Video

Il boss voleva uccidere la figlia trans: a salvarla è stata la madre

L'ex procuratore di Reggio spiega come le madri salvino la vita ai figli lgbt dei mafiosi

< 1 min. di lettura

Si è salvata solo per l’intervento della madre, altrimenti, la figlia trans di un boss della ‘Ndragheta, della famiglia Pellegrino, sarebbe stato uccisa, proprio perché non eterosessuale, oltre a non essere interessata a raccogliere l’eredità criminale del padre. A rivelarlo, in un’intervista rilasciata a Klaus Davi per la sua trasmissione Klaus Condicio, è Michele Prestipino, attuale vice procuratore a Roma, ma un tempo in servizio alla Procura di Reggio Calabria.

Il giudice spiega come un figlio non eterosessuale di una famiglia ‘ndraghetista, specialmente se parliamo della famiglia del boss, rappresenti una grave minaccia all’autorevolezza del boss stesso e, per questo, rischi la vita. Un ruolo determinante, ha la madre, in casi del genere, il cui intervento impedisce che la vita del figlio venga messa in pericolo dagli equilibri criminali della famiglia.

Per spiegare il ruolo determinante delle donne di mafia nella tutela dei figli, Prestipino cita il caso di Peppino Impastato, figlio di un mafioso, ma attivamente antimafioso e difeso strenuamente dalla madre al punto che, lei stessa, diventa icona dell’antimafia quando la mafia le ammazza il figlio.

E quello della famiglia Pellegrino non è un caso isolato, se parliamo di figli gay o trans. Prestipino riferisce di molti altri casi, attuali, di situazioni del genere in cui i figli vengono protetti e salvati dalle madri. “Quando si parla di maschilismo e patriarcato – dice il giudice – la situazione è molto più complessa”. Ascoltate l’interivsta a Michele Prestipino nel video qui sopra.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Beatrice Quinta, da X Factor al primo EP

Beatrice Quinta: “Parlo sempre di sesso perché ho scoperto che posso godere” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
queer palm, festival di cannes, i vincitori

Festival di Cannes. Tutti i film vincitori della Queer Palm dal 2010 ad oggi

Cinema - Gio Arcuri 17.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24

Continua a leggere

ragazza-lesbica-aggredita-bojano

Prese a schiaffi e insultò coppia di donne lesbiche. Condannato a 5 mesi e 9 giorni di reclusione

News - Redazione 23.2.24
Salerno, aggressione omofoba al grido "ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*” - Omofobia 10 - Gay.it

Salerno, aggressione omofoba al grido “ricchi*ne, uomo di merd*, clandestino di merd*”

News - Redazione 3.5.24
flavia-fratello-battuta-vannacci

Flavia Fratello replica bene a Vannacci, ma in passato firmò contro il Ddl Zan e diede spazio alla transfobia delle TERF

News - Francesca Di Feo 7.3.24
Amedeo Minghi vs. Eurovision e Nemo: "Sodoma e Gomorra da non trasmettere, ha vinto uno con la gonna" (VIDEO) - Amedeo Minghi vs. Nemo - Gay.it

Amedeo Minghi vs. Eurovision e Nemo: “Sodoma e Gomorra da non trasmettere, ha vinto uno con la gonna” (VIDEO)

Musica - Redazione 13.5.24
Lodi, "mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile". La replica della titolare alla recensione disumana - pizzeria recensione choc - Gay.it

Lodi, “mi hanno messo vicino a un tavolo di gay e a un disabile”. La replica della titolare alla recensione disumana

News - Redazione 12.1.24
vittorio menozzi gay iti mirko brunetti grande fratello

Grande Fratello, omofobia su Vittorio Menozzi, le battute di Mirko e Marco

Culture - Francesca Di Feo 1.12.23
Cesena, Forza Nuova affisse manifesti funebri per le unioni civili. Mirco Ottaviani assolto dalla Corte d'Appello - Cesena Forza Nuova 1 - Gay.it

Cesena, Forza Nuova affisse manifesti funebri per le unioni civili. Mirco Ottaviani assolto dalla Corte d’Appello

News - Redazione 21.3.24
arezzo-whynot-chiuso

Arezzo, chiusa la serata queer WhyNot per troppi episodi di violenza verbale omobitransfobica

News - Francesca Di Feo 21.3.24