Scalfarotto a Giuliano Ferrara: “l’omosessualità non è una scelta, la Libertà è scegliere di non vivere nascosti”

"Non si è liberi di scegliere chi si è, ma si deve essere liberi di vivere per quello che si è", ha replicato Ivan Scalfarotto a Giuliano Ferrara.

Scalfarotto a Giuliano Ferrara: "l’omosessualità non è una scelta, la Libertà è scegliere di non vivere nascosti" - scalfarotto foglio - Gay.it
3 min. di lettura

Ivan Scalfarotto, Sottosegretario agli Esteri del governo Conte, ha risposto ad un articolo pubblicato su Il Foglio da Giuliano Ferrara, in relazione alle parole di Papa Francesco sulle unioni civili e famiglia. Ferrara si è lasciato andare ad una riflessione tutta sua e assai discutibile sul tema della libertà: “Il pensiero gay è un pensiero di libertà: se consideri l’essere gay non una scelta ma un dato immutabile – una parte del creato da Dio che come tale va necessariamente accettato – neghi alla radice quel dato di ribellione all’ordine costituito che la ‘cultura gay’ necessariamente rappresenta”.

Parole che Scalfarotto non ha condiviso, replicando con una lunga e dettagliata lettera al direttore de Il Foglio.

Secondo me Ferrara intercetta un punto centrale della questione, ma manca in qualche modo l’obiettivo“, scrive il sottosegretario. “Sarebbe bastato che facesse un colpo di telefono a uno dei suoi tanti amici gay (“Ho tanti amici gay” è l’incipit preferito di chi in questo dibattito si schiera sulle posizioni di Ferrara) per sapere che l’omosessualità non è una preferenza, né una scelta, né – tanto meno – uno “stile di vita”; che non esiste nessun esercizio di libertà nell’essere gay. Io non ho scelto il mio orientamento sessuale (questa è l’espressione giusta, perché non si tratta di una preferenza: non si “preferiscono” gli uomini o le donne come le vacanze al mare o in montagna, o la pizza margherita invece della napoletana) così come non ho scelto il colore dei miei occhi“.

Mio marito non è un manifesto politico, è la persona di cui mi sono innamorato“, ha proseguito Scalfarotto. “E prima di lui mi sono sempre innamorato – fisicamente, o sentimentalmente, o entrambe le cose – di altri uomini. Mi sono innamorato, non ho scelto di innamorarmi. E men che meno ne ho fatto un programma politico di libertà: al limite, sentimentalmente, il contrario. Ma il colore dei miei occhi non ha mai procurato dibattito (perché a queste latitudini è standard, come il colore della mia pelle) il mio orientamento sessuale, che non è standard, invece sì. La libertà di cui parla Ferrara non c’entra veramente nulla in tutto questo. La libertà entra in gioco, certo, ma viene in discussione in un momento successivo. Non si è liberi di scegliere chi si è, ma si deve essere liberi di vivere per quello che si è, ed è in questo che le parole del Papa hanno avuto la portata rivoluzionaria di cui si discute in questi giorni“.

L’omosessualità esiste da che mondo è mondo: per secoli le persone omosessuali, coperte da matrimoni di convenienza o magari dall’abito talare, si sono amate soltanto di nascosto e finché così è stato, il problema (teologico e politico) dell’omosessualità non è di fatto esistito. Il problema è sorto precisamente nel momento in cui le persone omosessuali hanno deciso di esercitare la libertà di cui io parlo: quella di vivere pubblicamente, e quindi rivendicare, non la libertà di essere omosessuali, ma la libertà di ottenere la stessa cittadinanza piena, la stessa dignità – per sé e per le proprie famiglie – delle persone eterosessuali. La “cultura gay” di cui parla Ferrara dev’essere dunque la scelta di non vivere nascosti e nella paura, la scelta di non forzarsi a essere quello che non si è per il timore di perdere affetti, lavoro, in alcuni paesi addirittura la libertà o la vita. Non è una cultura né una scelta il fatto di essere omosessuali, una scelta che – date le difficoltà e il percorso doloroso che spesso richiede di attraversare prima di imparare, come è successo a me, a volersi bene e a vivere la propria vita felici di quello che si è – nessuna persona farebbe mai per un capriccio o per l’adesione a un qualche manifesto politico libertario. Non sono un credente ma rispetto profondamente chi lo è, e non mi avventuro dunque in discussioni teologiche per le quali non ho né gli strumenti né i titoli, né penso che rilevi particolarmente per un legislatore di uno stato laico e democratico. Ma l’idea che un Papa possa prendere atto del fatto che le persone omosessuali esistano e che abbiano diritto di vivere con pienezza la propria vita, tanto quella privata che quella di cives, mi sembra una cosa appunto molto civile e anche molto bella.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Emma Marrone e Nicolò De Devitiis, Le Iene

Emma Marrone a Le Iene: “Mi piacerebbe diventare madre. Ho 39 anni e tutti gli strumenti per esserlo”

Culture - Luca Diana 16.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24
Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: "Ti amo immensamente" - heartstopper bradley riches engagement - Gay.it

Bradley Riches di Heartstopper annuncia il fidanzamento con Scott Johnston: “Ti amo immensamente”

Culture - Redazione 11.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24

Continua a leggere

Thailandia, parlamento approva quasi all'unanimità 4 progetti di legge sul matrimonio egualitario - Thailandia parlamento 3 - Gay.it

Thailandia, parlamento approva quasi all’unanimità 4 progetti di legge sul matrimonio egualitario

News - Redazione 22.12.23
Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: "La nostra società non è pronta" - Marcel Ciolacu - Gay.it

Romania, il premier Ciolacu chiude alle unioni civili: “La nostra società non è pronta”

News - Redazione 24.11.23
Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l'omofoba legge dell'Uganda "Kill the Gay" - Tim Walberg - Gay.it

Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l’omofoba legge dell’Uganda “Kill the Gay”

News - Redazione 29.12.23
cover-meloni-africa

Vertice Italia-Africa e Piano Mattei: il Governo Meloni stringe accordi con 23 paesi che criminalizzano l’omosessualità

News - Francesca Di Feo 29.1.24
Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque - Famiglie Arcobaleno Sentenza Cassazione - Gay.it

Parlamento UE vota a favore del certificato di filiazione, la genitorialità deve essere riconosciuta ovunque

News - Redazione 14.12.23
Florida legge anti-LGBT Gay.it

Roma, il Comune ipotizza corsi LGBTQIA+ nelle scuole. E la destra attacca

News - Redazione 20.10.23
Grecia, l'accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO) - Kyriakos Mitsotakis - Gay.it

Grecia, l’accorato discorso del premier conservatore Mitsotakis prima del voto sul matrimonio egualitario (VIDEO)

News - Federico Boni 16.2.24
La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un'associazione LGBTQIA+ - Simone Pillon - Gay.it

La Cassazione rigetta il ricorso di Pillon. Definitiva la condanna per diffamazione ai danni di un’associazione LGBTQIA+

News - Redazione 23.11.23