«Meglio mangiare il proprio vomito che essere gay»: le folli dichiarazioni del pastore Jonathan Shelley

Estremista anti-LGBTQ, non è la prima volta che il pastore texano si scaglia contro gli omosessuali.

ascolta:
0:00
-
0:00
Jonathan Shelley pastore Texas Gay.it
3 min. di lettura

Tra i tanti attacchi che i pastori delle Chiese più estremiste, soprattutto negli Stati Uniti, hanno lanciato alla comunità LGBTQ+, il fatto che l’omosessualità provocasse la caduta dell’intestino non si era ancora sentito. Ci ha pensato Jonathan Shelley, pastore della Stedfast Baptist Church di Watauga, in Texas, a sopperire a questa mancanza.

Shelley, estremista anti-LGBTQ da tempo noto alla comunità, aveva già fatto parlare di sé lo scorso maggio quando, in vista dei festeggiamenti per il Pride Month, durante un sermone aveva definito l’orgoglio gay un abominio e aveva affermato che non avrebbe smesso di usare insulti omofobi nei confronti delle persone queer.

Jonathan Shelley pastore Texas Gay.it
Jonathan Shelley, pastore della Stedfast Baptist Church, estremista anti-LGBTQ+

Ebbene, nel suo più recente sermone – dall’eloquente e filosofico titolo “Perché una persona è omosessuale?” – è riuscito a superarsi, sostenendo di avere informazioni riguardo lo stato di salute degli uomini gay che loro stessi non possiedono. Il punto, dice Shelley, è che l’attività sessuale tra due uomini potrebbe comportare gravi danni alla salute del loro intestino: «Quello che gli uomini fanno con gli uomini è contaminare il loro corpo, ferire il loro corpo, si fanno male a vicenda. Si stanno causando ogni tipo di problema. I loro intestini finiranno per cadere semplicemente a causa delle azioni che fanno».

È solo una delle tante inquietanti affermazioni contenute nel suo sermone che, poche ore dopo essere stato caricato su YouTube è stato prontamente eliminato. Non abbastanza in fretta per impedire ad alcuni utenti, tra cui lo scrittore Hemant Mehta, di annotare i momenti più salienti (si fa per dire) del suo monologo.

 

Jonathan Shelley dichiara di essere disgustato dal sesso gay, paragonandolo all’esperienza del mangiare cibo indiano: «E se tu, e se tu, pastore Shelley, dovessi mangiare cibo indiano e ranch e poi vomitarlo e poi mangiarlo di nuovo, o farlo [riferendosi al sesso gay, ndr] una volta sola nella vita? La risposta è, datemi il vomito». Una metafora tanto bizzarra quanto offensiva, e non solo per gli uomini gay. Le affermazioni di Shelley non stupiscono più di tanto trovandosi a che fare con il Texas, lo Stato repubblicano tra i più agguerriti nella crociata contro la comunità LGBTQ+ che si è inasprita negli ultimi tempi. Sembra però curiosa una certa ossessione che pastori e predicatori estremisti hanno per il vomito.

È di poche settimane fa, infatti, un altro sermone, tenuto questa volta dal predicatore dell’Arizona e fondatore del Nuovo Movimento Battista Indipendente Steven Anderson. In un impeto, Anderson ha affermato che avrebbe preferito mangiare il proprio vomito ogni giorno per il resto della sua vita piuttosto che essere gay. O, nello specifico, intrattenersi in relazioni sessuali con altri uomini. Per rendere più concreta la sua affermazione, ha poi proceduto a vomitare davanti alla sua congregazione.

Jonathan Shelley pastore Texas Gay.it
Jonathan Shelley, conservatore e difensore della famiglia tradizionale, nelle immagini promozionali della Stedfast Baptist Church

Jonathan Shelley non si è spinto a tanto e, rimanendo sulle sue teorie, ha continuato cercando di dare una risposta alla domanda “Perché una persona è gay?”. Secondo il pastore, le motivazioni possono essere solo due: gli uomini gay diventano gay perché odiano Dio oppure perché sono stati molestati da bambini, arrivando in questo caso ad essere dei predatori e molestatori per reclutare i bambini. Motivo per cui gli uomini gay andrebbero eliminati.

«Non capisco perché celebriamo quello che non molto tempo fa era un crimine. Dio ha già stabilito che l’omicidio, l’adulterio, la stregoneria, lo stupro, la bestialità e l’omosessualità sono crimini degni della pena capitale»

Il pastore Shelley si è persino spinto ad affermare di essere felice ogni volta che una persona gay muore e che, fondamentalmente, andrebbero tutti giustiziati. Affermazioni pesanti che addirittura la stessa Stedfast Baptist Church ha ritenuto non fosse il caso lasciare online. Le parole di Jonathan Shelley potrebbero rimanere solo dei vaneggiamenti di un estremista ma, se si considera che nella registrazione originale si sentono diverse persone del suo pubblico gridare “Esatto!” e “Amen!”, la cosa assume una piega davvero inquietante.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

X Factor 2024

X Factor 2024 è una bomba, abbiamo visto le audition: le nostre prime impressioni

Culture - Luca Diana 19.6.24
Justin Timberlake Arrestato Ubriaco Gossip Droghe

Justin Timberlake arrestato, guidava ubriaco. Il gossip impazza: “Popper e Truvada nel sangue”. Ma è davvero così?

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24
Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: "Non riuscirete ad intimidirci" - Stonewall Inn oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate - Gay.it

Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: “Non riuscirete ad intimidirci”

News - Redazione 19.6.24
Ariete sorprende i fan

Ariete offre la colazione ai fan che la aspettano da 24 ore: “Per voi ci sarò sempre”

Musica - Emanuele Corbo 20.6.24
Foggia Sit In Omofobia Giugno 2024

Foggia reagisce all’aggressione di Alessandro: “Se questa terra non ci ama, noi la ameremo ancora più forte”

News - Francesca Di Feo 20.6.24
Mahmood per Paper Magazine

Mahmood apre il dibattito: “Sputo o lubrificante?”, e i fan si scatenano. I commenti più divertenti

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara - Olimpiadi profilattici - Gay.it

Olimpiadi Parigi 2024, 300.000 preservativi per tutti gli atleti in gara

Corpi - Redazione 20.3.24
Repubblica Dominicana LGBT depenalizzazione

La Dominica depenalizza l’omosessualità: “È solo l’inizio di una guerra”

News - Redazione Milano 23.4.24
Roberto Vannacci e Marco Mengoni a Sanremo con un pantalone di Fendi

Vannacci attacca il Pride e irride Marco Mengoni per la gonna che è un pantalone

News - Giuliano Federico 1.3.24
Russia LGBT - terapia riparativa

Russia: “curare le persone LGBTI”, smascherati 12 enti che operano indisturbati tra abusi fisici, sessuali e psicologici

Corpi - Francesca Di Feo 5.3.24
Mount Clitoris

“Mount Clitoris”, un (fake) reality show per imparare a farla godere

Corpi - Emanuele Corbo 13.6.24
studio-persone-transgender-gender-non-conforming

Le terapie di affermazione di genere migliorano la qualità della vita del 98% delle persone transgender e gender non conforming

Corpi - Francesca Di Feo 27.2.24
Boise Pride Festival Drag Show Gay.it

Università USA vieta gli spettacoli drag e gli studenti si appellano alla Corte Suprema

News - Redazione 6.3.24
Valentina Gomez, la candidata repubblicana che sui social brucia "libri LGBTQIA+" con un lanciafiamme (VIDEO) - Valentina Gomez - Gay.it

Valentina Gomez, la candidata repubblicana che sui social brucia “libri LGBTQIA+” con un lanciafiamme (VIDEO)

News - Redazione 28.3.24