Redazione Milano 3.1.24
vannacci-ultime-dichiarazioni

Vannacci e il tour paranoico tra omosessuali e graffitari, ecco gli ultimi deliri dell’esponente dell’esercito italiano

News - Redazione Milano 15.9.23