Pericolo “gender”: nel veronese c’è chi dice no

L'amministrazione comunale di Cerea non sosterrà alcuna iniziativa che promuova il rispetto per la comunità LGBT.

Pericolo "gender": nel veronese c'è chi dice no - cerea 1 - Gay.it
2 min. di lettura

Cerea, piccolo paese in provincia di Verona, dice no a ogni iniziativa gender.

L’amministrazione ha deciso infatti di modificare l’articolo 8 del regolamento comunale in materia di concessione di patrocinio per quelle iniziative che faranno riferimento al cosiddetto gender. Più in concreto, l’amministrazione non sosterrà alcuna iniziativa che promuova il rispetto per la comunità LGBT. Il precedente testo prevedeva che chi richiedeva il patrocinio dovesse utilizzare un linguaggio inclusivo dei due generi evitando termini ed espressioni direttamente o indirettamente offensivi dell’identità di genere.

Pericolo "gender": nel veronese c'è chi dice no - cerea 2 - Gay.it

Il nuovo testo fa esplicito riferimento al sesso maschile e a quello femminile, senza minimamente interessarsi della questione relativa all’orientamento sessuale. Lara Fadini, vicesindaco, ha spiegato: “Su Facebook esistono ben 58 tipologie diverse di genere. Per noi esiste la famiglia, ci sono maschio e femmina. Rispettiamo l’identità dei due sessi e non condividiamo quella di genere”. Dai banchi dell’opposizione, come racconta L’Arena, è arrivata la provocazione del capogruppo della Coccinella, Paolo Bruschetta, che ha chiesto come si comporterebbe l’amministrazione in caso di concerto di Tiziano Ferro in quel di Cerea. La replica? Il patrocinio verrebbe concesso.

Sostegno alla modifica del regolamento dal Popolo della Famiglia e del suo responsabile provinciale e regionale, Filippo Grigolini: “Come indicato nel nostro programma per noi c’è la centralità della persona, la valorizzazione della famiglia naturale, così come riconosciuta dalla Costituzione, e del suo ruolo fondamentale e unico rispetto a qualsiasi altra aggregazione tra cui quelle recentemente imposte per legge, libertà di scelta educativa dei figli, sostegno della natalità, tutela della dignità di ogni persona dal concepimento alla morte naturale”.

Pericolo "gender": nel veronese c'è chi dice no - cerea 3 - Gay.it

Il Circolo Pink di Verona contesta invece la decisione: “Tutto ciò ci riporta ai tempi in cui il regime fascista negava l’esistenza degli omosessuali sul territorio italiano. Evidentemente a Cerea sono convinti che le persone omosessuali e transessuali non esistano, e se esistono non meritano lo stesso rispetto delle altre persone. Questa è una posizione molto arretrata che rientra pienamente in questo periodo storico dove le ideologie fasciste e razziste hanno trovato nuova forza per affermare principi contrari alla nostra Costituzione e più in generale al rispetto di tutte le diversità”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Lewsi Hamilton rainbow

F1, il Bahrain vuole vietare la bandiera LGBTI+, cosa farà Hamilton in Ferrari?

Lifestyle - Redazione Milano 26.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel - Rosso bianco e sangue blu - Gay.it

Rosso, bianco e sangue blu 2? Taylor Zakhar Perez alimenta le speranze di un sequel

Cinema - Redazione 26.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24

Leggere fa bene

@spartaco._

Il mondo gamer raccontato da Jessica G. Senesi: tra autoironia e inclusività

News - Riccardo Conte 1.2.24
locali gay a verona

Locali, eventi e serate queer friendly a Verona

Viaggi - Redazione 12.1.24
Lia Thomas nella storia: prima nuotatrice trans a vincere alla NCAA

La categoria “open” alla Coppa del Mondo di nuoto è stata cancellata perché nessunə si è iscrittə

Corpi - Redazione 5.10.23
Marlon Wayans di Scary Movie: "Ho un figlio trans, sono così orgoglioso di lui" - marlon wayans figlio trans - Gay.it

Marlon Wayans di Scary Movie: “Ho un figlio trans, sono così orgoglioso di lui”

Culture - Redazione 15.11.23
20.000 specie di Api, arriva l'acclamato film che esplora il tema dell'identità di genere in età adolescenziale - 20.000 specie di Api - Gay.it

20.000 specie di Api, arriva l’acclamato film che esplora il tema dell’identità di genere in età adolescenziale

Cinema - Redazione 1.12.23
Jacob Elordi Frankestein Giullermo Del Toro

Jacob Elordi sarà Frankenstein nel 2024, cosa sappiamo del cult queer diretto da Guillermo Del Toro.

Cinema - Redazione Milano 8.1.24
comitato-olimpico-atlete-transgender-non-binari

L’esclusione delle persone trans nello sport va contro la salute pubblica: lo studio

Corpi - Francesca Di Feo 20.9.23
Isobel Jeffrey si è sottoposta ad un intervento chirurgico di riassegnazione di genere a 80 anni - Isobel Jeffrey - Gay.it

Isobel Jeffrey si è sottoposta ad un intervento chirurgico di riassegnazione di genere a 80 anni

News - Redazione 24.11.23