In arrivo ad ottobre il biopic di Aretha Franklin (con un momento volutamente queer)

In apertura del film una scena gay voluta dalla regista per far capire quali sono stati i valori della cantante, che durante la sua vita ha sostenuto fortemente le lotte per i diritti civili, comprese quelle della comunità LGBTQ+

aretha franklin film, scena gay
3 min. di lettura

In uscita il 13 agosto negli USA ed il 7 ottobre (causa pandemia) in Italia, il film autobiografico di Aretha Franklin (interpretato da Jennifer Hudson), mette al centro l’attivismo della cantante per i diritti civili, in particolare nei confronti della comunità afroamericana durante gli anni della segregazione. Ma si apre anche con un cenno intenzionale alla comunità LGBTQ+.

Nel film all’inizio troviamo per la prima volta Aretha da bambina. In una scena suo padre le chiede di cantare davanti ad un piccolo pubblico. Scorrendo tra gli ospiti, intravediamo due uomini che flirtano tra loro, un momento decisamente queer che, secondo la regista Liesl Tommy, “dà il tono al film”.

La regista ha proprio voluto mettere questa scena gay all’inizio della pellicola per far capire, appunto, “quali sono i valori del film”. Ha aggiunto, inoltre, che la sorella di Aretha “era lesbica”. La cantante fu una “sostenitrice orgogliosa e amorevole di sua sorella in un momento in cui era ancora abbastanza radicale essere una lesbica aperta”. Liesl Tommy ha concluso dicendo: “Per me, il punto era: quali sono i valori di Aretha Franklin? Quali sono i miei valori? Dove si sono incontrati? Ho voluto che trovassero un punto di incontro in questo film”.

Aretha è stata una nota e grande alleata LGBT+ e a sottolinearlo anche la madre Audra Mcdonald: “Aretha è stata una persona molto attivista, che ha espresso la sua opinione e ha sostenuto i diritti civili. Era una sostenitrice della comunità LGBTQ… So che la comunità LGBTQ in particolare è stata una comunità che si è rialzata attraverso le sue parole e la sua anima, che ha condiviso con tutti noi.

Jennifer Hudson interpreta Aretha Franklin (su richiesta della cantante stessa)

Jennifer Hudson conosceva personalmente Aretha. Nel 2007, subito dopo che la Hudson vinse l’Oscar come migliore attrice non protagonista per aver interpretato una cantante di un gruppo femminile in “Dreamgirls”, Aretha Franklin le disse che avrebbe dovuto interpretarla in un film biografico. Da allora nacque un’amicizia decennale tra Jennifer ed Aretha, piena di incontri settimanali.

La Hudson ha molto in comune con Aretha Franklin. Anche lei crebbe cantando in chiesa e riversò il suo virtuosismo gospel nelle canzoni pop. Per lei Aretha è sempre stata, quindi, un grande riferimento: durante la sua carriera ha reso più volte omaggio ad Aretha, ad esempio per la sua audizione ad “American Idol” nel 2004 quando cantò “Amazing Grace“, una canzone che portò al funerale di Aretha nel 2018.

Ogni artista, ogni musicista, deve incontrare Aretha, soprattutto se vuoi essere grande“, ha detto Jennifer in una video intervista. “È sempre stata presente nella mia vita in qualche modo, anche quando non lo sapevo

“Respect”. La canzone inno che dà il titolo al film

La canzone “Respect”, che dà il titolo al film (“Respect – The Queen arrives”), è stata, ed è tuttora, un inno per chiunque chieda il rispetto e riesce ad infondere speranza nelle persone emarginate da una società (allora come oggi) etnocentrica, razzista ed eterocentrica.

Nel testo originale di Otis Redding il punto di vista è quello di un uomo che chiede alla propria compagna di essere rispettato e considerato. Nella versione di Aretha Franklin i generi vengono scambiati. Nel 1967 negli USA i movimenti femministi e per l’abolizione delle forme di segregazione a danno della minoranza afroamericana sono in piena affermazione. Di lì a breve anche i moti di Stonewall si faranno sentire e segneranno la storia. La versione della Franklin diventa un inno di questi movimenti, la richiesta di “rispetto” contenuta nella canzone viene allargata all’intera società statunitense.

Ecco il trailer ufficiale in italiano del film che uscirà il 7 ottobre al cinema.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24

Continua a leggere

I film LGBTQIA+ della settimana 11/17 dicembre tra tv generalista e streaming - film dicembre 2024 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 11/17 dicembre tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 11.12.23
Il Colore Viola (2024)

“Il Colore Viola”, tutto quello che sappiamo sulla nuova versione (anche) queer

Cinema - Redazione Milano 10.1.24
Hari Nef sarà la leggendaria icona trans Candy Darling nel biopic prodotto da John Cameron Mitchell - Hari Nef Candy Darling - Gay.it

Hari Nef sarà la leggendaria icona trans Candy Darling nel biopic prodotto da John Cameron Mitchell

Cinema - Federico Boni 27.3.24
Back to Black, Marisa Abela è Amy Winehouse nel primo trailer del biopic - Back to Black Marisa Abela e Amy Winehouse nel primo trailer del biopic - Gay.it

Back to Black, Marisa Abela è Amy Winehouse nel primo trailer del biopic

Cinema - Redazione 11.1.24
Will & Harper, il doc on the road con Will Ferrell che racconta la transizione della sua amica Harper Steele - Will ill e Harper - Gay.it

Will & Harper, il doc on the road con Will Ferrell che racconta la transizione della sua amica Harper Steele

Cinema - Redazione 22.1.24
Sundance Film Festival 2024, i film LGBTQIA+ più attesi - Sundance 2024 - Gay.it

Sundance Film Festival 2024, i film LGBTQIA+ più attesi

Cinema - Federico Boni 19.1.24
FR*CINEMA

A Roma arriva FR*CINEMA, tra film queer e riappropriazione culturale

Cinema - Redazione Milano 28.2.24
Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un'Italia accecata dall'odio, che ha perso memoria e speranza - UAF 49 0109 - Gay.it

Un Altro Ferragosto, recensione. Funereo ritratto di un’Italia accecata dall’odio, che ha perso memoria e speranza

Cinema - Federico Boni 4.3.24