Negli USA il numero di persone dichiaratamente LGBTQI+ è raddoppiato negli ultimi 10 anni

L'86% degli adulti statunitensi ha dichiarato di essere eterosessuale. Ben il 4.2% del totale bisessuale.

ascolta:
0:00
-
0:00
Negli USA il numero di persone dichiaratamente LGBTQI+ è raddoppiato negli ultimi 10 anni - Generation cover - Gay.it
Generation. serie HBO Max.
3 min. di lettura

Sebbene l’identificazione di adulti statunitensi come LGBTQ+ sia rimasta inalterata nel corso del 2022, dopo aver mostrato notevoli aumenti nel 2020 e nel 2021, Gallup, società di analisi con sede a Washington, ha certificato una clamorosa crescita di persone dichiaratamente LGBTQI+ negli States nel corso degli ultimi 10 anni. Dal 3,5% del totale al 7.2%.

Negli USA il numero di persone dichiaratamente LGBTQI+ è raddoppiato negli ultimi 10 anni - Gallup 3 - Gay.it

Si tratta di una statistica fondata su sondaggi telefonici con interviste ad oltre 10.000 adulti statunitensi. Oltre il 7% ha affermato di identificarsi come lesbica, gay, bisessuale, transgender o “qualcos’altro, consentendo loro di scegliere più identità”.

L’86% degli adulti statunitensi ha dichiarato di essere eterosessuale, mentre il 7% ha scelto di non rispondere alla domanda, il che significa che la quantità di adulti LGBTQ+ potrebbe essere decisamente maggiore.

Coloro che sono bisessuali costituiscono il 4,2% di tutti gli adulti statunitensi, mentre uno su cinque si identifica come gay e uno su sette si identifica come lesbica. La visibilità delle persone transgender non è mai stata tanto alta, pari a meno di uno su 10. Il 5% degli adulti si identifica invece come “qualcosa di diverso” da LGBTQ+.

Nel 2022 Gallup ha per la prima volta registrato l’identità di coloro che hanno specificato di essere qualcosa di diverso dall’eterosessualità rispetto alle tradizionali identità lesbiche, gay, bisessuali o transgender. La maggior parte di queste persone ha dichiarato di essere queer, pansessuale o asessuale. Circa l’1-2% degli adulti LGBT, pari allo 0,1% di tutti gli adulti statunitensi, preferisce una di queste identità“.

Lo studio ha scoperto che i membri della Gen-Z, che comprende persone nate tra il 1997 e il 2004 ovvero con un’età compresa tra i 18 e i 25 anni, “sono il sottogruppo più probabile” da identificare come LGBTQ+, con una cifra del 19,7%. Questo viene confrontato con i Millennial, che arrivano all’11,2%, e al 3,3% “o meno” delle generazioni più anziane.

Il 13,1% della Gen-Z si identifica come bisessuale, il 3,4% come gay, il 2,2% come lesbica e l’1,9% come transgender, ovvero tutti valori più alti rispetto a tutte le altre generazioni.

La proporzione di adulti bisessuali rispetto ad altre identità LGBT è più alta tra i gruppi di età più giovani rispetto a quelli più anziani“, ha precisato Gallup. Due terzi delle persone LGBT della generazione Z si identificano come bisessuali, così come il 62% dei millennial LGBT. Nelle generazioni più anziane, meno della metà degli adulti LGBT afferma di essere bisessuale, sebbene sia ancora il più grande sottogruppo di adulti LGBT nella Generazione X. Nelle due generazioni più anziane, è più probabile che gli individui LGBT si identifichino come gay.

Gallup ha concluso che, da quando hanno iniziato a misurare l’identificazione, nel 2012, gli americani che si definiscono LGBTQ+ sono diventati più comuni, “sebbene nell’ultimo anno la cifra sia rimasta stabile”. Considerando il maggior numero di identificazioni LGBTQ+ tra le persone della Gen-Z, Gallup prevede che la popolazione LGBTQ+ continuerà inevitabilmente a crescere.

Negli USA il numero di persone dichiaratamente LGBTQI+ è raddoppiato negli ultimi 10 anni - Gallup 2 - Gay.it Negli USA il numero di persone dichiaratamente LGBTQI+ è raddoppiato negli ultimi 10 anni - Gallup 1 - Gay.it Negli USA il numero di persone dichiaratamente LGBTQI+ è raddoppiato negli ultimi 10 anni - Gallup - Gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

GLORIA! (2024)

Le ragazze ribelli di Gloria! Tutto sul primo sovversivo film di Margherita Vicario

Cinema - Redazione Milano 22.2.24
Paolo Camilli

Paolo Camilli: “La mia omosessualità? L’ho negata fino alla morte con me stesso” – intervista

Culture - Luca Diana 23.2.24
adolescente-non-binari-aggressione-oklaoma (1)

USA, Nex Benedict, sedicenne non binariǝ, muore dopo un’aggressione transfobica a scuola

News - Francesca Di Feo 21.2.24
Marco Mengoni e Mahmood una canzone insieme

Marco Mengoni e Mahmood, una canzone insieme

Musica - Mandalina Di Biase 23.2.24
John Cena è su Only Fans?

Ma John Cena è davvero su Only Fans?

Culture - Riccardo Conte 23.2.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri - Specchio 8 - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Evans, Keoghan, Bailey e altri

Culture - Redazione 23.2.24

Leggere fa bene

Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l'omofoba legge dell'Uganda "Kill the Gay" - Tim Walberg - Gay.it

Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l’omofoba legge dell’Uganda “Kill the Gay”

News - Redazione 29.12.23
Il caso di Matthew Shepard: ecco perché la sua morte svegliò l'America omofoba - matthew shepard omicide - Gay.it

Il caso di Matthew Shepard: ecco perché la sua morte svegliò l’America omofoba

News - Edoardo 12.10.23
Matthew Shepard

L’atroce omicidio di Matthew Shepard cambiò l’America, ma non l’Italia

News - Giuliano Federico 13.10.23
uganda-carceri-torture-detenut-lgbtqia

Uganda, torture aberranti verso lǝ detenutǝ LGBTQIA+: sanzioni dagli USA

News - Francesca Di Feo 11.12.23
furry gay SiegedSec

Si firmano “furry gay” e vogliono “ragazze gatto”: hacker attaccano il più grande laboratorio nucleare al mondo

News - Redazione Milano 24.11.23
Joe Biden, Taylor Swift, Donald Trump

Sarà Taylor Swift a ‘salvare’ Joe Biden e sconfiggere i repubblicani?

Musica - Redazione Milano 1.2.24
terapie di conversione terapie riparative

Negli USA oltre 1.300 “terapisti della conversione” torturano ancora le persone LGBT+, nonostante i divieti

News - Federico Boni 15.12.23
Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: "La transfobia ha invaso l'America, è vergognoso e doloroso" - annette bening figlio trans Stephen Ira - Gay.it

Annette Bening, orgogliosa mamma di un figlio trans: “La transfobia ha invaso l’America, è vergognoso e doloroso”

Cinema - Redazione 2.11.23