Verissimo, Giuseppe Giofrè bullizzato per la sua voglia di ballare: “Mi chiamavano femminuccia”

Le parole del giudice di Amici 22

ascolta:
0:00
-
0:00
Giuseppe Giofrè, Verissimo
Giuseppe Giofrè, Verissimo - Foto: Screenshot Mediaset Infinity
3 min. di lettura

Ospite di Silvia Toffanin a Verissimo, il ballerino e giudice di Amici 22 Giuseppe Giofrè si è raccontato al pubblico svelando alcuni retroscena della sua vita privata, oltreché quelli legati alla sfera pubblica e alla carriera. Dal suo rapporto con i genitori all’infanzia con i fratelli a Gioia Tauro, un piccolo Paese nella provincia di Reggio Calabria. Un racconto profondo che ci ha svelato nuovi lati del suo carattere.

Il vincitore di Amici 11, infatti, per la prima volta ha aperto il suo cuore nel salotto della domenica pomeriggio di Canale 5, raccontando alla padrona di casa e a tutti i telespettatori il lungo e tortuoso percorso che lo ha portato prima ad approdare nella Scuola del talento più famosa d’Italia e poi a sbarcare a Los Angeles, raggiungendo il suo sogno di poter ballare con alcune delle pop star più amate al mondo.

Ballavo sempre, davanti alla tv, guardavo Natalia Estrada e Luca Tommassini. Mio fratello all’epoca ballava, andava a scuola di danza con me, ho intrapreso questa passione che avevo, non l’ho mai fatto a livello super professionale, poi mi sono sposato a Reggio Calabria, da lì ho iniziato a studiare a livello un po’ più professionale“.

Giofrè ha poi raccontato a Silvia Toffanin di come questa sua passione inizialmente, al contrario di quanto succedeva a casa, non è mai stata compresa fino in fondo nel suo Paese d’origine, tanto da essere stato spesso vittima di prese in giro da parte di compaesani e coetanei.

I miei compagni, o anche la gente per strada mi prendevano in giro, ad oggi però li ringrazio, sono diventato davvero tanto forte, però ho sempre avuto un obiettivo nella vita e ho fatto di tutto per perseguirlo. Magari alla volte non uscivo, anche per la paura di non essere insultato, mi davano della femminuccia“.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Verissimo (@verissimotv)

Giuseppe Giofrè: il suo rapporto con la famiglia

Il ballerino si è poi soffermato a parlare del suo rapporto con la famiglia ammettendo che la cosa più difficile del vivere in America sia quella di non vedere invecchiare i propri genitori e muovere i primi passi e crescere i propri nipoti, figli della sorella:

Non li vedo invecchiare, torno in Italia e vedo una ruga in più a mamma e dico mi sono perso un pezzo di vita, non riesco a vedere crescere i miei nipoti e questa cosa mi fa soffrire, ma sono riuscito a prendere in braccio Enea, l’ultimo, perché mi trovavo lì, poco dopo che mi sorella l’aveva messo al mondo“.

Un rapporto profondo quello che lega Giofrè alla sua famiglia che per l’occasione ha voluto dedicargli parole speciali: sono finalmente arrivati, infatti, quei ‘Ti voglio bene’ e ‘Sono orgoglioso di te’ che per carattere il padre non gli ha mai detto di persona ma dimostrato solo con i gesti. Ovviamente la clip mostrata in studio dalla Toffanin ha fatto commuovere tutti, Giuseppe per primo.

 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Verissimo (@verissimotv)

 

Giuseppe Giofrè: la sua vita sentimentale

In conclusione, Silvia Toffanin ha voluto indagare sulla vita sentimentale del bel ballerino che ha ammesso di aver vissuto una storia d’amore travagliata che, però, ora si sarebbe conclusa definitivamente:

L’amore? Va e viene, è un tira e molla con me. Adesso è finita una storia che era iniziata nel 2019, terminata nel 2020/2021, ripresa nel 2022, terminata tre settimane/un mesetto fa. Sono stato lasciato nel 2020. Ho sofferto tantissimo. Con la pandemia in mezzo quindi c’erano tanti pensieri. Sono stato tanto male […]. In questo momento una persona al mio fianco non sarebbe male“.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24
Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Giornata omobitransfobia Girogia Meloni

Giornata contro l’omobitransfobia, le parole di Meloni e il post propaganda di Atreju

News - Giuliano Federico 17.5.24

I nostri contenuti
sono diversi

Martina, Amici 23 - Diana Ross

Amici 23, Martina si trasforma in Diana Ross: le prime reazioni

Culture - Luca Diana 5.4.24
Amici 23, in arrivo gli EP dei finalisti

Amici 23, in attesa della finale escono gli EP di Holden, Mida, Petit e Sarah

Musica - Emanuele Corbo 15.5.24
Maria De Filippi, Amici 23

Amici 23, le pagelle di Gay.it della terza puntata del Serale

Culture - Luca Diana 7.4.24
Michele Bravi, Cristiano Malgioglio e Giuseppe Giofrè, Amici 22

Amici 23 – Il Serale: Maria De Filippi conferma la giuria Queer più amata dagli italiani

Culture - Luca Diana 11.3.24
Maria De Filippi, Amici 23

Amici 23, chi sono i finalisti del talent show di Canale 5?

Culture - Luca Diana 13.5.24
Sanremo 2024

Amici di Maria De Filippi conquista la 74esima edizione del Festival di Sanremo

Culture - Luca Diana 26.1.24
Dustin Taylor, Amici 23

Dustin Taylor: il suo percorso ad Amici 23

Culture - Luca Diana 8.5.24
Maria De Filippi, Amici 23

Amici 23, le pagelle di Gay.it della prima puntata

Culture - Luca Diana 25.3.24