Elena Bonetti: “Ancora omofobia, la storia di Malika stringe il cuore e fa male”

Ma ancora una volta, nel suo intervento social, la Ministra per le Pari Opportunità non ha mai fatto menzione del DDL Zan.

Elena Bonetti: "Ancora omofobia, la storia di Malika stringe il cuore e fa male" - Elena Bonetti e Malika - Gay.it
2 min. di lettura

Elena Bonetti: "Ancora omofobia, la storia di Malika stringe il cuore e fa male" - Elena Bonetti - Gay.it

Ministra per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti ha espresso la propria vicinanza social a Malika Chalhy, 22enne cacciata di casa e minacciata dalla madre perché lesbica. “Una vicenda che stringe il cuore e fa male, perché ancora una volta parla di odio omofobico, questa volta in un contesto familiare“, ha scritto sui social la ministra di Italia Viva, che da oltre un anno non mette pubblicamente bocca sulla legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo approvata alla Camera e in attesa di calendarizzazione al Senato.

Bonetti ha ricordato le “molte vittime che come Malika sono state rifiutate dalla loro famiglia fino ad essere cacciate di casa, e questo mette ancora una volta in luce quanto sia necessario provvedere a infrastrutture sociali in grado di sostenerle, accoglierle, accompagnarle“. In tal senso, spicca il bando pubblico dell’Unar per la selezione di progetti per la costituzione di centri contro le discriminazioni motivate da orientamento sessuale e identità di genere. “Con uno stanziamento di 4 milioni di euro annui a regime, per la costituzione di case di accoglienza, centri e servizi a tutela delle persone LGBT+ vittime di discriminazioni motivate da orientamento sessuale e identità di genere“, scrive Bonetti. “È un bando ancora aperto, con scadenza il 10 maggio 2021, e ci permetterà di dare quell’accoglienza che ogni vittima deve poter trovare nella nostra comunità. A Malika tutta la mia solidarietà e vicinanza“.

Tutto vero e tutto già approvato, ma è a dir poco curioso che Elena Bonetti in tutto il suo lungo intervento social non abbia mai menzionato quel DDL Zan grazie al quale sono nate proprio quelle case famiglia e quei centri contro le discriminazioni, fortunatamente blindati la scorsa estate con l’approvazione del finanziamento da 4 milioni di euro l’anno da parte del passato Governo. Dinanzi ad una mobilitazione nazionale in favore del DDL, che coinvolge non solo il mondo della politica ma anche quello dello star system, la Ministra per le Pari Opportunità sceglie di non nominarlo, mai. Da oltre un anno a questa parte.

Quattro giorni fa Bonetti ha presieduto la Cabina di Regia per condividere il percorso che porterà all’adozione di una Strategia Nazionale pluriennale per la tutela dei diritti delle persone LGBT+, in raccordo con la Strategia Europea per l’uguaglianza delle persone LGBT+ 2020-2025. Un incontro che ha visto la partecipazione di rappresentanti ai più alti livelli delle istituzioni centrali competenti, i referenti della Conferenza delle Regioni, dell’UPI, dell’ANCI e della Rete RADY.  “Questo percorso, avviato con le associazioni e le istituzioni, consentirà al nostro Paese di dotarsi di strumenti condivisi per contrastare la discriminazione e promuovere una cultura del rispetto delle differenze“, ha scritto Bonetti, che del DDL Zan in esame al Senato proprio non riesce a parlare. Neanche per sbaglio. Ci auguriamo, un giorno, di scoprire anche il perché.

https://www.instagram.com/p/CNX-byOBJFR/

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
daniel craig queer guadagnino

Queer: “È fantastico, dura 3 ore e sarà a Venezia”. Luca Guadagnino: “È il film che avevo in testa da 35 anni”

News - Redazione 20.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Unione Europea LGBT Italia

L’Italia non firma la dichiarazione dell’UE a favore dei diritti LGBTI+ perché somiglia al Ddl Zan e include l’identità di genere

News - Redazione Milano 17.5.24
Alessandro Zan intervistato da Report a proposito del suo ruolo nell'ambito dell'organizzazione del Padova Pride Village

Inchiesta di Report su Alessandro Zan e il Padova Pride Village

News - Redazione Milano 10.12.23
sondrio-manifesti-provita

Sondrio, anche qui spuntano i manifesti ProVita: “Basta confondere l’identità sessuale dei bambini”

News - Francesca Di Feo 11.12.23
rishi sunak transfobico

Regno Unito, il premier Rishi Sunak torna alla carica contro la comunità trans

News - Francesca Di Feo 6.12.23
Pro Vita, un 2023 segnato dall'ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+ - 22I Figli non si comprano22 i manifesti di Pro Vita contro la GPA invadono le citta dItalia - Gay.it

Pro Vita, un 2023 segnato dall’ossessione gender. Ripercorriamo 12 mesi di attacchi alla comunità LGBTQIA+

News - Federico Boni 6.12.23
egualitario matrimonio gay matrimonio omosessuale

In Italia il 73% delle persone è favorevole al matrimonio egualitario

News - Federico Boni 30.11.23
uganda-carceri-torture-detenut-lgbtqia

Uganda, torture aberranti verso lǝ detenutǝ LGBTQIA+: sanzioni dagli USA

News - Francesca Di Feo 11.12.23
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24