Quella cultura fascista megalomane: non solo GPA, il Governo Meloni vuole rendere reato universale anche la PMA

In commissione giustizia due coppie raccontano la dimensione umana della propria esperienza con la GPA.

ascolta:
0:00
-
0:00
commissione giustizia luca coscioni gpa reato universale pma papà per scelta
commissione giustizia luca coscioni gpa reato universale pma papà per scelta
3 min. di lettura

Si è svolta ieri mattina in Commissione Giustizia alla Camera l’audizione di due coppie che hanno fatto ricorso alla Gestazione per altri (GPA) all’estero. Evelina, Michele, Christian e Carlo, le due coppie di genitori, sono stati auditi nell’ambito dell’esame delle proposte di legge in materia di perseguibilità del reato di surrogazione di maternità commesso all’estero da cittadino italiano.

Com’è noto, infatti, il Governo Meloni intende estendere anche all’estero il reato di gestazione per altri (GPA), già reato in Italia grazie alla legge 40 del 2004 che il Vaticano guidato all’epoca da Wojtyla impose al legislatore italiano.

Carlo e Christian, ed Evelina e Michele, sono stati auditi dalla commissione per l’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica, della quale riportiamo alcuni passaggi:

GPA in Ucraina, la storia di Evelina e Michele e di loro figlio Achille

Evelina e Michele hanno presentato ai Deputati la loro famiglia con Achille, nato grazie alla legge ucraina sulla gravidanza per altri e all’altruismo di una donna ucraina. Evelina ha raccontato la sua storia, quella di una donna fertile, che in teoria può avere una gravidanza, ma nella pratica, essendo affetta da una malattia molto rara, non può farlo perché potrebbe essere per lei fatale. In Ucraina, possono accedere alla GPA solo le coppie sposate che hanno un documentato problema di salute e la somma percepita dalla gestante che liberamente decide di portare avanti una gravidanza per altri, è pari ad un rimborso delle spese legate ad una gravidanza.

 

GPA in USA, la storia di Carlo e Christian e dei loro due figli gemelli Julian e Sebastian

Carlo e Christian (noti anche per il proprio impegno da attivisti come Papà per Scelta) sono papà di due gemelli, Julian e Sebastian di quasi 5 anni, nati negli Stati Uniti tramite GPA e sono cittadini italoamericani. Hanno evidenziato come le norme italiane per una coppia dello stesso sesso non prevedano accesso alla PMA, al matrimonio e neppure all’adozione. Sono quindi andati negli Stati Uniti, che insieme al Canada, sono tra i pochissimi paesi che permettono alle coppie omosessuali di accedere a percorsi di GPA in forma altruistica e/o commerciale. Hanno raccontato il percorso di accesso alla GPA e il rapporto che mantengono con Krista, la loro “belly mommy”. (Qui l’intervento dei Papà per Scelta – VIDEO)

 

Le due coppie sono state ascoltate in qualità di persone suggerite dell’Associazione Luca Coscioni. Le commissioni parlamentari infatti hanno il dovere di esaminare un tema su cui intendano legiferare, ascoltando le realtà vissute direttamente dalla popolazione italiana che ha eletto il Parlamento. Per questo, le associazioni sono spesso preziose: perché sono in grado di suggerire ai parlamentari le realtà di vita vissuta che possano aiutare il legislatore (il Parlamento) a comprendere appieno un fenomeno, un problema, una necessità del popolo.

Entrambe le coppie hanno chiesto ai Parlamentari presenti di normare la gestazione per altri (GPA), invece che proibirla; perché una legge in Italia che regolamenti l’accesso alla Gravidanza per altri solidale garantirebbe tutti i nati, le gestanti e la coppia. Una legge è l’unica via possibile per evitare realmente forme di illegalità.

Quel che è emerso in commissione giustizia è la dimensione inaudita delle pretese del Governo Meloni, che sembra in preda ad un raptus di onnipotenza megalomane. Filomena Gallo e Francesca Re dell’Associazione Luca Coscioni hanno spiegato che estendere la perseguibilità del reato di surrogazione di maternità anche se praticata all’estero si scontra con il principio di legalità e di colpevolezza.

Inoltre l’attuale orientamento delle giurisdizioni italiane e sovranazionali escludono qualsiasi tipo di reato rispetto a questi percorsi e riconoscono il diritto superiore del minore a vedere trascritto il proprio atto di nascita formato all’estero.

La volontà di potenza del Governo Meloni sfiora il ridicolo. Per punire in Italia un reato compiuto in un altro Paese, quel reato deve essere considerato un fatto illecito anche in quel Paese. Eppure questa maggioranza di estrema destra italiana, accecata dalla propria megalomania, sembrerebbe orientata ad arrogarsi il potere di imporre la propria disciplina ad altri Stati, violando la sovranità degli altri stati.

Reato universale anche per la Procreazione medicalmente assistita (PMA)

Ma non è finita. Dall’audizione dell’Associazione Luca Coscioni è emerso che le proposte di legge dell’estrema destra di Meloni, Salvini e Berlusconi per rendere la GPA reato universale, intendono ostacolare anche l’applicazione di tecniche di Procreazione medicalmente assistita (PMA). Infatti, la proposta di legge di Carolina Varchi (Fratelli d’Italia) vuole estendere il reato anche alla “commercializzazione di gameti” (già vietato in Europa).

Ma in Italia è impossibile donare gameti e manca un nomenclatore tariffario per la PMA: un’omissione fatta a posta per aumentare il vuoto legislativo con cui lo Stato Italiano abbandona i cittadini che vogliano formare una famiglia. Così, il pagamento delle spese necessarie per questa procedura, secondo quanto chiesto dalla proposta di legge di Fratelli d’Italia, potrebbe configurare il reato di commercializzazione. Anche perché l’Italia – non avendo normato queste procedure – non prevede rimborso alle donatrici di gameti, che negli altri paese europei ricevono un rimborso che non supera i 1.100 euro.

La megalomania dell’estrema destra italiana ha i connotati della codardia fascista. Abbandonare i cittadini al vuoto normativo, indurli a sbagliare, aumentare le pene, fomentare lo scontro e quindi schiacciare, punire, omologare, cancellare.

Questa è l’eredità culturale fascista. Questo è quello che stanno facendo con le famiglie arcobaleno.

Foto di Jakob Owens su Unsplash

 

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
axelzzz85 13.4.23 - 17:27

esterrefatto.....governo di bastardi fascisti.

Trending

Break The Code Tour, Nemo arriva in Italia. Ecco dove e quando - Break The Code Tour Nemo arriva in Italia - Gay.it

Break The Code Tour, Nemo arriva in Italia. Ecco dove e quando

Musica - Redazione 13.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
The Room Next Door di Pedro Almodovar, 1a immagine e sinossi del film con Tilda Swinton e Julianne Moore - The Room Next Door di Pedro Almodovar - Gay.it

The Room Next Door di Pedro Almodovar, 1a immagine e sinossi del film con Tilda Swinton e Julianne Moore

Cinema - Redazione 13.6.24
Carlotta D'Amico e mamma Erika vincono "Io Canto Family"

Carlotta D’Amico e mamma Erika vincono “Io Canto Family”

Culture - Luca Diana 13.6.24
Fabio Tuiach assolto in appello dopo l'iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba - Fabio Tuiach a processo - Gay.it

Fabio Tuiach assolto in appello dopo l’iniziale condanna a due anni. La sua non era diffamazione omofoba

News - Redazione 13.6.24

Hai già letto
queste storie?

Famiglie arcobaleno a Roma, tra flashmob e convegno per raccontare la GPA attraverso gli occhi di chi l’ha vissuta (VIDEO) - Famiglie arcobaleno in piazza a Roma tra flashmob - Gay.it

Famiglie arcobaleno a Roma, tra flashmob e convegno per raccontare la GPA attraverso gli occhi di chi l’ha vissuta (VIDEO)

News - Redazione 5.4.24
fratelli

Milano, Corte d’Appello dichiara illegittime le trascrizioni dei figli delle coppie di donne

News - Redazione 6.2.24
Sentenza Bari due mamme Gay.it

Tribunale di Roma, sì alla trascrizione del certificato estero con due mamme

News - Redazione 26.2.24
Michela Murgia, il queer, la famiglia, le relazioni, le madri, la GPA. Abbiamo letto "Dare la vita" - Sessp 21 - Gay.it

Michela Murgia, il queer, la famiglia, le relazioni, le madri, la GPA. Abbiamo letto “Dare la vita”

Culture - Federico Colombo 16.1.24
Sul Washington Post la vergognosa persecuzione del Governo Meloni alle famiglie arcobaleno - LItalia di Meloni vista dal Washington Post - Gay.it

Sul Washington Post la vergognosa persecuzione del Governo Meloni alle famiglie arcobaleno

News - Federico Boni 9.2.24
Roma, il sindaco Gualtieri registra altri due atti di nascita formati all’estero di figlie di due mamme - Roma sindaco Gualtieri - Gay.it

Roma, il sindaco Gualtieri registra altri due atti di nascita formati all’estero di figlie di due mamme

News - Redazione 22.4.24
Michela Murgia: Dare la vita - esce il 9 Gennaio 2024

“Dare la vita”, il testamento spirituale di Michela Murgia esce il 9 Gennaio 2024

Culture - Emanuele Bero 24.12.23
Famiglie Arcobaleno: "Vergognoso e ormai inspiegabile silenzio ai danni dei nostri figli da parte del legislatore" - Augusto Barbera 4 - Gay.it

Famiglie Arcobaleno: “Vergognoso e ormai inspiegabile silenzio ai danni dei nostri figli da parte del legislatore”

News - Redazione 19.3.24