Cirinnà al sindaco di Barrafranca: “Le persone LGBT esistono e sono discriminate da sempre, quale moda”

"La "libertà di pensiero" a cui lei fa riferimento non ha nulla a che vedere con la libertà di escludere le persone invece di includerle nella società", ha tuonato la senatrice dem.

Cirinnà al sindaco di Barrafranca: "Le persone LGBT esistono e sono discriminate da sempre, quale moda" - monica cirinna - Gay.it
2 min. di lettura

Da giorni Barrafranca, in provincia di Enna, è sulle prime pagine dei siti d’informazione e sui giornali. Colpa di un’omelia omofoba tenuta da padre Nicolosi lo scorso weekend, in cui il parroco ha definito le unioni gay “contronatura”. Il sindaco Fabio Accardi, incredibilmente, ha difeso quelle parole, perché a suo dire ‘libertà di pensiero’.

Monica Cirinnà, responsabile Nazionale Diritti del Partito Democratico, ha oggi scritto una lettera aperta al primo cittadino, senza voler entrare nel merito delle dichiarazioni del parroco, perché fortunatamente molti altri parroci d’Italia “hanno dimostrato di aver compreso l’evoluzione della società e accolgono le famiglie arcobaleno esattamente come tutte le altre“.

Invece è a lei che voglio rivolgermi in quanto amministratore eletto, per di più, con una coalizione che include il mio partito“, ha scritto Cirinnà. “Lo stesso partito che ha voluto e ottenuto la legge sulle unioni civili per la quale io e altri colleghi abbiamo lavorato per anni senza tregua. Definire “moda del momento” le famiglie arcobaleno, le coppie di persone dello stesso sesso, l’affermazione dei diritti non è degno del ruolo di un sindaco che dovrebbe preoccuparsi del benessere dei propri cittadini e delle proprie cittadine, qualunque sia il loro orientamento sessuale o la loro identità di genere. Le battaglie per l’uguaglianza e le vittorie ottenute finora devono essere un vanto per la nostra società. Le persone omosessuali, lesbiche, bisex, trans, intersex sono sempre esistite e sono, da altrettanto tempo, discriminate. Se la “moda del momento” è riconoscere a loro e alle loro vite la dignità che meritano, ben venga la moda allora. Fuori da questa “moda” rimane solo chi è ancorato ad un mondo che sta lentamente scomparendo. E per fortuna, aggiungo. Un mondo fatto di cittadine e cittadini invisibili, di amori discriminati, di odio e violenza, di disuguaglianza. Noi, la politica, chi amministra, in osservanza alla Costituzione su cui giuriamo abbiamo il dovere di batterci contro le disuguaglianze e le discriminazioni, ovunque si annidino. E, creda, la “libertà di pensiero” a cui lei fa riferimento non ha nulla a che vedere con la libertà di escludere le persone invece di includerle nella società. Penso alle tante persone lgbt+ che sicuramente vivono a Barrafranca o che ci sono nate e sono dovute andare altrove. Penso alla sofferenza che le sue parole, del loro sindaco, possano aver provocato in loro. A queste persone va tutta la mia solidarietà e vicinanza. La invito, dunque, a riflettere profondamente sulle sue parole e sugli effetti che queste possono avere avuto su chi vive nella sua città. Specialmente i più giovani che hanno un estremo bisogno di crescere in un ambiente accogliente e che lasci loro la possibilità di essere quello che sono, al pari di chiunque altro“.

Da parte del sindaco Accardi, per ora, nessuna replica.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
greg1969hotmailit 30.12.20 - 22:25

è vero il detto le persone hanno la memoria corta fino agli anni 70 le donne in Sicilia erano considerate nulla per la loro società una donna divorziata era considerata una puttana figuriamoci i gay per loro contronatura

Avatar
Franzc Dereck 30.12.20 - 20:16

Chapeau , Senatrice Cirinnà ! In un Paese Civile , non confessionale cioè , le parole di qualsiasi tonaca dovrebbero essere lasciate cadere nel vuoto come sono le religioni che preti , imam o rabbini professano e non essere prese in considerazione da chi rappresenta lo Stato. Quel Sindaco non onora la fascia che indossa .

Trending

Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24
Cosa significa Rainbow Washing_

Cos’è il rainbow washing, quali forme assume e come evitarlo

News - Francesca Di Feo 20.6.24
Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24
Front Runners Milano Prima Running Community LGBTQIA+ in Italia

Cagliari calcio e i suoi tifosi premiati da Arcigay Sport: “Italia in Campo contro l’Omobitransfobia 2024”

Corpi - Francesca Di Feo 22.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24

Continua a leggere

georgia-legge-agenti-stranieri (2)

La Georgia come l’Ucraina? I georgiani vogliono l’Unione Europea: cosa sta succedendo

News - Francesca Di Feo 21.5.24
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
Mennuni, Corrotti e Perissa, prosegue la becera propaganda della destra contro le famiglie Arcobaleno - Lavinia Mennuni - Gay.it

Mennuni, Corrotti e Perissa, prosegue la becera propaganda della destra contro le famiglie Arcobaleno

News - Redazione 22.3.24
Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti - Carriera Alias - Gay.it

Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti

News - Redazione 27.12.23
Alessandro Zan, è boom preferenze. Quasi 180.000 voti, eletto all'Europarlamento - Alessandro Zan - Gay.it

Alessandro Zan, è boom preferenze. Quasi 180.000 voti, eletto all’Europarlamento

News - Redazione 10.6.24
Gabriel Attal, il nuovo premier di Francia è il primo dichiaratamente gay nonché il più giovane di sempre - Gabriel Attal - Gay.it

Gabriel Attal, il nuovo premier di Francia è il primo dichiaratamente gay nonché il più giovane di sempre

News - Redazione 9.1.24
Ilga EUrope Lettera ai Leader Italiani in vista delle Elezioni Europee

Lettera di Ilga ai leader italiani per il programma LGBTI+ #ComeOut4EU

News - Giuliano Federico 4.6.24
Europee 2024: il Pd candida Marco Tarquinio, ex direttore dell'Avvenire contrario al matrimonio egualitario? - Marco Tarquinio - Gay.it

Europee 2024: il Pd candida Marco Tarquinio, ex direttore dell’Avvenire contrario al matrimonio egualitario?

News - Federico Boni 28.3.24