DDL Zan, Ivan Scalfarotto: “Non va modificato, quando ci sarà da votare garantisco i voti di Italia Viva” – VIDEO

"La legge Zan deve passare così, altrimenti è morta: è già stata frutto di tanti compromessi alla Camera", ha tuonato Scalfarotto, prendendo le distanze da Faraone e Bonetti, compagni di partito in Italia Viva.

scalfarotto
2 min. di lettura

Se Davide Faraone ed Elena Bonetti, capogruppo Italia Viva al Senato e Ministra per le pari Opportunità, chiedono da settimane mediazioni sul DDL Zan, aprendo a modifiche da decidere con le destre, Ivan Scalfarotto, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’interno nel governo Draghi, è di tutt’altro avviso.

L’ex vicepresidente del Pd, da oltre due anni in Italia Viva al fianco di Matteo Renzi, ha infatti preso pubblicamente le distanze dai colleghi di partito. In un’intervista al Manifesto, Scalfarotto è stato netto.

La destra, con i vari Pillon, vuole solo perdere tempo e su un argomento come questo – lo dico da riformista che si è spesso cimentato nelle mediazioni – non è possibile alcuna forma di compromesso. Loro vogliono solo affossarla, non vogliono alcuna legge contro l’omobitransfobia. Su temi come questo, le unioni civili, l’aborto, la spaccatura è insanabile: o stai da una parte o dall’altra. Con Lega e Fdi si perde solo tempo prezioso. Il testo di Ronzulli di Forza Italia finisce per indebolire la legge Mancino, altre ipotesi prevedono di eliminare il passaggio sull’identità di genere, lasciando così scoperte le persone transessuali, quasi un invito alla loro discriminazione che io stesso non potrei mai votare. Se cambi troppo rischi di perdere i voti di sinistra, la legge Zan deve passare così, altrimenti è morta: è già stata frutto di tanti compromessi alla Camera.

E allora come fare con Faraone e Bonetti, esponenti di peso di IV, che chiedono di aprire un tavolo con il centrodestra per trovare un’intesa sul DDL?

Faraone sta cercando, in buona fede, di allargare la base dei consensi per proteggere la legge visto che, a differenza delle unioni civili, stavolta il governo non potrà mettere la fiducia e che il passaggio in Senato sarà pieno di insidie. Capisco l’intenzione, ma non condivido: è un gesto di buona volontà che non porterà ad alcun risultato. Sanno bene come la penso, tra noi c’è una differenza sulla tattica parlamentare, non sulla volontà di portare a casa la legge Zan. Abbiamo contribuito a scriverla e l’abbiamo votata in modo convinto.

Scalfarotto si riferisce al voto alla Camera dei Deputati dello scorso novembre, quando IV votò in maniera convinta l’approvazione del DDL, dopo aver lavorato a limarlo e a modificarlo in commissione. Quindi cosa dobbiamo aspettarci dai renziani, quando il DDL Zan approderà in aula a palazzo Madama?

Nessuna marcia indietro, quando sarà il momento di votare per il passaggio in aula ci saranno i nostri voti, lo garantisco. I nostri voti non sono mai mancati, penso a quando in commissione Giustizia è stato deciso l’incardinamento della legge. Per ritrovare un’intesa nella vecchia maggioranza del Conte 2 bisogna rimboccarsi le maniche, invece a volte fare le vittime e cercare nemici è più facile che lavorare per l’obiettivo comune.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
valium 10.6.21 - 8:16

Giusto per ricordare: potevamo avere come presidente della commissione giustizia Pietro Grasso invece di Ostellari se non fosse stato per l'astensione di Italia Viva.

Trending

Luciana Littizzetto e la lettera a Maurizio Costanzo: "Grazie per aver parlato di diritti LGBT, per aver abbassato il provincialismo bigotto della nostra nazione" (VIDEO) - Luciana Littizzetto e Maria De Filippi - Gay.it

Luciana Littizzetto e la lettera a Maurizio Costanzo: “Grazie per aver parlato di diritti LGBT, per aver abbassato il provincialismo bigotto della nostra nazione” (VIDEO)

Culture - Federico Boni 21.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l'assalto a Capitol Hill - Steven Miles - Gay.it

Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l’assalto a Capitol Hill

News - Redazione 20.2.24
thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
teen-star-educazione-affettiva-sessuale

Teen Star, infiltrazioni di integralismo cattolico nella scuola italiana, i genitori ritirano i figli

News - Francesca Di Feo 19.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24

Hai già letto
queste storie?

Suella Braverman elton john

Rifugiati LGBTIQ+ non sono da proteggere? Elton John risponde così alla ministra britannica

News - Francesca Di Feo 29.9.23
Belgrado Pride 2023, migliaia di persone in piazza sfidano l'omobitransfobico presidente Vučić - Belgrado Pride 2023 migliaia di persone in piazza sfidano lomobitransfobico presidente Vucic - Gay.it

Belgrado Pride 2023, migliaia di persone in piazza sfidano l’omobitransfobico presidente Vučić

News - Redazione 12.9.23
mattarella rimini 2023

Il Presidente della Repubblica: “Serve rispetto per le diversità”

News - Francesca Di Feo 25.8.23
donald-trump

Cancellata la norma voluta da Donald Trump che consentiva ai medici di negare le cure ai pazienti LGBT+

News - Redazione 12.1.24
gesù natale impatto ambientale

Natale: caro Gesù Bambino, la celebrazione della tua venuta è un disastro per il pianeta

News - Giuliano Federico 15.12.23
famiglie-arcobaleno

Padova, colpo di scena dalla Procura: si può tornare alla Corte costituzionale per difendere l’uguaglianza di tutte le famiglie

News - Redazione 14.11.23
Vannacci nominato Capo di Stato maggiore, Zan: "Vergogna, è un pericolo per la Costituzione" - Vannacci - Gay.it

Vannacci nominato Capo di Stato maggiore, Zan: “Vergogna, è un pericolo per la Costituzione”

News - Redazione 4.12.23
rischi sunak twitter

Regno Unito, Rishi Sunak vuole cestinare la legge contro le teorie riparative

News - Redazione 27.9.23