Genova: “truccato come un gay, lo abbiamo massacrato”

Emergono le prime indiscrezioni dopo gli arresti di ieri per il caso del luglio scorso

Genova: "truccato come un gay, lo abbiamo massacrato" - aggressori genova omofobia base 1 - Gay.it
3 min. di lettura
Genova: "truccato come un gay, lo abbiamo massacrato" - genova omofobia - Gay.it

Ci sono voluti due mesi di indagini, ma alla fine sono stati identificati e arrestati i tre ragazzi, che il 14 luglio scorso hanno picchiato su un autobus a Genova e mandato in coma un barman eterosessuale di 44 anni nel corso di un raid omofobo. Hanno tutti meno di 20 annie incensurati. “Era truccato come un gay, così lo abbiamo massacrato” hanno confessato dopo l’arresto. Denunciate anche due ragazze, una cameriera 20enne e una studentessa 19enne.

Gli arresti

Genova: "truccato come un gay, lo abbiamo massacrato" - genova omofobia 2 - Gay.it

Jurgen Ndrelalaj, 18 anni, Lorenzo Giuliani, 19 anni, e Federico Burlando, 19 anni, sono stati fermati domenica all’alba al rientro da un rave nel Milanese. Dopo alcuni tentennamenti, Ndrelalaj ha confessato ai carabinieri di aver partecipato al pestaggio a sfondo omofobo sul bus di piazza Caricamento: “Aveva il viso truccato come un gay, l’ho picchiato insieme agli altri”, riporta il Tgcom . I tre giovani rischiano fino a 10 anni di carcere.
E’ il racconto agli inquirenti della prima ragazza indagata, alla quali i Carabinieri della compagnia Centro sono arrivati in quasi due mesi di indagini stringendo il cerchio, attraverso l’analisi dei tabulati e delle celle telefoniche agganciate dai cellulari nella zona. Centinaia le persone convocate per essere ascoltate fino a che non sono arrivati a una delle due ragazze. La giovane è stata sentita la scorsa settimana per tre volte. Prima come persona informata dei fatti, poi ha rilasciato spontanee dichiarazioni e infine come indagata.

Il “giallo” del movente omofobo

Genova: "truccato come un gay, lo abbiamo massacrato" - genovaansa - Gay.it

Rimane ora anche da chiarire perché Marco Comparato, il comandante della compagnia Carabinieri di Genova Centro, ieri si sia ieri affrettato a dichiarare che a scatenare l’aggressione sarebbe stato un complimento rivolto a una delle ragazze del “branco” e non quindi un movente omofobo. “Sono tutti ragazzi normali – hanno dichiarato ieri i Carabinieri, quasi a “minimizzare la vicenda” – qualcuno studia, altri sono in cerca di occupazione. Uno di loro era minorenne all’epoca dei fatti. Messi di fronte alle accuse sono crollati, si sono resi conto della gravità dei fatti”. E’ stata però una delle ragazze, Megi, a negare il movente omofobo. Secondo quanto riferito dalla ragazza in pestaggio sarebbe scaturito da un apprezzamento di troppo rivolto alle due ragazze da parte dell’amico di Luca: “Non mi pare siano partite frasi intolleranti, anche se non mi stupirei”.

Luca, ancora ricoverato a La Spezia, dice che vuole suolo guarire al più presto

Luca ha saputo solamente ieri mattina dell’arresto dei suoi aggressori: è infatti ancora ricoverato in una clinica di La Spezia per riprendersi totalmente tramite sedute di fisioterapia. È stata la compagna Chiara ad informarlo. “Voglio solo guarire – ha dichiarato – e non pensare ad altro. Mi interessa riprendermi e lasciare questa struttura».

Si aggrava la posizione dell’autista

Intanto, si aggrava la posizione di Simone Furfaro, l’autista che era alla guida dell’autobus sul quale Luca è stato picchiato e che non ha fatto nulla per difendere il ragazzo. Furfaro è ora indagato a piede libero. Non è escluso che i familiari del ferito non gli chiedano i danni per non essere intervenuto.

Arcigay si costituisce parte civile

In tutto questo, l’Arcigay Genova “L’Approdo” ha annunciato ieri di volersi costituire parte civile nella vicenda:

L’aggressione di una persona ritenuta omosessuale“, afferma Claudio Tosi, Presidente di Approdo Arcigay Genova, “colpisce tutta la comunità gay. Riteniamo quindi fondamentale, in assenza di una legge che parifichi gli atti di violenza omofobica a tutti a quelli di matrice razzista o xenofoba, che la comunità dei cittadini LGBT partecipi al processo, perché sia accertata la verità e siano puniti i colpevoli”.

Il servizio del Corriere della Sera

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24
parma pride 2024 intervista

Intervista a Parma Pride 2024: “Nutriamo l’amore! Le unioni civili sono un ripiego”

News - Gio Arcuri 14.5.24

Leggere fa bene

uganda-aggressione-attivista

Uganda, attivista per i diritti LGBTQIA+ accoltellato in pieno giorno nei pressi della sua abitazione

News - Francesca Di Feo 4.1.24
Milano, affitto negato perché gay: "La proprietaria preferisce una persona "tradizionale"" (VIDEO) - Andrea Papazzoni - Gay.it

Milano, affitto negato perché gay: “La proprietaria preferisce una persona “tradizionale”” (VIDEO)

News - Redazione 16.2.24
Amedeo Minghi vs. Eurovision e Nemo: "Sodoma e Gomorra da non trasmettere, ha vinto uno con la gonna" (VIDEO) - Amedeo Minghi vs. Nemo - Gay.it

Amedeo Minghi vs. Eurovision e Nemo: “Sodoma e Gomorra da non trasmettere, ha vinto uno con la gonna” (VIDEO)

Musica - Redazione 13.5.24
Islam LGBTIAQ musulmani Politecnico Milano

Seminari e incontri islamici anti-LGBTQIA+: bufera sul Politecnico di Milano, ecco cosa è successo

Culture - Francesca Di Feo 11.4.24
Argentina - lesbiche uccise con un incendio doloso - Milei

L’Argentina di Milei, bruciate due coppie lesbiche con un incendio doloso: tre vittime, una ferita grave

News - Francesca Di Feo 15.5.24
Emanuele Pozzolo il post omofobico ai tempi dell'approvazione delle unioni civili. Nella foto insieme a Giorgia Meloni che lo scelse nelle liste elettorali del 25 Settembre 2022.

Emanuele Pozzolo, scelto da Meloni: ecco il post omofobico contro le unioni civili

News - Redazione Milano 3.1.24
Salerno, aggressione omofoba al grido "ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*” - Omofobia 10 - Gay.it

Salerno, aggressione omofoba al grido “ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*”

News - Redazione 3.5.24
Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all'assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO - Gay Center - Gay.it

Bastonate, fumogeni, scritte e insulti omofobi. Il branco all’assalto della sede Gay Center di Roma. VIDEO

News - Redazione 1.2.24